“I nostri diritti siano posti sullo stesso piano” sabato 17 Giugno il Bergamo Pride – Intervista

Il Bergamo Pride scalda i motori per sabato 17 giugno, abbiamo parlato con il comitato organizzativo: ecco cosa ci aspetta!

ascolta:
0:00
-
0:00
bergamo-pride
5 min. di lettura

BERGAMO – Durante l’intera stagione estiva, oltre cinquanta parate sono state meticolosamente pianificate per commemorare il Pride Month in Italia. Grandi e piccoli eventi che, uno a uno, contribuiscono a unire e a dare visibilità alla comunità LGBTQIA+ nostrana. Di seguito, puoi consultare il calendario completo delle manifestazioni che avranno luogo.

Quest’anno, abbiamo deciso di dare voce alle comunità queer presenti nel nostro territorio a livello locale, evidenziando il ruolo cruciale delle associazioni e dei comitati organizzatori provinciali nel dimostrare come la comunità queer sia individuabile in qualsiasi realtà, e offrire a tutt* una rete di supporto completa a cui affidarsi. 

Attraverso una conversazione aperta e diretta con diverse realtà locali – tra cui Piacenza, Novara, Pavia, Lecco, Cuneo, Pordenone, Foggia, Liguria, Bari e Varese -, abbiamo cercato di cogliere le esperienze uniche di coloro che organizzano e partecipano ai Pride su territori diversi, evidenziando le lotte, i progressi e le prospettive di ciascuna comunità. 

Sabato 17 giugno toccherà anche al Bergamo Pride; il tema di quest’anno ruota attorno a tre pilastri fondamentali: la tutela giuridica dei diritti delle persone LGBTQIA+, la salute e il benessere, e l’educazione inclusiva.

Lo slogan scelto, “Bergamo capitale della cultura Queer”, è un riferimento all’elezione di Bergamo come capitale italiana della Cultura, insieme a Brescia. Una dimostrazione di come la cultura queer possa arricchire e contribuire alla ricchezza e alla diversità di una città.

Abbiamo parlato con l* ragazz* del comitato organizzatore, chiedendo loro di parlarci un po’ del contesto in cui il Bergamo Pride avrà luogo, e di svelarci tutti i dettagli sulla parata e sul percorso che ha portato al lancio di questo evento imperdibile per la comunità queer della provincia bergamasca.

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by BERGAMO PRIDE (@bergamopride)

Comune e Regione hanno concesso il loro patrocinio? Quali istituzioni locali avete dichiaratamente dalla vostra parte?

Il Comune di Bergamo, come ogni anno, ha deliberato di concedere il patrocinio a Bergamo Pride. Quest’anno abbiamo deciso di richiedere il patrocinio non solo al Comune di Bergamo, ma anche a tutte le sue province, poiché riteniamo fondamentale far sentire la nostra presenza anche al di fuori della città.

La maggior parte dei Comuni della provincia non ci ha fornito risposta alcuna, qualche Comune ha risposto negativamente e solo pochissimi Comuni ci hanno concesso il patrocinio, tra cui, in ordine alfabetico, i Comuni di: Albano Sant’Alessandro, Arzago d’Adda, Barbata, Bergamo, Brembate Sopra, Casnigo, Cologno al Serio, Curno, Ghisalba, Gorle, Levate, Luzzana, Mozzo, Osio Sotto,
Ponteranica, Scanzorosciate e Torre Pallavicina.

Qual è il rapporto della comunità queer locale con il sindaco e la giunta?

Il Comune di Bergamo si è spesso interessato alla comunità queer locale e schierato dalla sua parte. Da diversi anni ormai a Bergamo è presente il Tavolo contro l’Omolesbobitransfobia, presieduto dall’Assessora Marzia Marchesi e al quale partecipano diverse Associazioni del territorio bergamasco, tra cui Bergamo Pride.

Per questi e altri motivi siamo statə spiacevolmente sorpresi dalla recente firma del Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, alla petizione contro la GPA promossa da Terzo Polo.

Il Pride ha un tema specifico? Un motto?

Il Pride di quest’anno si focalizza su tre punti: la tutela giuridica dei diritti delle persone della comunità; la salute e il benessere, sia fisico che mentale e, infine, l’educazione inclusiva, soprattutto in ambito affettivo e sessuale. Lo slogan scelto, ‘Bergamo capitale della cultura Queer’, fa riferimento alla recente elezione della nostra città, assieme a Brescia, come capitale italiana della Cultura.

Ci raccontate brevemente il percorso della parata?

Il corteo partirà alle ore 14.00 in Piazzale Marconi, accanto alla Stazione di Bergamo, e si concluderà alle ore 17.00 in Piazza Matteotti, proprio davanti alla sede del Comune. La parata passerà, dunque, nelle vie principali di Bergamo.

Da qualche anno ormai ci stiamo impegnando per rendere il corteo accessibile a tuttə, per questo motivo, dall’anno scorso, abbiamo deciso di creare la zona bianca, una zona di decompressione che si muove all’interno del corteo, delimitata da delle lenzuola bianche, a cui potrà avere accesso chiunque lo desideri.

Questa zona è stata pensata per persone in sedia a rotelle, ma anche per famiglie con passeggini, per persone neurodivergenti che potrebbero non stare bene in mezzo a troppi stimoli e per chiunque altro ne necessiti.

Inoltre, il nostro staff sarà fornito di tappi per le orecchie, assorbenti e tamponi, da distribuire in caso di bisogno. Anche per il lato social abbiamo cercato di utilizzare una comunicazione che sia inclusiva per persone con Disturbi Specifici dell’Apprendimento e sul nostro sito web abbiamo utilizzato alcune immagini con comunicazione aumentativa per le informazioni di maggior rilevanza. A partire da quest’anno abbiamo attivato un numero di assistenza per chi avesse bisogno di assistenza o si trovasse in una situazione di emergenza durante il corteo. Il numero sarà
direttamente collegato ad una persona del nostro staff e sarà attivo da dieci giorni prima fino al giorno stesso del Pride, che sarà sabato 17 Giugno!

Quali interventi a voce sono previsti sul palco dopo la parata?

Gli interventi di questo Pride verranno effettuati prima della parata, presso Piazzale Marconi. Le Associazioni del territorio che interverranno sono: Agedo, Black Lives Matter, Non una di Meno, CSA Pacì Paciana, UDS Bergamo, Rete Lenford, Rete Adriana, Alfi LesbichexxBergamo e Fridays for Future. Dopo il Corteo ci sposteremo presso Fabric – Cascina Carlinga, a Curno, dove dalle 17.30 alle 18.00 lə partecipanti saranno accoltə dal dj set delle Kassapunka Queer Duo.

A seguire, alle 18.00 si esibirà il gruppo di ballerinə Bodylicious e verranno fatti degli interventi dal Presidente di Bergamo Pride Luca Rota, dalla Presidente di Arcigay nazionale Natascia Maesi e dal Presidente di Arcigay Bergamo Cives Nicola Butta.

Alle 19.00 ci sarà un’intervista ai padrini del Pride Luca e Riccardo Di Pazza; a seguire verrà fatta una performance Drag da parte di Angel Conturbanzia e alcuni interventi politici dal Sindaco di Curno Andrea Saccogna, dall’Assessora Marzia Marchesi e dalla Consigliera Romina Russo.

Più tardi le due mamme in famiglia e i due papà Emanuele e Biagio passeranno a fare un saluto e assisteremo alla seconda esibizione di bodylicious. Dalle ore 20.00 avremo sul palco Danilo Bertazzi e assisteremo ad una performance della Drag Alany Carioca.

Dalle ore 21.00 Elia Bonci, Arono Celeprin e Jessica Senesi faranno una talk sui temi dell’identità, dei social e dell’attivismo e assisteremo ad un’altra performance di Angel Conturbanzia. Alle 21.40 avremo sul palco Diego Passoni e dalle 22.00 ci sarà una talk presenziata da Faq The Poly e Polyrisate sul tema del poliamore.

Alle 22.40 si esibirà nuovamente Alany Carioca e a seguire ci saranno un flashmob e l’estrazione della sottoscrizione a premi che abbiamo organizzato quest’anno. Ci teniamo a ringraziare tanto tutto lo staff di Fabric – Cascina Carlinga, che ci ha permesso di realizzare una festa finale così importante concedendoci lo spazio e investendo tempo e denaro nel nostro progetto.

Quali sono le associazioni e i soggetti che hanno organizzato il Bergamo Pride?

Il Pride di Bergamo è stato organizzato dall’Associazione Bergamo Pride, nonostante ciò, ci sono state diverse Associazioni, di cui molte aderenti al Tavolo contro l’Omolesbobitransfobia che ci hanno dato una grossa mano. Ci teniamo molto a ringraziare Fuori dal Coro Bergamo, CSA Pacì Paciana e in particolare Nicola Butta, Presidente di Arcigay Bergamo Cives, assieme a tutta l’Associazione.

Che messaggio volete mandare alla politica nazionale?

Come già accennato, quest’anno ci siamo focalizzatə molto sulla tutela dei diritti delle persone appartenenti alla comunità LGBTQIA+. Il vuoto legislativo attuale rispetto a tematiche quali l’omogenitorialità, il matrimonio egualitario, le adozioni e la tutela delle persone trans* è allarmante.

Ciò che ci preme chiedere alla politica nazionale è che i nostri diritti siano posti sullo stesso piano di quelli delle persone non appartenenti alla comunità e che la tutela delle persone appartenenti a qualsiasi minoranza diventi una priorità nell’agenda dei politici italiani.

 

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by BERGAMO PRIDE (@bergamopride)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Grande Fratello, la 18esima edizione si farà e riparte da Alfonso Signorini. L'annuncio video - Alfonso Signorini - Gay.it

Grande Fratello, la 18esima edizione si farà e riparte da Alfonso Signorini. L’annuncio video

Culture - Redazione 21.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
"La Nostra Raffaella", sabato sera su Rai1 il tributo alla leggendaria Carrà. Lo spot (video) - La Nostra Raffaella spot - Gay.it

“La Nostra Raffaella”, sabato sera su Rai1 il tributo alla leggendaria Carrà. Lo spot (video)

Culture - Redazione 21.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

modena pride 2024, sabato 25 maggio

Modena Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 17.3.24
liguria pride 2024

Liguria Pride 2024: a Genova l’8 giugno

News - Redazione 23.1.24
smarza pride 2024, sabato 15 giugno

Smarza Pride 2024: a Trieste sabato 15 giugno

News - Redazione 13.5.24
terni pride 25 maggio 2024

Transfem Terni Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 21.2.24
ragusa pride 2024, il 29 giugno

Ragusa Pride 2024: il 29 giugno

News - Redazione 22.1.24
Abruzzo Pride 2024: sabato 6 luglio a Pescara - abruzzopride pescara - Gay.it

Abruzzo Pride 2024: sabato 6 luglio a Pescara

News - Redazione 8.4.24
aosta pride 2024, 12 ottobre

Aosta Pride 2024: il 12 ottobre

News - Redazione 15.1.24
Varese Pride 2024: sabato 22 giugno - varesepride 22giugno 2024 1 1 - Gay.it

Varese Pride 2024: sabato 22 giugno

News - Redazione 28.2.24