Vaticano, 8 preti su 10 sarebbero gay

”Sodoma, potere e scandalo in Vaticano” è l’ultimo libro choc che rischia di far tremare la Basilica di San Pietro.

Un libro choc si sta per abbattere su Papa Francesco. Secondo Frederic Martel, giornalista francese che ha realizzato circa 1.500 interviste in 4 anni, tra cardinali (41), vescovi (52), guardie svizzere (11), sacerdoti e seminaristi (200), diplomatici e funzionari (45), in Vaticano otto preti su 10  sarebbero omosessuali.

«Sodoma, potere e scandalo in Vaticano» il titolo italiano del libro in uscita il 21 febbraio prossimo, che punta a svelare la corruzione e l’ipocrisia all’interno della Chiesa cattolica. Martel, come riportato da IlMessaggero, sottolinea come la sfacciata omofobia nasconda il più delle volte un’omosessualità repressa. Più sono omofobi, in sostanza, e più sono prelati che non hanno accettato la propria omosessualità. Esempio lampante, dice lui, il caso del cardinale colombiano Alfonso Lopez Truillo, ormai defunto, a lungo dichiaratamente omofobo eppure presunto assiduo frequentatore di giovani escort.

Un libro che rischia di aprire un nuovo terremoto all’interno del Vaticano, anche perché Martel fa spesso nomi e cognomi, tra quei preti gay che accettano la propria sessualità, vivendola discretamente, e quelli che optano per incontri omosessuali dopo averli pubblicamente condannati. Nel 2015, come dimenticarlo, il Vaticano cacciò il monsignor Krzysztof Charamsa, all’epoca funzionario della Congregazione della Fede, solo per aver fatto coming out.