ROMA: ESTATE TRA SPERMA E OVULI

di

Apre domani al Testaccio, il Gay Village 2004. Ambientazione futuristica nata contro la legge sull'inseminazione. Ricco programma di musica, cinema, teatro. E i servizi alla comunità.

791 0

ROMA – Un grande ovulo sormontato da uno spermatozoo accoglierà, da domani giovedì 24 giugno, tutti coloro che entreranno al Gay Village 2004, allestito fino al 5 settembre a Roma nell’Ex-Mattatoio, con il sostegno del Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali.

In un’ambientazione lattea, sarà omaggiata la grande storia della vita, dell’accoppiamento e della riproduzione: il pubblico procederà in una scenografia che rappresenta la grande corsa degli spermatozoi o potrà sedere comodamente a chiacchierare su una delle loro code in un gioco di luci.

Uguali e diversi. Il futuro nelle origini” è il tema della nuova edizione che da una parte vuole sensibilizzare e informare il pubblico sulla legge 40 sulla fecondazione assistita, e dall’altra ribadire l’uguaglianza e la pari dignità di tutti gli individui accomunati dalle stesse origini. Origini rappresentate simbolicamente dagli ovuli e gli spermatozoi. Il tema è stato scelto all’indomani dell’approvazione della legge sulla fecondazione assistita così vetusta rispetto al mondo che nel frattempo arriva su Marte.

Ma l’ambientazione non sarà l’unica novità di quest’edizione del Gay Village, che, come afferma Imma Battaglia, presidente di Di’ Gay Project Onlus, «attraverso la formula vincente di allargare il giro delle sinergie, uscendo dal guscio glbt, recependo tutti gli stimoli creativi, culturali e professionali che ci venivano dall’esterno, vuole affermare sempre più l’identità di un ‘luogo esclusivo che non esclude nessuno’».

Di particolare interesse sarà la rassegna “I Lunedì“, tra teatro e letteratura omosessuale, per la direzione artistica di Pino Strabioli, che avrà come protagonisti i più importanti esponenti della scena contemporanea (quali Marina Confalone, Lucrezia Lante della Rovere, Sandra Milo, Luca Barbareschi, Franca Valeri, Urbano Barberini, Anna Mazzamauro, Lina Sastri… per citarne alcuni).

Ospite fisso della manifestazione, poi, sarà un inedito Vladimir Luxuria, in una doppia veste, il 25 giugno come interprete di Pier Vittorio Tondelli, e tutti i martedì come Drag J e animatore della consolle di musica dance sempre piena di ospiti che saranno intervistati come in una vera postazione radiofonica.

Per quel che riguarda la musica – e ricordiamo che il Gay Village è la più grande discoteca dell’estate romana – sono previsti concerti di Donatella Rettore (1 luglio), dei Motel Connection (18 luglio) e di Paola Turci (2 settembre), oltre al concorso canoro Voci di Roma, organizzato dall’Accademia Sistina e che vedrà premiato il vincitore con la realizzazione di un CD singolo e del relativo videoclip. E poi la disco, con due piste che ospiteranno, a parte la sempre presente musica house, i lunedì musica ’70-’80, il martedì transgender music con Vladimir Luxuria, il mercoledì musica latino-black, il giovedì le dirette con Radio Centro Suono Night (fm 101.3), il venerdì commerciale, il sabato la serata Gorgeous e la domenica le serate danzanti in Drag del Venus Rising, che, per l’occasione, apre le porte anche ai ragazzi rinominandosi “Venus & Friends”.

Doppio appuntamento, poi, con il cinema. Dal 3 al 9 luglio, infatti, in concomitanza con i festeggiamenti del Gay Pride, lo Studio Universal, il canale di cinema creato dalla Universal Studios e distribuito da Sky, curerà la rassegna “Night & Gay“: sette classici del cinema americano, con un unico denominatore comune, quello, cioè, di essere diventati delle icone nel mondo gay. Le proiezioni, trasmesse in contemporanea al Village e su Sky, saranno introdotte da Fabio Canino che aiuterà nella rilettura inusuale, per molti insospettabile, ma sicuramente ironica e divertente.

Dal 12 al 21 agosto si avrà il secondo appuntamento con il cinema: Drive Out, festival del cinema a tematica gay, l’evento culturale più seguito e acclamato della passata edizione con quattromila presenze, importante momento di aggregazione culturale per tutta la città. Drive Out 2 presenterà i migliori film provenienti dai più grandi Festival del mondo. Quest’anno gli spettatori potranno anche esprimere le preferenze sui film e, tra coloro che hanno votato, verrà estratto un soggiorno gratuito per due persone ad un Festival Gay Europeo. Inoltre verrà lanciato un bando di concorso a livello nazionale per nuove sceneggiature di cortometraggi a tematica gay: il migliore diventerà un film vero e proprio e sarà mostrato nell’edizione del Drive Out del 2005. E il titolo del concorso è il seguente: Ce l’hai corto? Faccelo vedere!

Il 28 giugno sarà la giornata commemorativa dell’orgoglio gay, con la presentazione di tutte le associazioni romane che hanno costituito il Coordinamento Politico Permanente sull’orientamento e l’identità di genere. Contemporaneamente verrà allestita una mostra con le foto del World Pride Roma 2000. Sarà presente anche Emergency che raccoglierà fondi per la costruzione di due nuovi ospedali e anche la terza edizione del Villaggio del Benessere.

Il villaggio è stato nei due anni passati l’evento indiscusso dell’Estate Romana, visitato da oltre 100.000 persone nel 2002 per tutta la durata dei quaranta giorni di programmazione, e da 200.000 nel 2003 per settanta giorni. La sfida vinta dagli organizzatori è stata quella di aver coinvolto un pubblico ben più ampio di quello che fa di solito riferimento alla comunità gay, desideroso di conoscere modi di vita e mondi emotivi differenti. Quest’anno la programmazione si svolge in settantaquattro giorni e c’è da aspettarsi un grande successo.

Gay Village nel Testaccio Village
Uguali e diversi. Il futuro nelle origini
Roma – Area Ex Mattatoio – Via del Campo Boario
24 giugno – 5 settembre, dale 19,00 alle 02,00
www.gayvillage.it

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...