Pupo rivela a Radio24 tutto il suo passato hard e omosessuale

Sperimentazioni, perversioni e ossessioni sessuali nel nuovo album “Porno contro Amore

In un’intervista a La Zanzara di Radio 24, Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, andato al programmare a presentare il suo nuovo singolo e disco in uscita in 20 anni, Porno contro Amore, ha approfittato del tema del nuovo disco per fare scioccanti rivelazioni sul suo passato e la sua sessualità.

Porno contro amore è la storia di un uomo ossessionato e dipendente dal sesso in ogni sua forma e Pupo dichiara:

Ho avuto un periodo di sesso compulsivo molto lungo, per 10 anni. Sono stato anche con un uomo, in modo attivo, non passivo. Ma anche la passività è meravigliosa, per un uomo il top è la stimolazione della prostata. Il massimo è fare l’amore introducendo il membro nella vagina e nello stesso tempo stimolare la prostata facendoti introdurre qualcosa dietro. Questo è provato dalla scienza”.

Oggi Pupo si dice rinato e felice, con la moglie e le figlie, ma nel suo passato, oltre ad aver sperimentato ha anche ammesso di aver:

“sperimentato tutti i tipi di masturbazione, fino allo stremo delle forze. Coi metodi più strani, con gli oggetti più fantasiosi. Mi guardavo allo specchio e mi facevo schifo. Una volta sono entrato all’area di servizio di Modena e ho avuto un incidente, con la macchina sono entrato dentro la vetrina frantumando tutto. Mentre aspettavamo la polizia sono entrato dentro l’edicola dell’autogrill e in un momento di compulsività ho fatto sesso con la ragazza che vendeva i giornali. La polizia mi cercava, sono tornato dopo un’ora e mezzo.”

Un disco verità…che più vero non si può. Ch ne pensate di questo ritorno?

Ti suggeriamo anche  Il Regno Unito ha deciso quale tra le Spice Girls è la sua preferita