Ungheria, condanna del Parlamento Europeo, ma la destra italiana vota contro

I partiti di Meloni e Salvini difendono la deriva autoritaria del regime illiberale di Viktor Orbán.

ascolta:
0:00
-
0:00
meloni orban
meloni orban
3 min. di lettura

Il Parlamento Europeo di Strasburgo ha ieri pronunciato una ferma condanna dell’Ungheria, evidenziando preoccupazioni gravi riguardo ai diritti e alla democrazia nel Paese guidato da Viktor Orbán, grande alleato di Giorgia Meloni in Europa.

Leggi: come l’Ungheria è diventata illiberale >

La risoluzione punta il dito verso la torsione del sistema democratico, conle carenze del sistema giudiziario, i conflitti di interesse del circolo di potere raccolto intorno al premier Orbán, la manipolazione del sistema mediatico a fini propagandistici, la violazione di diritti fondamentali (come la legge per denunciare anonimamente alle autorità le famiglie LGBTI).

Ungheria, l'impatto della legge anti-LGBTI+ è devastante secondo il rapporto di Amnesty International
Ungheria, l’impatto della legge anti-LGBTI+ è devastante secondo il rapporto di Amnesty International

La condanna del Parlamento Europeo è stata espressa con 544 voti, di cui 399 a favore, 117 contrari e 28 astenuti. Tra i sostenitori, il PPE (che include anche Forza Italia), i SocialDemocratici (che include il PD), Renew Europe (che include M5S, Verdi e sinistre). I gruppi Ecr e Identità e Democrazia, che includono Fratellid’Italia e Lega, si sono opposti (come già in passato).

Qui la Guida: come sono collocati i partiti italiani nei gruppi del Parlamento Europeo di Strasburgo?

La risoluzione esprime profondo sgomento per la violazione persistente, sistematica e deliberata della democrazia, dello Stato di diritto e dei diritti fondamentali da parte del governo ungherese. In particolare, si condanna l’istituzione dell’Ufficio per la protezione della sovranità, con ampi poteri e un severo sistema di sorveglianza e sanzioni, che viola i principi democratici come il diritto a elezioni libere ed eque, lo Stato di diritto e i diritti fondamentali. Quest’autorità, strettamente legata al governo, proibisce finanziamenti esteri alle campagne elettorali, un atto che ha portato la Commissione europea ad avviare una procedura d’infrazione.

La risoluzione non si limita a denunciare, ma invita la Commissione e il Consiglio dell’UE ad agire con decisione, sottolineando che il loro inazione ha contribuito al declino del Paese verso un regime di autocrazia. Il Consiglio è chiamato a organizzare audizioni periodiche e affrontare rapidamente i problemi emergenti, mentre la Commissione è sollecitata ad utilizzare pienamente strumenti come le procedure d’infrazione accelerate e i ricorsi alla Corte di Giustizia.

Qui la guida: come funzionano le istituzioni dell’Unione Europea?

La legge anti-LGBTI+ ungherese, secondo il rapporto di Amnesty, sta avendo effetti devastanti sulla popolazione queer.

Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità
Viktor Orban – Giorgia Meloni – Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

I deputati condannano anche la decisione della Commissione di rilasciare fondi europei congelati fino a 10,2 miliardi di euro, una mossa che ha portato il Parlamento a presentare ricorso alla Corte di giustizia dell’UE. La risoluzione sottolinea che, alla luce delle recenti rivelazioni sull’Ungheria, la Commissione dovrebbe revocare l’erogazione di fondi UE, poiché è incomprensibile concedere fondi citando miglioramenti nell’indipendenza della magistratura mentre altri fondi rimangono bloccati a causa di carenze.

La risoluzione critica anche la mancanza di indipendenza del controllo giudiziario, le pratiche discriminatorie sistemiche contro giornalisti, accademici, partiti politici e società civile, nonché le imprese in settori ritenuti strategici dal governo ungherese e dagli oligarchi. Infine, viene condannato l’abuso del potere di veto in seno al Consiglio, che ha impedito aiuti essenziali all’Ucraina, compromettendo gli interessi strategici dell’UE.

Tutto questo avviene mentre l’Ungheria si prepara a guidare l’UE nel prossimo semestre, suscitando preoccupazione sulle capacità del Paese di adempiere credibilmente a tale incarico. Giorgia Meloni lo scorso Settembre ha affiancato il premier  ungherese Viktor Orbán sul palco di un forum dedicato alla famiglia, accodandosi alla propaganda Dio, patria e famiglia” (qui il video). Sostegno alle politiche ultraconservatrici ungheresi sono giunte anche da Papa Francesco.

L’Ungheria e la Polonia sono ultime nell’indice europeo per i diritti, l’Italia è terzultima.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24

Leggere fa bene

Alessandro Zan Elezioni Europee PD Collegio Nord Est Nord Ovest

“Contro i neofascismi, per un’Europa antifascista” Alessandro Zan candidato PD alle Elezioni Europee

News - Redazione Milano 23.4.24
Unione Europea - Partiti al Parlamento Europeo

Europee 2024: quali sono i partiti al Parlamento di Strasburgo e come si collocano quelli italiani?

Guide - Lorenzo Ottanelli 8.5.24
Matteo Salvini a Firenze per il meeting di Identità e Democrazia

Gli imbarazzanti alleati europei di estrema destra della Lega di Salvini

News - Lorenzo Ottanelli 4.12.23
TikTok Commissione Europea indagine

TikTok ci riduce a conigli intrappolati nella tana, manipola la salute mentale di minori e giovani, e crea dipendenza: l’Unione Europea apre indagine

Culture - Mandalina Di Biase 21.2.24
Credit: Steve Russell

Cosa è cambiato per lə bambinə trans* nel Regno Unito

News - Redazione Milano 22.12.23
Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell'Avvenire contrario al matrimonio egualitario? - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell’Avvenire contrario al matrimonio egualitario?

News - Federico Boni 28.3.24
Gaynet - campagna terapie riparative

L’oppressione nascosta, terapia riparativa per una persona LGBTIQ+ su quattro, il dato shock dell’Unione Europea

News - Redazione Milano 15.5.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24