Steve Grand su come gestire e giudicare le critiche nel nuovo ispirato vlog

di

Steve Grand, il primo cantante gay country dichiarato, torna con un vlog sull'autostima, accettazione e sul combattere il nemico più grande: noi stessi.

1582 0

Steve Grand torna a far parlare di sè pubblicando un vlog sull’autostima, accettazione e sul combattere il nemico più grande: noi stessi.

steve_grand_music

Prima di cominciare il video premette dei punti:

1- Non parla di vittimismo, e dice:

In generale quello di cui parlo non mi riguarda perchè sono un uomo maturo, in una posizione di “potere”, quindi parlo per altre situazioni che so che accadono

2- Le critiche non sono sempre attacchi personali, a volte coincidono, ma non sempre

3- La critica è una parte importantissima per la crescita personale, bisogna aspettarsele e volere che capitano per migliorare, anche se può essere duro.

4- Non condanno chi mi critica come “haters”

5- Mi conservo il diritto di abbracciare le critiche e non “insultare” facile

steve_grand

Quando il suo primo singolo, “All American Boy” fu pubblicato, Steve Grand subì apprezzamenti, si, ma ci furono delle critiche. Molte critiche. Steve Grand è il primo cantante country americano apertamente gay, in un mondo fortemente stereotipizzato sul playboy eterosessuale, quindi non stupisce apprendere di tutte queste critiche, alcune anche pesanti.

Critiche si pesanti ma non ingestibili e, soprattutto, dalle quali poter trarre la forza per continuare ancora piu forti il proprio percorso artistico (musicale in questo caso) senza necessitare, per forza, che gli altri cambino idea. Per Steve Grand:

I sentimenti feriti non pregiudicano per forza che qualcun altro debba cambiare il suo modo di comportarsi, ho voluto io espormi al pubblico e l’ho voluto fare nel modo più sincero e naturale possibile, esponendomi cosi a più critiche.

Le critiche sono importanti, dice, fanno crescere ma sono solo opinioni e:

Non devono avere troppo effetto su di me, perchè nessuno merita di avere troppo potere su di me.

Questo si sviluppa dopo anni d’insicurezza, quando le parole degli altri non hanno fatto altro che portarti ancora più a fondo di quanto non pensavi saresti mai andato. Come si suol dire “quando tocchi il fondo puoi soltanto risalire“, e Steve Grand abbraccia in pieno questo saggio detto.

steve_grand_

Egli ricorda alcuni punti sui quali lavorare su sè stessi:

1- Affrontare la completa verità di chi sei veramente

2- Accettare la completa verità di chi sei veramente, punti di forza e debolezza

3- Non ti giudicare troppo duramente, prova compassione anche per te stesso non solo per gli altri!

4- Fai la scelta di amare te stesso, si, è una scelta

5- Amarsi non vuol dire impedire a sè stessi di poter migliorare e/o esser criticati

Verso la fine, dopo aver ricordato che anche se i commenti sul web fanno male si possono gestire e che bisogna lottare per non   essere noi stessi il nostro più grande nemico, il cantante gay country ricorda al pubblico che il suo prossimo singolo e videoclip “We Are The Night uscirà a breve.

Beh, noi ci saremo!

 

Leggi   Stati Uniti, il ministro della Giustizia: “La legge sui diritti civili non prevede protezione per le persone LGBT”
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...