Chiamami col tuo nome, Sony cerca di venderlo come storia d’amore etero

Con un imbarazzante tweet un account inglese dell'azienda ha stravolto il film di Luca Guadagnino, scatenando l'ironia della rete.

Chiamami col tuo nome
Michael Stuhlbarg, Timothée Chalamet and Armie Hammer appear in Call Me by Your Name by Luca Guadagnino, an official selection of the Premieres program at the 2017 Sundance Film Festival. © 2016 Sundance Institute.
< 1 min. di lettura

L’attesissimo Chiamami col tuo nome ha al centro la combattuta attrazione tra Elio e Oliver, ma non ditelo al suo distributore, Sony.

Errore o “straight-washing”? La gaffe di un account britannico di Sony ha scatenato Twitter. Oggetto del messaggio la promozione di “Chiamami col tuo nome”, il film di Luca Guadagnino, tratto dal romanzo di Aciman, che è già uscito nelle sale inglesi.

La pellicola, tra le più promettenti dell’anno, uscirà in Italia nel febbraio 2018 e racconta del rapporto tra Elio e Oliver: il primo diciassettenne italoamericano di origine ebraica interpretato da Thimotée Chalamet e il secondo, studente americano di 24 anni con il volto dell’attore Armie Hammer. Tutti dettagli però che Sony omette o non conosce, traslando goffamente la relazione principale su Elio e una sua amica.

Il tweet prontamente cancellato dopo la prima ondata di repliche tra il divertito e l’indignato recita: “Una storia d’amore travolgente per la sua intensità, un cuore che cresce finché non brucia”.

Chiamami col tuo nome, Sony cerca di venderlo come storia d'amore etero - Schermata 2017 11 09 alle 10.33.48 - Gay.it

Sul social network si sono moltiplicati gli sbeffeggi a Sony, con tweet che mostravano film a tinte LGBT un po’ “decentrati” rispetto alla trama principale:

“Avete già visto Brokeback Mountain?”

“E non perdetevi la performance di Sean Penn in Milk, che gli è valsa l’Oscar”

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Lecco, Forza Nuova contro il Pride: "Bestialità che mira a plagiare i bambini" - Lecco Forza Nuova contro il Pride - Gay.it

Lecco, Forza Nuova contro il Pride: “Bestialità che mira a plagiare i bambini”

News - Redazione 21.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
Front Runners Milano Prima Running Community LGBTQIA+ in Italia

Cagliari calcio e i suoi tifosi premiati da Arcigay Sport: “Italia in Campo contro l’Omobitransfobia 2024”

Corpi - Francesca Di Feo 22.6.24
intervista a la spezia pride

La Spezia Pride ostacolato dalle istituzioni, il difficile rapporto con la destra che amministra la città – intervista

News - Gio Arcuri 20.6.24

Hai già letto
queste storie?