Gusto latino!

Tra i Foodie LGBT che si ispirano alla tradizione culinaria Europea e del Sud America

Eccoci al secondo appuntamento con il nostro viaggio alla ricerca del “gay touch” in cucina.

“Latino”, è sinonimo di caliente, piccante, sensuale e gustoso, e così è anche per la cucina connotata come tale, che guarda caso è una caratteristica ricorrente negli appassionati di cucina gay friendly .

Infatti tra i foodblogger lgbt mondiali più interessanti vi sono degli autentici cultori del cibo latino, ambasciatori (in questo caso negli Stati Uniti) di una tradizione culinaria derivata da Europa e Sud America, anche se ovviamente contaminata e rivista.

Bisogna considerare che negli Stati Uniti l’esplodere dell’interesse per la cucina, e soprattutto per cucine “diverse” dalla classica alimentazione americana, è motivato anche dalla ricerca di un (gustoso) antidoto alla malsana inclinazione nazionale per il junk food, un autentico flagello sanitario, ed è per questo che “healthy” e “latino” vanno sempre a braccetto nelle ricette dei celebri foodblogger di cui parleremo oggi.

Iniziamo dai coloratissimi , una coppia gay Messicana trapiantata a Los Angeles che oltre a pubblicare gustosissime ricette ispirate alla cucina messicana e di recensire e segnalare i migliori ristoranti “Latinos” della California, si pone l’obiettivo di divulgare nel miglior modo possibile la cultura propria della numerosissima comunità Chicana anche per favorirne l’integrazione in California.

Photo Credit: Latinofoodie

Art Rodriguez, esperto di cucina, e Stephen Chavez, PR, sono una coppia molto affiatata e veramente carina, ed hanno costruito un progetto editoriale molto curato, dalla grafica accattivante e colorata che trasmette un immediata sensazione di calore e vivacità, ma anche di precisione e attenzione, ad esempio evidenziando anche le ricette compatibili con eventuali problemi di salute, dato che uno dei due autori tra l’altro è malato di diabete.

Ti suggeriamo anche  Insegue e filma una trans nel bagno delle donne, candidata repubblicana rischia un'indagine

Photo Credit: Latinofoodie

“Voliamo” a New York per incontrare nientepopodimenochè che la Regina Del Sano Cibo Latino, la favolosa e fierissimamente transessuale (traduzione “Sobrietà”!).

Originaria di Portorico, Soraya è stata notata dal New York Times per i suoi “feroci” show cooking visibili anche nel suo divertentissimo canale Youtube con tanto di sigla techno cantata da lei stessa.

Soraya è un’autentica ed inarrestabile forza della natura, che canta, declama poesie ma allo stesso tempo non dimentica di divulgare le sue ricette “super healthy” con grande competenza e professionalità.

Non potevamo non embeddare uno dei suoi video!

Eccoci infine ad Irina Gonzales, giornalista lesbica ed autrice di (manco a dirlo) HealhyLatinFood , che in realtà è latina a metà, in quanto nata a Mosca (!) da padre Cubano e madre Russa, e successivamente trasferita a Miami ad 8 anni.

gay.it/foto_articoli/originali/ir/IrinaRodriguez.png” width=”100%”

Photo Credit: IrinaGonzalez.com

Non è l’unica cosa molto particolare di Irina: infatti dopo essere dimagrita di 30 chili ha deciso di aprire un blog proprio per pubblicare le ricette (per lo più vegane) che le hanno permesso di raggiungere questo traguardo senza rinunciare a piatti gustosi e nutrienti.

Irina è anche coach olistica per la salute personale ed esperta di social media, quindi il suo blog è divenuto un punto di riferimento molto seguito ed esauriente per coniugare dieta e passione per la cucina.

Ti suggeriamo anche  Negli Stati Uniti Disney lancia le orecchie di Topolino rainbow ed è delirio

Photo Credit: IrinaGonzalez.com

La prossima settimana continueremo il nostro viaggio alla scoperta della cucina “gay friendly”, tornate a trovarci!