POSTER DA INVESTIMENTO

Nuove frontiere del collezionismo: un articolo adatto a tutte le tasche, i manifesti cinematografici, conoscono un momento di boom. Oltre centomila dollari per il poster di "A man in black" del 1934.

POSTER DA INVESTIMENTO - GONEWINDOS - Gay.it
2 min. di lettura

Settimana post-pasquale abbastanza tranquilla sui mercati finanziari.
Unico avvenimento di rilievo è stato il Beige Book della Federal Riserve americana.
Il disegno sull’economia Usa che ne deriva, evidenzia ancora come le difficoltà generali siano ben presenti, e rallentino un’eventuale ripresa.
Si contrae il settore industriale, quello manifatturiero, e solo l’immobiliare invece continua il suo felice momento.
Oltre agli effetti della guerra poi, a condizionare le economie (ed in particolare il settore turistico) è l’epidemia della Sars, che sta assumendo i caratteri di un vero e proprio flagello.
E’ ancora presto quindi cercare di leggere in maniera chiara l’immediato futuro dell’economia globale, e le incertezze prendono per ora il sopravvento.
Infine, da segnalare la riconferma del Governatore Greenspan come presidente della Fed, a seguito del nuovo mandato (il quinto) propostogli da Bush.

POSTER DA INVESTIMENTO - soldi lente - Gay.it

LA LENTE DI INGRANDIMENTO
Chi di noi non ha mai avuto, magari appeso ad un muro della propria casa, un poster?
E chissà quanti si immergevano sognanti nelle immagini di un manifesto cinematografico…
Sicuramente poche persone risponderebbero negativamente.
E soprattutto chi l’avrebbe mai detto che pure questi oggetti sarebbero diventati in pochi anni preziose icone da collezionare?
Perché tali oggigiorno occorre considerarle.
Nel corso del tempo molti grandi artisti hanno dato il loro contributo nella realizzazione di piccoli capolavori dell’arte, e attraverso le loro figure hanno raccontato i cambiamenti della nostra società, i progressi, le guerre, le innovazioni tecnologiche, i grandi capolavori del cinema.
Benché pure nei decenni passati fossero al centro dell’interesse per molti collezionisti, hanno conosciuto un vero e proprio boom a partire dalla fine degli anni ’90, e le loro quotazioni sono arrivate per alcuni pezzi a livelli astronomici (oltre centomila dollari per il poster del film “A man in black” del 1934), e comunque in generale sono raddoppiate se non triplicate.
Tra l’altro il fatto che come forma di investimento siano accessibili a quasi tutte le tasche, ne ha ulteriormente ampliato la diffusione, ed in questo periodo di magri risultati per le più tradizionali forme di risparmio vengono considerati quasi un bene rifugio alla stregua di molte opere d’arte.
Ovviamente, proprio come il collezionismo classico, i criteri per la scelta dell’oggetto sono l’artista, la conservazione, la qualità della realizzazione, la provenienza, la rarità.
I poster più ricercati sono quelli pubblicitari ed i cinematografici.
Cos’altro dire se non esortarvi a cercare nelle soffitte, nei bauli, negli scaffali coperti dalla polvere, negli angoli dimenticati delle vostre case; potreste avere la sorpresa di trovare un ricordo del passato, indelebile immagine di un tempo che fu.

di Sirio Belli

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

chat gay gratis italiana

Chat per incontri gay: le 7 migliori app del 2024

Lifestyle - Redazione 5.1.24
Intelligenza artificiale e comunit lgbtiqa

Intelligenza artificiale e impatto su comunità LGBTQIA+ e gruppi marginalizzati

Culture - Francesca Di Feo 22.12.23