Islanda: scala arcobaleno illumina una delle scuole più antiche del paese

di

"Reykjavik è una città dei diritti umani e una città per tutti, dove tutti i colori possono fiorire. Sono molto orgoglioso di essere il sindaco di una città...

CONDIVIDI
455 Condivisioni Facebook 455 Twitter Google WhatsApp
6690 0

Una meravigliosa scala arcobaleno è stata spuntata nel cuore di Reykjavik, la capitale dell’Islanda, in occasione della parata del Pride di questo mese.

rainbow_iceland Il Pride della città si è tenuto durante lo scorso weekend e proprio in vista dell’evento LGBT i gradini di una delle istituzioni più antiche della città, la Menntaskólinn í Reykjavík school, sono stati verniciati con i colori della rainbow flag. Un’iniziativa popolare, frutto dell’organizzazione spontanea di cittadini di tutte le età che si sono dati appuntamento per “customizzare” a tema pride uno dei luoghi più importanti della cultura e dell’immagine di tutta l’Islanda.

Photo by York Underwwod

La scuola, celebre e prestigiosa, fu fondata addirittura nel 1056, mentre l’edificio attuale fu costruito a metà dell’800. Molti politici si sono formati nelle sue aule e praticamente tutti i primi ministri dell’Islanda.

Parole belle e importanti anche da parte del sindaco di Reykjavík Dagur B Eggertsson, che ha dichiarato: “È straordinario che qualcosa di così quotidiano come i colori dell’arcobaleno possa essere il simbolo per i diritti umani e per la libertà. Ed è bellissimo soprattutto che giovani e anziani si siano uniti per dipingerli”. Il sindaco ha poi aggiunto: “Per me, il significato di tutto ciò è quello di sottolineare che Reykjavik è una città dei diritti umani e una città per tutti, dove tutti i colori possono fiorire. Sono molto orgoglioso di essere il sindaco di una città così”.

Terra assai LGBT l’incantevole Islanda: qualche mese fa è girata la notizia che una compagnia aerea aveva chiamato “GAY” un suo grande aereo fucsia. Skúli Mogensen della WOW Airline aveva spiegato: “Uno dei nostri piloti è venuto da me e mi ha suggerito questo nome, ho pensato che fosse una bellissima idea e così abbiamo portato avanti il progetto”. L’aereo GAY si è unito agli altri aerei della compagnia: MOM, DAD, SIS, BRO, SON, KID.

o-WOW-AIR-facebook-1_640x345_acf_cropped

Leggi   Novara, il sindaco non dà il patrocinio al Pride: "Inutile ostentazione"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...