Attori etero che interpretano personaggi LGBT: per Russell Tovey è normale

di

Russell Tovey non capisce la polemica legata agli attori eterosessuali che interpretano personaggi LGBT.

CONDIVIDI
101 Condivisioni Facebook 101 Twitter Google WhatsApp
5301 0

Negli ultimi anni abbiamo visto più e più volte attori dichiaratamente eterosessuali interpretare personaggi LGBT. Basti pensare a film come Tuo, Simon, Call Me By Your Name, God’s Own Country, ma anche Moonlight, The Danish Girl e Dallas Buyers Club.

Tante, e puntuali, le polemiche aizzate dalle associazioni LGBT d’America, stanche di vedere attori e attrici eterosessuali tramutarsi in gay, lesbiche, bisex e transgender. Una polemica sgradita a Russell Tovey, volto di Looking attualmente fidanzato con Steve Brockman che ha giustamente sottolineato dalle pagine di Queerty come la natura stessa della ‘recitazione’ obblighi qualsiasi attore e/o attrice a diventare qualcun altro.

E’ una cosa che adoro. Un bravo attore dovrebbe interpretare la parte. Gay, etero o altro, dovrebbe avere l’opportunità di poterla interpretare. Non ho alcun fastidio nei confronti di un attore eterosessuale a cui va un ruolo gay, in quanto mi auguro che una persona eterosessuale non si infastidisca nei confronti di una persona gay che interpreta un ruolo eterosessuale. Finché quel ruolo va ad un attore bravo, non vedo il problema“.

russell tovey

Quando gli è stato chiesto se crede che ci sia uno squilibrio nell’industria cinematografica e se sia più difficile per gli attori dichiaratamente omosessuali interpretare ruoli omosessuali, Tovey ha pennellato i lineamenti di un’industria molto più aperta all’inclusione, in questo preciso momento storico.

Forse un tempo. Non penso che ora come ora accada ancora. Un sacco di progetti che hanno ruoli gay sono stati presi da superbi attori gay. Penso che sia equilibrato. Credo di vivere in un periodo in cui se Hollywood sta realizzando un film gay troveranno un attore gay per un ruolo gay“.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...