Sensuali e bravi: i Kazaky la boy band che viene dall’Est

di

Sono quattro ballerini, arrivano dall'Ucraina, ma uno diloro è italiano. La loro bravura e la sensualità delle loro performance hanno già conquistato il web. Gay.it li ha incontrati.

9800 0

Arrivano dall’Ucraina, Kiev, (ma uno di loro è italiano), e sono quattro performer di altissimo livello: Oleg Zhezhel, Artur Gaspar, Kyryll Fedorenko e Francesco Borgato. Un’incredibile combinazione di bellezza maschile, sensuale fisicità e acrobazie coreografiche, ha fatto sì che i Kazaky hanno spopolato sul web sin dal loro esordio. I video dei loro primi due singoli Love e In the middle, hanno registrato un record di accessi. In breve tempo i Kazaky hanno attirato su di sé anche le attenzioni del mondo della moda e della stampa internazionale. Dean e Dan Caten di Dsquared2 hanno voluto la boy band del momento per presentare la nuova collezione Primavera Estate 2012 nel corso dell’ultima fashion week milanese. Al momento i Kazaky sono in studio per realizzare il loro primo album.

Come vi siete incontrati e come avete deciso di formare una band?

In modo molto ordinario. Ognuno di noi è un danzatore, interessi comuni e stessi obiettivi: questo ci ha uniti. Il risultato è Kazaky.

Cosa significa “Kazaky”?

È una parola giapponese, abbiamo scelto questo nome perché amiamo il Giappone, la sua cultura ispira e influenza molto il nostro lavoro creativo.

Uno di voi, Francesco, è italiano. Come è finito nella band?

Sì, Francesco è italiano, di Venezia. Tempo fa uno dei componenti originali del gruppo decise di lasciare, così abbiamo avuto bisogno di trovare un sostituto. Abbiamo visto un video di Francesco che ballava la nostra musica e siamo rimasti molto colpiti dal suo professionismo. Abbiamo così fissato un appuntamento con lui, dopodiché abbiamo realizzato che era il candidato giusto e poteva benissimo lavorare con noi.

State lavorando al vostro album di debutto, quando sarà pronto?

"Ci stiamo lavorando e non vogliamo ancora divulgare la data di uscita finché non è completamente pronto. Non vediamo l’ora di accontentare i nostri fans con le nuove canzoni".

Cantanti, ma soprattutto grandi danzatori. Come avete fatto a imparare a ballare sui tacchi a spillo?

Studiamo danza sin da quando eravamo bambini. Il nostro è il risultato di una pratica e applicazione costanti. Lo stesso per danzare coi tacchi, pratica e ripetizione, nessuna magia!

Come siete entrati in contatto con il mondo della moda?

Abbiamo sempre seguito la moda e le tendenze e assistito a molte sfilate. Poi è accaduto che Anouki e Bicholla, due talentuosi stilisti amici nostri ci hanno invitato a prendere parte alla loro sfilata.

Come avete conosciuto poi Dan e Dean di Dsquared2?

Loro erano interessati alla nostra creatività e lo scorso maggio ci hanno offerto di partecipare con una performance al Life Ball fashion show di Vienna. In quell’occasione li abbiamo anche conosciuti personalmente.

Poi vi hanno voluti anche a Milano per la loro passerella maschile?

Sì, ed è stata la nostra prima volta in Italia. Una grande esperienza lavorare con persone di così grande talento.

Quando tornerete nel nostro paese per un vostro show?

Sicuramente verremo in Italia con una tappa del nostro A`Men Tour. Potete trovare tutte le news e le date del tour sulla nostra pagina web ufficiale www.kazaky.com tenete d’occhio le nostre date e venite a vederci.

Un vostro messaggio ai ragazzi italiani?

Siate sempre voi stessi e ascoltate il vostro cuore.

(foto di sonia plakidyuk / moi sofism / @ SALT photoproduction)

di Francesco Belais

Leggi   Ho 10 canzoni con cui fare sesso e posso ospitare
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...