Video

Lessons in Tolerance, la prima commedia ucraina contro l’omofobia esce al cinema tra plausi e proteste

“Soldi per l’esercito, non per la propaganda LGBT!”, hanno tuonato i gruppi ultranazionalisti imbrattando i poster con le svastiche. "Questo film può aiutare gli omofobi a riconoscersi", ha risposto loro il regista.

ascolta:
0:00
-
0:00
3 min. di lettura

A due anni dal via alla produzione è uscito nei cinema di Ucraina Lessons in Tolerance di Arkadii Nepytaliuk, film tratto dall’opera teatrale Gay Parade di Ihor Bilyts. Una commedia queer contro l’omofobia che ha ottenuto un finanziamento statale di 81.000 dollari.

Protagonista è un un’insegnante di una scuola provinciale che desidera salvare la propria famiglia dai debiti e per riuscirci convince suo marito e i suoi figli a iscriversi ad un programma statale incentrato sull’integrazione europea, soprannominato “Lezioni di tolleranza”. Secondo questo programma, dovranno ospitare nella loro casa per un certo periodo di tempo un attivista LGBT. La famiglia è così costretta a fare i conti con la propria omofobia.

Al momento dell’uscita, attivisti di gruppi ultranazionalisti tra cui Prava Molod (Gioventù di destra) hanno picchettato i cinema che proiettano la pellicola nella città orientale di Kharkiv e a Kiev, tuonando: “Soldi per l’esercito, non per la propaganda LGBT!”. Un uomo incappucciato ha disegnato croci ortodosse e simboli neonazisti sulle locandine del cinema October di Kyev.

“Il nostro film è molto attuale e ciò che è stato dipinto sulle pareti del cinema October ne è la prova”, ha detto il regista Arkadiy Nepytaliuk.

Girato in nove giorni in uno squallido appartamento in stile sovietico, il film di Nepytaliuk è ricco di umorismo. L’omofobia viene qui raccontata come una sorta di ‘sfogo’ rabbioso da parte di chi viene lasciato indietro dai cambiamenti sociali ed economici.

In Lessons in Tolerance la famiglia protagonista teme l’arrivo dell’ospite gay, Vasyl.

“Cosa diranno i nostri vicini e i nostri parenti?”, si domanda il padre, Zenyk, autista disoccupato. Suo figlio Denys, che gestisce un’officina in fallimento, sottolinea come si stiano “vendendo per denaro“. Ma Vasyl coglie di sorpresa la famiglia perché ai loro occhi non sembra omosessuale.

“Dov’è il tuo essere omosessuale? Arriva domani?”, gli domanda Zenyk mentre lo accoglie in casa. “Il film può aiutare”, ha detto Nepytaliuk all’AFP. “Una persona che prova omofobia riconoscerà se stessa, i suoi pensieri e sentimenti nei personaggi del film, e inizierà a pensarci: ‘Perché lo faccio? Cosa farei in questa situazione?'”

La sera della proiezione al cinema October, la polizia ha pattugliato l’interno e l’esterno della sala. D’altronde 10 anni fa quello stesso cinema venne dato alle fiamme per aver proiettato un film francese con uomini in drag.

“Si tratta solo di famiglia, di relazioni”, ha detto Oleksandra, una giovane regista di Mariupol dopo aver visto Lessons in Tolerance. “Alcune persone hanno detto che si tratta di propaganda LGBT – assolutamente no!”, ha detto Ylona Boiko, attrice e insegnante. “Per me, si tratta di amore e di persone care.”

I sondaggi d’opinione condotti dall’Istituto nazionale democratico ucraino hanno rilevato come il sostegno all’uguaglianza giuridica per le persone LGBTQ sia aumentato dal 54% dell’agosto 2022 al 72% del novembre 2023.

Yuriy, ragazzo di 23 anni che raccoglie donazioni per l’esercito, ha detto a France24 che crede che il film possa cambiare la mente delle persone, come accaduto a lui. Cresciuto in una piccola città, ha ammesso di essere stato “un radicale che odiava i gay”, finché non è andato all’università di Kiev e ha conosciuto un compagno di studi che era omosessuale. “Ho capito che volevo davvero tornare nella mia piccola città e mostrare questo film ai miei genitori, che una volta mi hanno insegnato che i gay, le lesbiche e coloro che sono transgender e bisessuali sono cattive persone”. “Penso che sia sbagliato e voglio che quante più persone disinformate possibile vedano questo film.”

Lessons in Tolerance, la prima commedia ucraina contro l'omofobia esce al cinema tra plausi e proteste - Lessons in Tolerance poster - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Fulvio Magni 29.2.24 - 15:32

Dov'è il mio essere omosessuale? Primo: mai fidarsi degli eterosessuali Secondo: mettilo in culo agli eterosessuali

Trending

Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
100% Italia, Dario e Giorgio sono tornati per Il Torneo dei Campioni. E volano in semifinale - Dario e Giorgio - Gay.it

100% Italia, Dario e Giorgio sono tornati per Il Torneo dei Campioni. E volano in semifinale

News - Redazione 17.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24

Leggere fa bene

Oscar 2024, le nomination. Colman Domingo primo attore dichiaratamente gay candidato dopo 25 anni - Oscar 2024 - Gay.it

Oscar 2024, le nomination. Colman Domingo primo attore dichiaratamente gay candidato dopo 25 anni

Cinema - Federico Boni 23.1.24
Andrew Scott in Estranei (2023)

Estranei è molto più di una storia d’amore gay

Cinema - Riccardo Conte 27.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
C'è Ancora Domani maggior incasso del 2023 davanti a Barbie, per la prima volta il Cinema italiano è donna - barbie ce ancora domani - Gay.it

C’è Ancora Domani maggior incasso del 2023 davanti a Barbie, per la prima volta il Cinema italiano è donna

Cinema - Federico Boni 29.12.23
Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer - Laura Dean continua a lasciarmi - Gay.it

Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer

Cinema - Redazione 13.12.23
Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: "La transfobia ha invaso l'America, è vergognoso e doloroso" - annette bening figlio trans Stephen Ira - Gay.it

Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: “La transfobia ha invaso l’America, è vergognoso e doloroso”

Cinema - Redazione 2.11.23
Berlino 2024, i vincitori del Teddy Award. All Shall Be Well miglior film LGBTQIA+ - All Shall Be Well - Gay.it

Berlino 2024, i vincitori del Teddy Award. All Shall Be Well miglior film LGBTQIA+

Cinema - Federico Boni 26.2.24