Insulti omofobi a un rivale: Un mese di squalifica per un rugbista

di

Pugno duro nel rugby inglese contro Denny Solomona, giudicato colpevole di omofobia nei confronti di Jamie Shillcock.

CONDIVIDI
305 Condivisioni Facebook 305 Twitter Google WhatsApp
5128 0

Nel rugby, fortunatamente, con l’omofobia non si scherza.

24enne rugbista neozelandese ala dei Sale Sharks, Denny Solomona è stato squalificato per omofobia. Denny ha infatti insultato Jamie Shillcock, giocatore dei Worcester Warriors.

Abbiamo rilevato che il giocatore ha usato un linguaggio verbale non adatto e offensivo, in più di un’occasione e in rapida successione. Il Panel ha giudicato l’accaduto come “un evento non premeditato” dettato dalla foga del gioco, ma in ogni caso queste sono parole che non devono mai sentirsi in un campo di rugby”.

Dichiarazioni ufficiali da parte della Commissione Disciplinare della Premership britannica, con Solomona, nel giro della nazionale della fortissima Inghilterra, squalificato per 4 settimane. Jamie Shillcock, 20enne più volte insultato in campo, ha segnalato quanto accaduto all’arbitro Andrew Jackson, nel corso della partita, senza ottenere risposta. Solomona non potrà tornare a calcare i campi di gioco fino al prossimo 8 maggio. Si tratta della 2° squalifica per omofobia in pochi mesi nel mondo del rugby professionistico, dopo lo stop ai danni del francese Mathieu Bastareaud, del Tolone, a fine gennaio fermato per tre settimane dalla Commissione Disciplinare dopo l’insulto omofobo rivolto a Sebastian Negri del Benetton Treviso,

Leggi   Cacciati da un pub perché gay: 'Solo coppie miste'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...