NOTTI GAY CON DRAG & DANCERS

di

Il Mama Mia, il più famoso locale della Versilia gay si rinnova. Si cercano ballerini per formare un corpo di ballo. E poi concorsi e novità. Ce ne...

1070 0

PISA – E’ il palcoscenico più ambito dell’estate gay. E’ il “palco-terrazza” del Mama Mia, storico locale della notti versiliesi, che di anno in anno rinnova la propria carica attrattiva con incredibili trovate. Nacque tutto nel 1999: allora il Mama non era che una baracchina di legno, all’interno della quale non trovavano posto più di una ventina di persone.

Le sere d’estate, però, ragazzi e ragazze, allora poche centinaia, si ritrovavano davanti alla veranda del Mama Mia per bere, rivedere amici, fare conquiste. Il locale cresce, e già nell’estate del World Pride del 2000 la folla che si raduna intorno alla baracchina è incontenibile. Così, l’anno dopo, il Mama trova una nuova veste provvisoria e più ampia, che nel 2002 si trasforma definitivamente nell’attuale struttura moderna e accogliente, resa più preziosa dalla ampia terrazza dalla quale ogni sera, si esibiscono le anime delle notti del Mama Mia.
A condurre l’animazione del discobar di Torre del Lago, la affascinante, irriverente, incontrollabile Regina Miami, un vero mito per i frequentatori del Mama. E non solo per loro: recentemente – solo per dirne una – ha intrattenuto dal palco i tanti partecipanti alla manifestazione del Kiss2PaCS del 14 febbraio a Roma, sfoggiando la sua classe, la sua allegria e il suo savoir-faire.
A lei, che insieme all’inseparabile Markesa, e all’art direction del vulcanico Piero, è il motore delle notti del Mama Mia, abbiamo chiesto di raccontarci le novità della stagione 2004.
Allora, Regina, pare che la prossima stagione del Mama Mia ci riservi parecchie sorprese… Ci puoi dare qualche anticipazione?
Il Mama Mia necessitava di una piccola ventata di novità: ormai le persone mi hanno visto in tutte le salse, quindi è d’obbligo un rinnovamento. Così, seguendo l’ondata dello show in diretta, abbiamo pensato di formare un corpo di ballo VERO (basta con scoordinate e via dicendo). A questo scopo, udite udite, cerchiamo ballerini, oltre che baristi, animatori e altro personale artistico! A breve inizieranno le selezioni (per info e iscrizioni, andate su www.gay.it/mamamia/), che andranno avanti per tutta l’estate; verranno scelti due ragazzi, con esperienza di ballo di almeno un anno, che lavoreranno con noi, sotto la direzione di Marzio e mia, per due settimane durante le quali si preparerà uno spettacolo; alla fine della seconda settimana si proporrà lo spettacolo. Il pubblico intanto avrà il compito di osservare i ballerini per tutto il periodo che resteranno con noi e votare il migliore. La domenica successiva allo spettacolo verrà decretato il migliore e subito dopo verranno presentati i nuovi due ballerini e si ripartirà da capo. Ad agosto i migliori che hanno vinto le varie selezioni lavoreranno per il Friendly Versilia. Ovviamente non finirà qui, ma il resto ve lo racconterò in seguito. Tra l’altro verranno selezionate anche alcune ragazze. Poi avremo i vari concorsi di “bellezza” Miss Drag Queen Italia 2 (la vendetta), Miss Gaya, che ha portato molta fortuna alla scorsa vincitrice, Serena, poi la settimana degli Orsi, la settimana delle Donne, il Summer fest con ospiti internazionali e molti altri eventi da non perdere.
Raccontaci un po’ di te: da dove vieni, dove vai, quali sono i tuoi sogni e che cosa ti da l’esperienza del Mama?

Io come già tutti sanno vengo da Torino, ma oramai sono stato adottato dalla Toscana e ne sono onorato trovo che sia una regione MERAVIGLIOSA. I miei sogni? Ne ho una marea, e ci credo pure, il più importante è quello di far diventare il fenomeno Drag alla portata di tutti. Per esempio quando andai a New York rimasi sbalordito dall’enorme rispetto e considerazione che hanno le Drag in quel paese. Alle Canarie, dove tra l’altro andrò prestissimo, il carnevale Drag e l’annesso concorso di miss Drag è addirittura sovvenzionato dal ministero del turismo! Allora perché non provarci qui? Un altro sogno è quello di montare un musical drag vero e proprio, quasi allo stesso livello dei più noti musical. E poi c’è una ventina di altri sogni… Devo dire che l’esperienza del Mama ha contribuito ad alimentarli. Vedi, per quanto mi riguarda il Mama Mia mi ha dato tutto quello che ogni Drag del mondo sogna: 20.000 persone che ti seguono e si divertono con te. Wow! Che meraviglia! Cosa voglio di più? Ho il massimo; ma a questo punto bisogna crescere, e tutti insieme, dobbiamo lasciare un segno indelebile del movimento glbt in Italia e un segno veramente bello.
Una curiosità: tutti coloro che ti seguono a Torre del Lago, conoscono anche la tua inseparabile Markesa. Quale sarà il suo futuro con te?
La Markesa è cresciuta e bene anche, e devo dire mi stupisce quanto creda in me… se è per questo anche Marzio… quindi è arrivato il momento che smetta di fare la Velina, quest’anno sarà co-conduttrice quindi PARLERA’, presenterà, organizzerà e ovviamente ballerà! Si occuperà delle serate per sole donne e molte altre cose. Trovo sia il momento giusto per un bel salto di qualità.
Confessacelo: quante proposte di matrimonio hai ricevuto dal pubblico del Mama Mia?

Proposte di matrimonio NESSUNA! Forse sono troppo vecchia? O troppo impegnato o che ne so! So solo che non mi si fila nessuno. Capisco che stare dietro ad una persona come me non sia per nulla facile; lo ammetto, non ho un carattere semplice e ho bisogno costante di sicurezze e di dimostrazioni di affetto e tendo a sfinire i pretendenti. Ma credo nell’amore e pretendo che sia vero (tipo come nelle favole) altrimenti ciccia. Capisci perché mi stanno alla larga?
Parliamo della sigla dell’estate 2004: dopo “Fa chic” e “Siamo tutti là fuori”, hai qualche idea per quest’anno?
La sigla ora come ora brancolo nel buio e stiamo seriamente pensando di farcela da noi ma non è stato ancora definito nulla quindi vi lascio in sospeso.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...