Depilazione maschile: i segreti di un doloroso Tabù

Se in Italia è stata sdoganata da tempo grazie ai vanitosissimi tronisti della Tv, in Inghilterra la depilazione rimane un argomento di forte discussione. Ecco i consigli per uno strappo indolore.

Il pelo fa l’uomo macho? Se i Bear rabbrividiscono alla vista di un petto completamente glabro, moltissimi ragazzi non riescono a fare a meno della ceretta e trovano la pelle liscia incredibilmente sexy. Se poco tempo fa la depilazione maschile si limitava a zone come petto, schiena e in casi del tutto eccezionali alle gambe dei ciclisti, adesso tutto è concesso, anche la temutissima ceretta inguinale. Se stranamente in Italia la depilazione è un tabù che la televisione è riuscita a far crollare in poco tempo, in Inghilterra l’uomo glabro viene ancora guardato con un pò di diffidenza o comunque rischia di essere etichettato automaticamente come omosessuale. Ne è la dimostrazione lo scandalo che hanno suscitato le foto di un sofferente Simon Cowell, giudice dell’X-Factor anglosassone, sotto le mani di un’estetista intenta ad eliminare ogni pelo superfluo dal suo petto. Il Daily Mail ha dedicato ampio spazio allo "scoop" e il Daily Telegraph ha lanciato un dibattito sul trend che è in vertiginosa crecita in ogni parte del mondo.

Ci sono ottimi motivi per depilarsi, indipendentemente dal proprio gusto estetico. Dal punta di vista igienico, avere un corpo glabro può aiutare a prevenire infezioni dovute alla permanenza dei batteri a contatto con ferite causate da traumi fisici ed è consigliabile soprattutto a chi, praticando regolarmente sport, è soggetto ad abbondante traspirazione. Una certezza invece esiste: la ceretta fa male. Per questo la ricerca estetica si concentra da molti anni su quello che sarebbe il sogno di donne e uomini, cioè l’epilazione indolore. Se la soluzione più semplice potrebbe sembrare la rasatura, in realtà a lungo temine potrebbe portare alcuni svantaggi tra cui la ricrescita di un pelo sempre più forte, ispido e di conseguenza più difficile da eliminare. E in quel caso la ceretta diventerebbe aggressiva anche per la pelle. Il laser a luce pulsata è sicuramente lo strumento che più si avvicina ad una depilazione quasi impercettibile in quanto distrugge il pelo alla radice attraverso un processo denominato fototermolisi selettiva del follicolo pilifero. I risultati sono ottimi e soprattutto duraturi nel tempo: il bulbo si indebolisce, così come il pelo, che cresce sempre più lentamente e il cui diametro si riduce.

Ti suggeriamo anche  E’ in arrivo l’atteso LUNA Mini 3 by Foreo

Il costo però non consente a tutti di accedere a questa tecnica, nonostante gli istituti di bellezza e i dermatologi la pratichino ovunque, il prezzo è ancora molto alto e le sedute durano svariati minuti. Inoltre, anche se questa viene definita "epilazione definitiva", i risultati variano da soggetto a soggetto e dopo qualche anno i peli potrebbero comparire di nuovo sulle aree trattate. Una valida alternativa portebbe essere una speciale ceretta arricchita da un elemento chimico, il Biossido di Titanio, che permette alla cera di aderire perfettamente al pelo ma non alla pelle. Il dolore, quindi, si ridurrà a quello dello strappo del pelo evitando anche alla pelle di squamarsi o irritarsi. Richiedere all’estetista l’utilizzo di questa cera rispetto alla tradizionale comporta un aumento di pochi euro sul prezzo del servizio ma assicura uno strappo decisamente più efficace e meno aggressivo. Qualche soggetto però, potrebbe avere una brutta sorpresa già a distanza di qualche ora dalla seduta e cioè un’irritazione che prende il nome di follicolite e che si manifesta con la comparsa di numerose bollicine. La soluzione? Una crema contenente una modesta quantità di cortisone o una buona pomata idratante per alleviare il rossore e in pochi minuti potrete godervi una pelle liscia come non la vedevate dai tempi della pubertà.