UNITI CON I GAY

di

Omosessuali in gita ad Alessandria domenica 26: le associazioni coinvolgono cittadini e istituzioni, per testimoniare contro le minacce omofobe che fecero cancellare la cena gay. Adesioni da DS...

550 0

Una cena che unisce. Dopo le minacce ricevute dai giovani omosessuali alessandrini che avevano deciso di organizzare un ritrovo tra i frequentatori della chat di Gay.it, minacce che hanno portato all’annullamento dello stesso ritrovo, le associazioni piemontesi gay, lesbiche e transessuali, hanno deciso di organizzare ad Alessandria una cena di solidarietà anche a seguito della importante mobilitazione delle autorità locali cittadine. Una cena alla quale parteciperanno esponenti dei Ds insieme con quelli di AN…
L’occasione ha lo scopo di portare solidarietà a tutti i gay, le lesbiche e le persone transessuali, ma anche ai semplici cittadini che si sono sentiti colpiti da un atteggiamento tanto stupido e minacciati nella loro libertà di incontrarsi.
Sotto questa bandiera hanno aderito all’iniziativa, oltre naturalmente al nostro sito Gay.it, da Alessandria la CGIL, il GAGAA Gruppo Azione Gay e la Cooperativa “Il Gabbiano”; da Torino, l’Associazione InformaGay, il Circolo Arcigay “Egg”; e poi, il Circolo Arcigay “Ottavio Mai” di Ivrea, i CODS Piemonte, il Coordinamento GLBTT del PdCI Pasolini e il Jolly Club di Spinetta Marengo.
Hanno confermato la loro adesione e la partecipazione alla cena: 2 assessori comunali, 2 consiglieri comunali DS, 1 consigliere comunale AN, 1 consigliere comunale Lega Nord, esponenti politici locali DS e AN, 1 assessore provinciale, 1 segretario della FP-CGIL. Aderiscono anche, pur se impossibilitati a partecipare, 2 membri della segreteria CdL di Alessandria, 1 esponente locale dei DS, 1 consigliere comunale, 1 coordinatore RSU.
Un modo per esprimere con un gesto concreto ed una presenza vera la necessità di continuare ogni giorno la mobilitazione per la difesa dei diritti di questi cittadini e cittadine che si sono sentiti colpiti dall’atteggiamento stupido e scellerato di pochi. Gli stessi responsabili del sito informativo di Alessandria che avevano ricevuto le minacce per gli organizzatori della cena hanno confermato la loro presenza in segno di solidarietà e parteciperanno alla cena che si svolgerà Domenica 26 gennaio 2003.
Il programma della giornata prevede una gita per il centro storico per la città di Alessandria ed una cena: la visita parte dalla chiesa gotico-rinascimentale di S. Maria di Castello, recentemente restaurata, e passeggiando nel centro storico va alla scoperta di palazzi e palazzotti costruiti soprattutto in età barocca (Ghilini, Guasco, Cuttica) e di alcune architetture razionaliste pressochè sconosciute, edificate intorno agli anni 30 del Novecento. Chi desidera partecipare, può ritrovarsi ad Alessandria alle 15,30-15,45 in piazza Garibaldi angolo via Savona (la via del nuovo teatro comunale) o partire da Torino alle 14.30 in piazzale Fratelli Ceirano (c.so Unità d’Italia angolo via Garessio – subito dopo museo automobile). Per chi desidera partecipare solo alla cena, l’appuntamento è alle 19,15 al ristorante Cappelverde via San Pio V 26. Per informazioni e prenotazioni inviare mail a contributi@informagay.it.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...