Francia, il ministro della giustizia si scusa per le leggi omofobe passate. Primo via libera al risarcimento

Si stima che decine di migliaia di persone – per lo più uomini gay – siano state condannate in base alle leggi omofobe in quei quattro decenni di repressione.

ascolta:
0:00
-
0:00
Francia, il ministro della giustizia si scusa per le leggi omofobe passate. Primo via libera al risarcimento - Parigi rainbow Pride - Gay.it
2 min. di lettura

Il ministro della Giustizia francese Eric Dupond-Moretti si è scusato pubblicamente con coloro che hanno sofferto a causa delle leggi anti-gay del Paese, attive tra il 1942 e il 1982. È stato infatti presentato un disegno di legge che mira a risarcire le vittime di quelle leggi, per ora approvato all’unanimità dalla Camera e a breve esaminato dal Senato.

Si stima che almeno 10.000 persone – per lo più uomini gay – siano state condannate in base alle leggi omofobe in quei decenni di repressione, con altre 50.000 persone condannate sulla base della legge sull’indecenza pubblica. Sebbene molti siano morti, la BBC ha riferito che almeno 400 potrebbero avere diritto a un risarcimento. Quella tristemente celebre legge del 1960 inserì nel codice penale (articolo 330, comma 2,) una clausola che raddoppiava la pena per gli atti osceni e per l’attività omosessuale. L’attuazione si traduceva in arresti arbitrari, persecuzioni e carcere. Uomini e donne venivano regolarmente sottoposti a umiliazioni pubbliche e privazioni dei loro diritti fondamentali. Molte vittime subirono danni irreparabili alla loro reputazione, carriera e vita personale. In molti casi, le persone erano costrette a nascondere la loro identità per paura di ritorsioni legali e sociali. Alcuni persero il lavoro, furono emarginati dalle loro comunità o furono costretti a lasciare le loro città.

Eric Dupond-Moretti, ministro della giustizia, si è ora scusato “a nome della Repubblica francese”.

“Mi dispiace per il popolo – il popolo omosessuale francese – che, per 40 anni, ha subito questa repressione totalmente ingiusta”, ha detto il ministro.

L’omosessualità venne depenalizzata in Francia nel 1791, durante la Rivoluzione francese. Ma nel pieno della seconda guerra mondiale, il governo di Vichy, sostenuto dai nazisti, introdusse un’età del consenso ineguale, innalzando l’età del consenso a 21 anni per l’attività sessuale tra persone dello stesso sesso. Questa disparità venne cancellata solo nel 1982. 40 anni dopo.

Michel Chomarat, 75 anni, venne arrestato durante un’irruzione in un bar gay a Parigi nel 1977 e condannato secondo la legge sull’indecenza pubblica. “Lotto da quasi 50 anni perché non ho mai accettato di essere arrestato e condannato“, ha detto l’uomo a France 24. Se anche il Senato dovesse votare a favore della legge risarcitoria, Michel otterrebbe almeno 10.000 euro di risarcimento. Ma non sono tanto i soldi, l’obiettivo, bensì la certificazione di un abuso subito per mano dello Stato.

Terrence Katchadourian, segretario generale di Stop Homophobie, ha accolto con soddisfazione il voto unanime alla Camera. “Il fatto che la Francia chieda perdono… invia un bellissimo messaggio a tutto il mondo”.

Joël Deumier, co-presidente di SOS Homophobie, ha fatto eco a questo sentimento, affermando che il voto ha inviato un “segnale estremamente forte”, ma ha osservato che “non può esserci riconoscimento senza riparazioni”.

In tutta Europa anche altri Paesi come Germania, Austria, Spagna, Regno Unito e Scozia hanno intrapreso iniziative simili per risarcire e riabilitare coloro che sono stati perseguitati a causa del loro orientamento sessuale e affettivo, o della loro identità di genere.

La settimana scorsa il parlamento francese ha votato per inserire il diritto all’aborto nella costituzione, con il presidente Emmanuel Macron che ha firmato ufficialmente l’emendamento nel fine settimana.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

La Lega presenta una proposta di legge per "vietare l'insegnamento delle teorie gender nelle scuole" - Laura Ravetto - Gay.it

La Lega presenta una proposta di legge per “vietare l’insegnamento delle teorie gender nelle scuole”

News - Redazione 24.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24

Leggere fa bene

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno - Lavinia Mennuni - Gay.it

Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno

News - Redazione 22.3.24
triptorelina-tavolo-tecnico-schillaci-roccella

Triptorelina, l’Italia di Meloni all’attacco: ecco il tavolo tecnico per “valutare” la somministrazione in ambito di affermazione di genere

Corpi - Francesca Di Feo 26.3.24
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
elon-musk-gina-carano

Licenziata da Disney per le sue battute omobitransfobiche, Elon Musk pagherà la battaglia legale di Gina Carano

News - Francesca Di Feo 15.2.24
bandiera progress pride

Le conquiste internazionali sui diritti LGBTQIA+ del 2023

News - Federico Boni 19.12.23