Palermo, aggressione omobitransfobica, anche da parte di minorenni: “Se denunciate vi ammazziamo”

Piazza Verdi teatro di un violento pestaggio ai danni di sei ragazzi. Nessuno dei passanti si sarebbe fermato a prestare soccorso.

ascolta:
0:00
-
0:00
Palermo aggressione omobitransfobica
Palermo aggressione omobitransfobica
2 min. di lettura

Insultati, minacciati e infine pestati in pieno centro a Palermo, a pochi passi dal Teatro Massimo. Ieri, domenica 21 gennaio, Piazza Giuseppe Verdi è stata teatro di un’altra violenta aggressione a sfondo omobitransfobico, ai danni di sei ragazzi tra i 24 e i 29 anni, che oggi hanno deciso di sporgere denuncia.

All’uscita da un locale della movida palermitana, il gruppo si sarebbe fermato a chiacchierare nella centralissima piazza. Un altro gruppo di dodici ragazzi giovanissimi – tra cui anche alcuni minorenni – li avrebbe approcciati poco dopo. Prima, gli sguardi torvi, poi gli insulti omobitransfobici.

Ai loro ‘fr*ci di m*rda’ abbiamo risposto: ‘e allora?’. A quel punto ci hanno aggredito. Uno di noi è stato colpito alle spalle, ci hanno preso a schiaffi, poi è scattato il vero e proprio pestaggio” – racconta a Repubblica una delle vittime.

Calci, pugni e ancora insulti sono arrivati senza alcuna provocazione dal branco, poi dileguatosi verso via Cerda prima dell’arrivo della polizia. Nel corso dell’aggressione, sono state proferite minacce di morte contro le vittime, intimando loro di non denunciare l’accaduto.

Ci hanno lasciato con la minaccia di ammazzarci se avessimo chiamato la polizia. Uno di loro mi ha detto: se chiami gli sbirri ti sparo in bocca e mi ha mostrato un borsello dove diceva di tenere l’arma”.

Fortunatamente, due tra le sei vittime sono riuscite a scappare dalla rissa per chiedere aiuto. Se alcuni se la sono cavata con qualche contusione, altri sono finiti al pronto soccorso.

A rendere ancora più desolante la dinamica dei fatti, la noncuranza dei passanti: nessuno sarebbe intervenuto, né per aiutare, né per chiamare le autorità.

Nessuno ci ha soccorso. In via Ruggero Settimo c’era tanta gente. Non si è fermato nessuno a soccorrere i miei amici che venivano picchiati senza alcun motivo. I ragazzini, tutti minorenni, si sentivano i padroni della strada e potevano fare qualunque cosa. Una banda che aveva deciso di trascorrere la serata aggredendo qualcuno. Ci hanno visti e senza un motivo particolare hanno pensato bene che fossimo una possibile preda. Un obiettivo perfetto per il sabato notte. Abbiamo presentato denuncia. Spero che la polizia li prenda. È stato un incubo“.

Gli inquirenti stanno esaminando in queste ore i filmati delle telecamere situate nei pressi dell’incrocio, che forse permetteranno di identificare gli aggressori.

L’incidente avvenuto in via Ruggero Settimo, purtroppo, rappresenta solo uno degli episodi in una serie di eventi simili. Nell’arco dell’ultimo anno, si sono registrate dodici denunce per atti di violenza a sfondo omobitransfobico nelle aree della vita notturna di Palermo.

A questi si aggiungono numerosi episodi in cui, per timore, le vittime hanno scelto di non rivelare il motivo dell’aggressione o di non procedere con la denuncia.

L’ennesimo episodio di aggressione contro persone LGBTQIA+ pone con forza l’attenzione sulla necessità di politiche educative che aiutino a prevenire e arginare discriminazioni e violenza – commenta Arcigay Palermo in un post su InstagramLa mancanza di una legge contro omolesbobitransafobia ci rende un caso unico in Europa e fa riflettere sulle responsabilità della politica, complice del crescente clima violento, che anziché tutelare i diritti e le persone, cerca nuovi bersagli contro cui indirizzare l’odio. Nella nostra città è necessario un investimento sull’ordine pubblico, ma non in senso securitario: uno spazio è sicuro solo se è fruibile e attraversabile da tutte le minoranze, dunque da tutta la cittadinanza. La nostra associazione, come Centro antidiscriminazioni Protego, è in contatto con le vittime per offrirgli tutto il supporto di cui hanno bisogno”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Temptation Island 2024

Temptation Island, Raffaella Mennoia svela alcuni retroscena del docu-reality di Canale 5

Culture - Luca Diana 11.7.24
Kim Kardashian

Kim Kardashian ha provato lo sperma di salmone (e non è l’unica)

Corpi - Emanuele Corbo 12.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Salerno, aggressione omofoba al grido "ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*” - Omofobia 10 - Gay.it

Salerno, aggressione omofoba al grido “ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*”

News - Redazione 3.5.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un'aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO) - Da Se Zna Serbia - Gay.it

Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un’aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO)

News - Redazione 8.3.24
Vannacci: "L'omofobia è una malattia psichiatrica e io le visite mediche le ho passate sempre tutte" - Vannacci - Gay.it

Vannacci: “L’omofobia è una malattia psichiatrica e io le visite mediche le ho passate sempre tutte”

News - Redazione 23.5.24
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, suicidi in aumento a causa delle leggi omobitransfobiche del Paese

News - Federico Boni 20.2.24
sassuolo-violenza-polizia-coppia-gay-scalfarotto

Violenza e profilazione razziale su coppia gay, la procura archivia, ma arriva l’interrogazione parlamentare

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Argentina - lesbiche uccise con un incendio doloso - Milei

L’Argentina di Milei, bruciate due coppie lesbiche con un incendio doloso: tre vittime, una ferita grave

News - Francesca Di Feo 15.5.24
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24