IL CORPO DECORATO

di

Dal 6 all'8 febbraio, si terrà a Milano il più grande evento europeo su tatuaggi e piercing. Lo celebriamo ricordando la storia della Body Art. E con 33...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1042 0
1042 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Clicca qui per la galleria di foto di Tatuaggi

MILANO – Andate pazzi per la Body Art? L’idea di decorare il vostro corpo o di ammirare la pelle tatuata del partner non vi dispiace per niente? Allora l’appuntamento per voi è la Milano Tattoo Convention, uno dei più grandi eventi al mondo legati al mondo del tatuaggio e del piercing, che si terrà nel capoluogo lombardo il 6, 7 e 8 febbraio. L’evento, giunto quest’anno alla nona edizione, si preannuncia come straordinario, avendo come protagonisti ben 90 tra gli artisti più importanti del mondo, a disposizione di tutti coloro che desiderano farsi tatuare dai più noti professionisti del settore.

Avvalendosi della collaborazione di Tattoo Life, rivista leader del settore, la manifestazione avrà luogo presso il Centro Congressi Quark Hotel di Milano; oltre a presentare le performance dei 90 tatuatori stranieri di vertice nel mondo, proporrà alcuni eventi collaterali di grande spessore legati ad ambiti culturali diversi: da mostre d’arte a performance, a seminari su tecniche e stili di tatuaggio e sulle norme igienico-sanitarie.

Ma il vero valore della convention sta forse nei tatuatori internazionali che ospita: per gli addetti ai lavori e per gli appassionati si tratta di personaggi ormai noti in tutto il mondo, ma per chi si avvicina al mondo del tatuaggio sarà l’occasione per vedere all’opera i massimi rappresentanti del settore. Vengono dall’America, dalla Germania, dalla Svezia, Olanda e persino dalla Nuova Zelanda. Oltre naturalmente agli italiani.

Il concetto della modificazione del proprio corpo è antico e ricco di valenze. Le forme in cui esso avveniva e ancora avviene, sono tante: tatuaggio, scarificazioni, marchi a fuoco e piercing, fino alle modifiche corporali estreme come l’allungamento del collo, dei lobi delle orecchie, o il restringimento del giro vita, dei piedi, del cranio, la circoncisione maschile e femminile o la limatura dei denti. Se tutto ciò ci può sembrare da “primitivi” in senso negativo, basta dare un’occhiata agli stravolgimenti che noi “civili” uomini moderni facciamo alle regole di madre natura: body building, steroidi, diete estreme, tinture, raggi UVA, chirurgia plastica, lifting, permanenti, trucco etc. Quello che su cui la cultura del tattoo vuole riportare l’attenzione, è il legame spirituale con il nostro corpo: manca la magia del rito, manca un significato più profondo che non sia bellezza a tutti i costi.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...