PROVARE CON UN UOMO

di

"Cosa pensa Dio?" 17 anni, scopre il sesso

1789 0

Ho 17 anni. Sono ancora vergine ma vorrei provare con un uomo, cioè: pensando alle donne, io potrei provare verso di loro anche forte amore, ma non attrazione sessuale, mentre, credo ma non sono sicuro, che x un uomo potrei provare sia atrazione che amore. Comunque la preoccupazione che mi assilla di pìù è questa: potrei anche tra un po’ accettare la mia situazione (se gay o bsx non so ancora), ma se andassi a letto con uomo, oppure un semplice bacio, cosa pernserà di me Dio?!

Sono ossessionato da questo problema, sono sicuro che se avrò anche un solo rapporto omo, dopo la morte sarò condannato x la vita! Io credo molto in Cristo, ma se ciò dovesse succedere, credo che la mia fede non sarà più la stessa. Vi prego aiutemi, perchè ciò mi tormenta giorno e notte! Rispondete al + presto!

mestesso

Caro amico,

vuoi provare con me a riflettere pacatamente su quanto stai vivendo? Da quanto mi scrivi risulta chiaramente che stai vivendo un "momento" di angoscia.

Ma chi ti ha messo in testa la terribile idea di un Dio che ti sorveglia e ti giudica? Prima di tutto non sarebbe davvero tempo di archiviare questa brutta concezione di Dio che spesso purtroppo ci viene trasmessa con certi catechismi?

Dio guarda con amore e simpatia ai tuoi 17 anni. Egli sa bene che, anche tu, per scoprire la tua strada di uomo e la tua vocazione di cristiano hai bisogno di tempo, devi fare i tuoi tentativi e i tuoi approcci, devi sciogliere i tuoi dubbi.

Si tratta, me ne rendo conto, di una ricerca non facile, anche per gli ambienti circostanti che spesso non ispirano fiducia e rispetto. Pensi tu, caro amico, che Dio sia un "poliziotto" armato come quelli di Genova al G8?

No, assolutamente no! Dio è un Amico che ti accompagna, che ti accoglie, che capisce il dolore e condivide la gioia.

Egli sorriderà suoi tuoi caldi baci d’amore, non si allontanerà da te quando, con trepidazione, nel desiderio di dare e ricevere affetto e tenerezza, vivrai l’incontro sessuale con un altro uomo.

Nel cuore di Dio c’è un posto caldo per ognuno/a di noi: gay, lesbica, eterosessuale, transessuale … siamo tutti figli e figlie di Dio. Nota bene: tutti chiamati ad amare secondo la nostra identità, la nostra natura.

Vorrei essere capace di dirti che Dio non punisce nè in vita nè in morte: Soprattutto Dio gioisce dei nostri amori gay o eterosessuali. Purchè siano amore "veri".

Caro amico, sono fiducioso: anche tu troverai la tua strada accettandoti pienamente per quello che sei. I tuoi 17 anni saranno decisamente pù sereni e costruttivi se butterai dalla finestra l’idea di un Dio eterosessuale che non sopporta gli omosessuali. Dio è amore, amore in tutte le forme.

Il giorno in cui comincerai a ringraziare Dio del dono della tua omosessualità (come io lo ringrazio della mia eterosessualità), vedrai rifiorire la tua fede. Essa ti riempierà il cuore di gioia, di pace, di voglia di vivere.

Certo sarebbe bello che tu potessi trovare una comunità cristiana accogliente, che non discrimina. Se avrò il tuo indirizzo potrò eventualmente segnalartene qualcuna anche non lontano da te, ma intanto riapri i petali del tuo fiore, rivolgiti a Dio con fiducia.

Posso aggiungerti un consiglio? Non chiuderti nella sola ricerca dell’amore di coppia. Cerca anche di crearti uno stile di vita in cui tu sia ben consapevole dei problemi del mondo (l’ingiustizia, l’individualismo, la violenza…) . Un bell’amore gay fiorisce, come ogni altra relazione di amore, se rimane aperto all’impegno per la giustizia e la solidarietà, contro il pregiudizio e il bigottismo.

Le parole possono poco. Volevo trasmetterti un messaggio di fiducia: sei tra le braccia di Dio. questo abbraccio ci può guarire dalle nostre paure, dalla morsa dell’angoscia, dall’ossessione del "giudizio".

Che bello! Dio cammina vicino a te mentre ti inoltri nella vita … Egli è il custode dei tuoi passi. Se ti capiterà di compiere qualche passo maldestro, Egli parlerà al tuo cuore e con dolcezza ti inviterà a riprendere fiduciosamente il giusto cammino. Dio ti vuole felice, un gay felice …

Ti abbraccio, caro "mestesso", e ti ricordo nella mia preghiera. Tu fallo anche per me, per il mio difficile ministero.

Ciao

don Franco Barbero (www.viottoli.it – info@viottoli.it)

di Franco Barbero

Leggi   Millennials, anche tra gli etero si diffonde il sesso anale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...