“Lecce: spacciatore stuprato a un festino gay”: smascherata la fake news omofoba

Il sito che l’ha diffusa sfrutta in maniera indebita il logo e il nome di TeleNorba.

Una fake news delirante da giorni sta facendo il giro dei social: uno spacciatore pugliese sarebbe stato violentato da 12 omosessuali a un coca party a Lecce. Il sito che l’ha diffusa sfrutta il logo e il nome di TeleNorba (probabilmente in maniera indebita).

Nella notizia, smascherata dal blog Salento Metropoli, si fa riferimento a un noto spacciatore di Lecce, un certo Antonio Centonze, che sarebbe stato invitato a portare la droga ad un festino gay al quale partecipavano 12 persone. Una volta raggiunto il luogo del party sarebbe stato rapinato e stuprato a turno dai 12 partecipanti al party.

Sempre secondo il delirante racconto della fake news, l’uomo sarebbe stato costretto alle cure del pronto soccorso del Vito Fazzi di Lecce. I carabinieri gli avrebbero inoltre trovato della cocaina addosso e la sua notte sarebbe così finita in cella. Lo spacciatore violentato a quel punto avrebbe però raccontato tutto alle forze dell’ordine e queste avrebbero fatto irruzione nell’appartamento del sex party, arrestando gli scellerati colpevoli. A corredo della storia è stata anche inserita la foto di 12 persone, prese a caso per rendere credibile la delirante cronaca.

L’articolo-bufala è stato pubblicato sul sito telenorbanews24.wordpress.com, che però niente ha anche fare con il noto gruppo editoriale pugliese: si tratta infatti di un dominio gratuito offerto sulla piattaforma WordPress. Sul sito viene anche utilizzato un logo che riproduce proprio quello di TeleNorba, evidente in maniera indebita.

Cultura

TDOR 2019: ricordiamo le vittime dell’odio trans

A 20 anni dall'istituzione della data, il 20 novembre 1999, ricordiamo la storia di un ragazzo FtM.

di Alessandro Bovo