CorArcor, il primo e unico coro LGBT del Sud a Italia’s Got Talent – video

Giudici di Italia's Got Talent impazziti dinanzi ai componenti del CorArcor, primo e unico coro LGBT del Sud.

CorArcor, il primo e unico coro LGBT del Sud a Italia's Got Talent - video - 17546792 1459264480792014 1568038667379114298 o - Gay.it
2 min. di lettura

Sono stati meritatamente salutati con una standing ovation i corArcor, primo e unico coro LGBT del Sud Italia che ha raccolto un fiume di applausi sul palco di Italia’s Got Talent. Otto talenti dalla voce straordinaria che hanno ‘recitato’ un classico come ‘A città ‘e Pulecenella‘.

Teatro cantato che ha lasciato senza fiato i quattro giudici del talent Sky Nina Zilli, Claudio Bisio, Frank Matano e Luciana Littizzetto. Il corAcor- Napoli Rainbow Choir è un coro LGBTQI che ha scelto di aggregarsi attorno alla cultura musicale scegliendo d’incontrarsi e studiare attraverso la musica lottando per la visibilità delle persone LGBTQI e per la piena integrazione delle persone eterosessuali nella comunità gay lesbica e trans. Modelli di ispirazione i grandi cori LGBT Americani di San Francisco, Los Angeles e Chicago. L’obiettivo del coro è quello di arrivare a parlare al cuore delle persone e delle istituzioni per far sentire la voce di coloro che, quotidianamente, subiscono discriminazioni a causa del modo con cui esprimono la loro affettività, la loro sessualità ed il loro orientamento sessuale.

Grazie, siamo maestri di conservatorio, architetti, ricercatori, operai, disoccupati. Lo facciamo per passione, per impegno civile, lo facciamo perché pensiamo che la musica sia un linguaggio universale‘.

Queste le parole con cui il Maestro Marco Traverso ha presentato i corArcor, acclamati in particolar modo dalla Littizzetto.

‘Sono contenta che siate venuti qua, perché avete portato un’idea di rispetto e di libertà che in Italia manca ancora moltissimo’.

Quattro i sì incassati dai 4 giudici, con i CorArcor che si sono così aggiunti agli altri 102 ‘talenti’ promossi nel corso delle precedenti puntate. Soltanto 30 parteciperanno alle due semifinali che andranno in onda nelle prossime settimane, con il primo e unico coro LGBT del Sud Italia ancora in lizza per il trionfo finale. Nell’attesa, che festa sia dietro le quinte.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Genny Cozzolino 8.4.17 - 17:36

Se Vi È Piaciuta La Performance Lasciaci Un Like Alla Pagina

Trending

Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
La Rappresentante di Lista, "Paradiso" è il nuovo singolo

La Rappresentante di Lista ci porta in “Paradiso” con il nuovo singolo. Ascolta l’anteprima

Musica - Emanuele Corbo 16.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
La Fisica dell'Amore, su Rai2 le lezioni di Vincenzo Schettini, professore amatissimo dai giovani e star social - La Fisica dellAmore su Rai2 le lezioni di Vincenzo Schettini - Gay.it

La Fisica dell’Amore, su Rai2 le lezioni di Vincenzo Schettini, professore amatissimo dai giovani e star social

Culture - Redazione 17.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24

Continua a leggere