Le 10 canzoni più belle dedicate all’omosessualità

di

Quale preferite tra queste? Quale ti rappresenta di più?

10 canzoni
CONDIVIDI
244 Condivisioni Facebook 244 Twitter Google WhatsApp
2623 3

Una selezione di 10 canzoni dedicate alla comunità LGBT+ da parte di 5 artisti italiani e 5 stranieri.

Canzoni del passato, altre recenti, ma tutte con un punto in comune: il desiderio di essere sé stessi, dell’amore libero (e spesso tragico). Non è una classifica, ma una raccolta di testi significativi e che in certi casi hanno segnato la storia della comunità gay.

Outside – George Michael


Siate liberi di vivere come desiderate. Questo sembra dire questa canzone, sia dal testo che dal video ufficiale. Amori omosessuali, etero, tra persone con una grande differenza d’età. L’amore libero è la parola chiave che George Michael ci trasmette con Outside. Un ricordo particolare a questo straordinario cantante.

Take Me to The Church – Hozier


Tra le più celebri uscite negli ultimi anni, Hozier in questa canzone lancia una forte accusa alla Chiesa nei confronti dell’omosessualità. In un toccante e commovente video musicale, la canzone è accompagnata da immagini che fanno riflettere, portandoci a scene di violenza da parte di omofobi contro ragazzi omosessuali.

I want to Break Free – Queen


Il titolo della famosa canzone dei Queen riassume già l’intero testo, il video poi non lascia dubbi. Voglio liberarmi, voglio sentirmi finalmente libero. E per questo, l’intero gruppo compare vestito con abiti femminili.

Andrea – Fabrizio De André


Anche De André ha dato il suo contributo, raccontando la storia di Andrea, un ragazzo che perde il compagno in guerra. Lo sconforto per la sua perdita è tale che decide di suicidarsi, lanciandosi dentro un pozzo.

Il Postino – Renzo Rubino


Premio della critica Mia Martini, Il Postino racconta la storia di un ragazzo che decide di ribellarsi alla famiglia, amando un uomo anziché una donna già predestinata. Solo con lui potrà sentirsi sé stesso, senza dimostrarsi mascolino, come vorrebbero i canoni della società.

Brillantini – Tricarico


Tra le 10 canzoni dedicate al mondo LGBT+, non ne poteva mancare una sul tema della transessualità. Nel 2002, Tricarico decide di raccontare la storia di una persona trans, che abbandona i pregiudizi e si sente finalmente donna. Come Tricarico canta con naturalezza e disinvoltura, anche lei vive la sua vita liberamente.

Filthy/Gorgeus – Scissor Sisters


Immondi. E bellissimi. Gli Scissor Sisters si riferiscono ai gay. O meglio, ai pregiudizi della società nei confronti dell’omosessualità. Immondi da una parte, ma anche stupendi dall’altra. Tutti gli stereotipi vengono distrutti in mille pezzi, accompagnando un video provocatorio e comico.

Gino e l’Alfetta – Daniele Silvestri


Inno del Gay Pride di Roma del 2007, Gino è un uomo che si scopre omosessuale quando inizia a provare attrazione per un coetaneo. Ambientato negli Anni ’80, mostra le preoccupazioni che potevano condizionare le scelte di una persona in un periodo di grande confusione. E a casa, una donna che lo aspetta.

Lei – Gianna Nannini


In Lei, la Nannini tratta il tema della bisessualità. Ricorda i momenti in cui si innamora di un’amica. Ma deve fare i conti con la sua vita, e con suo marito. Dovrà decidere: l’uomo e il marito che ama, o la donna con cui ha passato un intenso rapporto?

If I Had You – Adam Lambert


Con un video girato in un vero night club gay, la canzone parla di un ragazzo innamorato, che però non potrà mai fare suo l’amato. Nel testo, racconta quello che farebbe nel caso tornasse a casa con lui, alla fine dl party. 

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...