Il nuovo manifesto di liberazione gay. Firmato Cris Charamsa.

Lo ha presentato ieri in un documento multilingue. Tutto da leggere.

Il nuovo manifesto di liberazione gay. Firmato Cris Charamsa. - Krzysztof Olaf Charamsa base 1 - Gay.it
4 min. di lettura

Ci aveva detto, nella lunga intervista che giorni fa ci aveva rilasciato, che si sarebbe continuato ad occupare dei diritti delle persone LGBT e della lotta contro l’omofobia in Vaticano. Detto, fatto. Krystoph Charamsa ha presentato ieri “Il nuovo manifesto di liberazione gay”. Leggiamolo insieme, perchè contiene spunti molto interessanti.

Il nuovo manifesto di liberazione gay. Firmato Cris Charamsa. - Krysztof Charamsa 7 - Gay.it

1. L’abbandono dell’omofobia e della discriminazione delle persone omosessuali
Esigiamo che la chiesa cattolica abbandoni l’atteggiamento, la mentalità e il linguaggio omofobo, dell’odio e del disprezzo, della marginalizzazione, stigmatizzazione ed esclusione delle persone LGBTI, nonché fermi la loro discriminazione e sottile persecuzione (soft persecusion) attuata da parte dalla chiesa dentro e fuori dei suoi confini.
2. La condanna della penalizzazione delle persone in quanto omosessuali e delle terapie correttive dell’omosessualità
Esigiamo che la chiesa si esprima chiaramente e inequivocabilmente contro la penalizzazione, contro la pena di morte e di prigione, contro la persecuzione con gli atti di violenza, contro qualsiasi discriminazione delle persone a causa del loro orientamento sessuale e contro la correzione o terapie di “conversione” delle persone appartenenti alle minoranze sessuali.

Il nuovo manifesto di liberazione gay. Firmato Cris Charamsa. - Krysztof Charamsa vespa 1 - Gay.it

3. La non interferenza della chiesa nel riconoscimento di diritti umani degli omosessuali da parte degli Stati democratici
Esigiamo che la chiesa riveda, attenui ed equilibri il suo atteggiamento davanti agli Stati, Nazioni e Popoli, che nella crescita civile e democratica cercano di garantire diritti umani alle persone gays e venire incontro alle giuste richieste di assicurare il diritto all’amore e al matrimonio civile da parte delle persone che appartengono alle minoranza sessuali. Gli Stati civili vanno rispettati nella loro giusta autonomia nella gestione del bene comune di tutti, non di soli cattolici.
4. L’annullamento di incompetenti e offensivi documenti dell’insegnamento cattolico circa le persone omosessuali
Esigiamo che il papa riveda il catechismo e cancelli tutti i documenti offensivi, violenti e incompetenti, circa le persone omosessuali, compatite e stigmatizzate, in particolare i documenti della congregazione per la dottrina della fede, erede dell’oscura memoria della santa inquisizione*.

Il nuovo manifesto di liberazione gay. Firmato Cris Charamsa. - Krysztof Charamsa 9 - Gay.it

5. L’immediata cancellazione della discriminatoria istruzione circa la non ammissione delle persone omosessuali al sacerdozio cattolico
Esigiamo che il papa cancelli immediatamente la vergognosa istruzione circa la non ammissione delle persone omosessuali all’ordinazione sacerdotale firmata da papa Benedetto XVI nel 2005.
6. L’avvio di una seria riflessione interdisciplinare sulla moralità della sessualità umana
Esigiamo che la chiesa inizi una riflessione scientifica seria e imparziale sulla morale della sessualità, prenda coscienza degli sviluppi (che finora giudica ideologici) delle scienze: sessuologia, medicina, psicologia, psichiatria, biologia, sociologia, antropologia, gender studies, etc.

Il nuovo manifesto di liberazione gay. Firmato Cris Charamsa. - Krysztof Charamsa 8 - Gay.it

7. La revisione dell’interpretazione ecclesiale dei testi biblici relativi alla questione omosessuale
Esigiamo che la chiesa prenda sul serio la propria interpretazione della Bibbia, liberandosi dal fondamentalismo, scruti le Scritture quando parlano delle persone omosessuali e non le condannano, nonché contestualizzi i testi biblici che trattano la questione degli atti omogenitali.
8. L’avvio di un serio dialogo ecumenico con i fratelli evangelici ed anglicani circa l’omosessualità
Esigiamo che la chiesa intraprenda un serio dialogo ecumenico riguardo all’omosessualità con i cristiani evangelici, che hanno raggiunto importanti e sereni progressi nella maturazione aperta e sincera delle proprie posizioni, le quali possono aiutare la chiesa cattolica a capire la realtà.

Il nuovo manifesto di liberazione gay. Firmato Cris Charamsa. - Krzysztof Olaf Charamsa laico - Gay.it

9. La necessità di chiedere il perdono delle colpe passate e presenti della chiesa nei confronti delle persone omosessuali
Esigiamo che la chiesa intraprenda il cammino di richiesta di esplicito perdono per le proprie secolari colpe, omissioni e silenzi, persecuzioni e veri e propri crimini compiuti nei confronti delle persone omosessuali nell’arco dei secoli e che smetta oggi di attuare in tal senso.
10. Il rispetto per gli omosessuali credenti e la riparazione della disumana proposta ecclesiale per la loro vita cristiana
Esigiamo dalla chiesa che apra finalmente gli occhi alle persone omosessuali credenti, alle quali non ha alcun diritto di proporre la disumana soluzione di astinenza totale dalla vita d’amore, dalla sana vita sessuale, che rispetti la loro natura e il loro orientamento sessuale.
(Krzysztof Charamsa)

Il nuovo manifesto di liberazione gay. Firmato Cris Charamsa. - KRZYSZTOF CHARAMSA MONSIGNORE GAY - Gay.it

* Gli inaccettabili documenti sono:
1) la falsa e arretrata dichiarazione Persona humana del 1975 (parla, tra l’altro, di “disadattamento sociale” e di “anomalia” delle persone omosessuali, nonché offre un falso panorama di “cause dell’omosessualità”);
2) l’offensiva Lettera sulla cura pastorale delle persone omosessuali del 1986 (raccomanda la “compassione” per gli omosessuali ritenute “persone sofferenti” e prevede una “giusta discriminazione” degli omosessuali, perché esclude solo una discriminazione “ingiusta”);
3) le scandalose Alcune considerazioni concernenti la risposta a proposte di legge sulla non discriminazione delle persone omosessuali, del 1992 e
4) l’ugualmente riprovevoli Considerazioni circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali del 2003 (l’omosessualità sarebbe “priva di una vera complementarietà affettiva”, mentre le relazioni omosessuali non sarebbero “umane”, ovvero “mancano della forma umana ed ordinata delle relazioni sessuali”);
5) il Catechismo della Chiesa Cattolica, nn. 2357-2359. Il catechismo insegna che non solo gli atti, ma l’inclinazione omosessuale, la tendenza o, noi precisamente diremmo, l’orientamento è qualcosa “intrinsecamente disordinato”; insiste che naturalmente nelle persone omosessuali non esiste alcuna complementarietà affettiva con le altre persone umane che esse amano; poi aggiunge che per la maggior parte di omosessuali la nostra tendenza [orientamento] è una prova e una difficoltà, che richiede compassione da

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24
Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24
Roma Pestaggio Coppia Gay Siti In

“Guarda sti fr*c*” non è omofobia? Sit-in mercoledì 24 e polemiche sul pestaggio alla coppia gay di Roma, dopo che gli indagati respingono l’accusa

News - Redazione 22.7.24
Carmine d'Anelli, insulti omotransfobici e sessisti dal sindaco di Rodi Garganico: "Mezza femmina" - Carmine dAnelli insulti omotransfobici e sessisti 11 - Gay.it

Carmine d’Anelli, insulti omotransfobici e sessisti dal sindaco di Rodi Garganico: “Mezza femmina”

News - Redazione 22.7.24
Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: "Quanto sei gay? Sono gay" (VIDEO) - Giancarlo Commare ha fatto coming out - Gay.it

Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: “Quanto sei gay? Sono gay” (VIDEO)

Culture - Redazione 22.7.24
Eurovision 2025 in Svizzera, è corsa a due tra Ginevra e Basilea per ospitare l’evento musicale - Nemo Eurovision - Gay.it

Eurovision 2025 in Svizzera, è corsa a due tra Ginevra e Basilea per ospitare l’evento musicale

Culture - Redazione 22.7.24

Continua a leggere