Monte Paschi: sulla morte di David Rossi ombre di festini gay insabbiati

Ci sarebbero i video. Coinvolti magistrati, manager della banca, politici, un prete.

david rossi morte siena festini gay
david rossi morte siena festini gay inchiesta monte dei paschi
3 min. di lettura

Presenti anche manager del Monte dei Paschi di Siena, politici e un prete ai festini gay di David Rossi, il famigerato capo della comunicazione della Banca senese, trovato senza vita il 6 marzo del 2013 sotto al suo ufficio presso Rocca Salimbeni, dopo essere precipitato dalla finestra.

david rossi morte siena festini gay
David Rossi

Il caso è noto. Otto anni fa si credeva fosse suicidio, ma col tempo sono emerse differenti piste, quasi tutte orbitanti attorno all’omicidio, con motivi e dettagli più o meno oscuri e tenebrosi. Nelle ultime settimane è venuto a galla un particolare finora omesso, quello dei festini gay, a cui pare fossero presenti esponenti noti e potenti nel territorio senese e su scala nazionale.

“Mi dissero ci fosse anche il procuratore Nicola Marini. Ma lui mi chiese di insabbiare quella e altre indagini”, è la dichiarazione, fatta all’avvocato Carmelo Miceli, di Francesco Marinucci, ex comandante della stazione dei carabinieri di Monteriggioni.

Marinucci parla anche di alcuni video compromettenti che immortalano Nicola Marini, oggi procuratore capo reggente di Siena. Lo stesso Nicola Marini già nel 2006 archiviò le indagini su un incendio che devastò gli uffici della Curia arcivescovile di Siena, rendendo irripetibili alcuni documenti chiave nel caso Monte dei Paschi.

Ed è l’avvocato Miceli, una volta ascoltate le dichiarazioni dell’ex comandante, a chiedersi perché Marinucci non è stato mai indagato, dato che le sue testimonianze sono ritenute infondate? E come mai il CSM non è intervenuto?

Le domande sorgono spontanee nel momento in cui la Procura di Genova – presso cui Miceli, come difensore della famiglia Rossi, ha depositato le dichiarazioni di Marinucci – ha deciso di archiviare il caso. In più, il verbale è sparito, poi riapparso, “senza essere mai preso in esame nel fascicolo sui presunti abusi e omissioni nelle indagini sulla strana morte di Rossi“.

Ed è ancora più grave – dichiara l’avvocato al quotidiano il Giornale – che il Procuratore aggiunto di Genova Vittorio Ranieri Miniati, anche davanti alla commissione d’inchiesta dica di esserne venuto a conoscenza all’ultima udienza, quando invece noi l’avevamo depositata il 14 agosto 2019 e fatta presente più volte“.

 

david rossi morte siena festini gay
Il cadavere di David Rossi, 6 marzo 2013

I tre pm del caso (Aldo Natalini e Antonio Nastasi, oltre allo stesso Nicola Marini) portano avanti la linea del “nessun insabbiamento“, né del caso David Rossi, né della testimonianza di Marinucci, che coinvolgerebbe la figura di Marini. Linea da cui hanno preso le distanze sia Natalini sia Nastasi (oggi pm del caso Matteo Renzi-Fondazione Open), pur restando celati da un no comment.

Antonio Nastasi è stato chiamato in causa nel presunto inquinamento della scena del crimine effettuata dell’ex comandante dei carabinieri di Siena, il colonnello Pasquale Aglieco, che sarebbe stato presente -senza averne facoltà – nell’ufficio di David Rossi dopo la caduta.

Aldo Natalini, Antonio Nastasi e Nicola Marini verranno sentiti in commissione, insieme a Francesco Marinucci, la cui testimonianza è in perfetta sintonia con l’esposto anonimo in cui si evidenziava l’effettiva esistenza dei festini gay.

“Testimonianze inosservate, o addirittura perse, poi ritrovate, poi non considerate. Eppure si tratta di dichiarazioni spontanee di un ufficiale personalmente coinvolto dalle azioni omissive di Marini, che avrebbe dichiaratamente imposto a lui di non proseguire anche con altre indagini”, sottolinea a il Giornale Carolina Orlandi, figlia di David Rossi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood Nei letti degli altri e l'amore gay

E fu così che Mahmood portò l’amore gay nel mainstream (e nei letti degli altri)

Musica - Mandalina Di Biase 19.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24

I nostri contenuti
sono diversi