Trace Lysette

Trace Lysette, nata il 2 ottobre 1981 a Lexington (Kentucky), è un’attrice trans* statunitense che si è fatta conoscere sia nel cinema che nella televisione per il suo impegno nella rappresentazione delle persone transgender. Divenuta famosa per il suo ruolo nella serie televisiva “Transparent” e per il film “Monica“, Lysette è una delle poche attrici trans* a ottenere ruoli di rilievo in produzioni di grande visibilità. Premi su “LEGGI TUTTO” per proseguire nell’approfondimento della carriera, vita personale e filmografia di Trace Lysette

Carriera di Trace Lysette

Trace Lysette ha iniziato la sua carriera con piccole partecipazioni in serie TV di rilievo come “Law & Order – Unità vittime speciali“. Tuttavia, il suo ruolo più significativo e trasformativo è stato nella serie “Transparent“, dove ha interpretato Shea, un’insegnante di yoga transgender. Attraverso 11 episodi, dal 2014 al 2019, Lysette ha fornito una rappresentazione sfumata e complessa, contribuendo a portare alla luce le storie della comunità transgender in un formato mainstream.

Passando al grande schermo, Trace ha avuto un ruolo di supporto nel film del 2019 “Le ragazze di Wall Street – Business Is Business” (Hustlers), dove ha interpretato una ballerina di strip club insieme a Jennifer Lopez. Il film ha ottenuto successo sia critico che commerciale, ampliando la visibilità di Lysette nel cinema.

Nel 2020, Lysette è apparsa nel documentario Netflix “Disclosure“, che esamina la rappresentazione delle persone transgender nei media. Questo lavoro ha offerto un’analisi critica e ha amplificato il dialogo su come le narrazioni trans siano state presentate storicamente nei media.

Nel 2022, Lysette ha ottenuto il ruolo principale nel film “Monica“, diretto da Andrea Pallaoro. Ha interpretato una donna transgender che torna a casa per affrontare la madre morente dopo anni di estraneità. La sua interpretazione è stata riconosciuta come una delle migliori, portandola alla ribalta internazionale, specialmente dopo la presentazione al Festival di Venezia (fu la prima donna transgender in gara alla Mostra del Cinema di Venezia)

Oltre ai suoi ruoli principali, Lysette ha continuato a fare apparizioni in varie serie televisive. È stata ospite in episodi di “Drunk History” e ha fatto apparizioni in “RuPaul’s Drag Race” e “Pose“.

Vita personale di Trace Lysette

Trace Lysette nata a Lexington in Kentucky, è cresciuta a Dayton in Ohio.

Durante la sua adolescenza ha mostrato interesse per lo sport diventando un’atleta di pista. Sempre in gioventù si è esibita come drag queen nei bar locali. Dopo il liceo, si trasferì a New York City in cerca di nuove opportunità. In questo periodo, si distanziò dalla sua famiglia biologica e affrontò difficoltà finanziarie a causa del suo percorso di affermazione di genere, trovando accoglienza e comunità nella scena del ballo underground newyorkese.

Trace Lysette ha intrapreso la carriera di attrice a New York, studiando in diversi studi di recitazione dal 2007. Ha fatto il suo debutto in televisione in “Law & Order: Special Victims Unit” nel 2013, interpretando Lila, uno dei primi ruoli cisgender per una persona trans* in una serie televisiva in prima serata negli Stati Uniti.

Trace Lysette ha condiviso come le sue esperienze personali abbiano influenzato profondamente la sua carriera artistica, in particolare nel film “Monica”, dove interpreta una donna transgender che tenta di riconciliarsi con la madre morente. In un’intervista a ODG Magazine ha sottolineato come il ruolo abbia rispecchiato alcune delle sue stesse esperienze, cercando di stabilire un collegamento emotivo profondo con il personaggio: “Ho cercato di trovare dei parallelismi con la mia vita, anche per cercare un collegamento più emotivo con questo personaggio.”

Il tema della bellezza ha un ruolo centrale nella sua narrazione personale e professionale, come ha spiegato sempre a ODG Magazine: “Ho iniziato a sentirmi bella solo dopo molto tempo. Ero un ragazzo con tratti femminili marcati, ho avuto diversi interventi chirurgici dopo l’adolescenza, ma non mi sentivo ancora bella.”

Anche se non si considera un’attivista, Trace Lysette è attivamente coinvolta nella lotta per i diritti delle persone transgender, partecipando a eventi significativi come la marcia per il Black Lives Matter. Il suo impegno è mosso dal desiderio di sensibilizzare e migliorare la comprensione delle sfide affrontate dalla comunità LGBTQIA+ e da tutte le comunità marginalizzate.

Sebbene Trace Lysette sia stata allontanata dalla sua famiglia per un periodo di tempo durante il percorso di affermazione di genere, sua madre in seguito le è stata di supporto. Ha dichiarato pubblicamente che da allora sua madre ha “chiuso il cerchio“: ora la accetta completamente ed “è la sua più grande cheerleader“.

Nel 2017, Trace Lysette ha denunciato di essere stata oggetto di molestie sessuali da parte di Jeffrey Tambor, suo collega nella serie “Transparent”. Questa accusa è arrivata una settimana dopo che simili affermazioni erano state fatte dall’ex assistente di Tambor, Van Barnes. Altre due donne, Rain Valdez e Tamara Delbridge, hanno avanzato accuse simili. In risposta a queste accuse, Tambor ha negato fermamente qualsiasi comportamento scorretto. Joey Soloway, il creatore della serie, ha rilasciato una dichiarazione esprimendo profondo rispetto e ammirazione per il coraggio di Van Barnes e Trace Lysette, sottolineando come la loro determinazione a parlare fosse fondamentale per il movimento culturale attuale. Nel 2018, a seguito di un’indagine interna condotta da Amazon, è stato confermato che Tambor non sarebbe più apparso nella serie.

Filmografia di Trace Lysette

Film

  • 2016: “Coffee House Chronicles: The Movie” – Ruolo: Rachel
  • 2017: “Deadbeat” – Ruolo: Moglie di Ryan – Cortometraggio
  • 2019: “Hustlers” – Ruolo: Tracey
  • 2020: “Disclosure: Trans Lives on Screen” – Se stessa – Film documentario
  • 2021: “Venus as a Boy” – Ruolo: Hendrix
  • 2022: “Monica” – Ruolo: Monica

Televisione

  • 2013: “Law & Order: Special Victims Unit” – Ruolo: Lila – Episodio: “Internal Affairs”
  • 2015: “The Curse of the Fuentes Women” – Ruolo: Gloria – Film TV
  • 2014–2019: “Transparent” – Ruolo: Shea – 11 episodi
  • 2015: “I Am Cait” – Se stessa – 3 episodi
  • 2015–2016: “Blunt Talk” – Ruolo: Gisele – 4 episodi
  • 2016–2019: “Drunk History” – Ruoli: Sylvia Rivera / Elizabeth Eden – 2 episodi
  • 2017: “RuPaul’s Drag Race” – Se stessa – Episodio: “Grand Finale”
  • 2018–2019: “Pose” – Ruolo: Tess Wintour – 2 episodi
  • 2018: “Midnight, Texas” – Ruolo: Celeste – Episodio: “Drown the Sadness in Chardonnay”
  • 2019: “David Makes Man” – Ruolo: Femi – Episodio: “Dai Out”
  • 2021: “Q-Force” – Ruolo: Toluca Lake (voce) – 2 episodi
  • 2023: “Quantum Leap” – Ruolo: Kate – Episodio: “Let Them Play”

Web

  • 2016: “Coffee House Chronicles” – Ruolo: Rachel – Episodio: “Tran-sitions”

Video Musicali

  • 2021: “SMB” – Regia: Trace Lysette e Johnny Sibilly
  • “Taser in My Telfar Bag” (con Cazwell e Chanel Jole) – Regia: Ariel Hernandez

Apparizioni in video musicali

  • 2017: “Name for You” (Flipped) – The Shins
  • 2018: “Girls Like You” (Original, Volume 2 and Vertical Video versions) – Maroon 5 feat. Cardi B
  • “Beat for the Gods” – Laverne Cox
  • “SOS” – Cher
  • 2019: “WTP” – Teyana Taylor

Premi e Nomination

  • 2022: GLAAD Media Award – Categoria: Miglior Giornalismo TV – Formato Lungo – Lavoro: “Trans in Trumpland” – Nominata
  • 2023: Independent Spirit Awards – Categoria: Miglior Interpretazione Protagonista – Lavoro: “Monica” – Nominata
  • 2024: Dorian Awards – Categoria: Interpretazione Cinematografica dell’Anno – Lavoro: “Monica” – Nominata

 

 

Multimedia