Pompei, individuata la guida omofoba: “Siamo luogo di accoglienza. Pronti a collaborare con le associazioni”

Non era un dipendente del Parco, bensì una visita guidata autorizzata dalla Regione Campania. Pride Vesuvio Rainbow ha incontrato il Direttore del Parco Archeologico.

ascolta:
0:00
-
0:00
Pompei
< 1 min. di lettura

A fine agosto una coppia di ragazzi, da noi contattati, denunciò un episodio di omofobia vissuto in prima persona all’interno del parco archeologico di Pompei. “È in arrivo una nave di ricchi*ni“, disse una guida al loro cospetto.

Passate tre settimane da quello spiacevole episodio, una delegazione di Pride Vesuvio Rainbow ha incontrato il Direttore del Parco archeologico, il dr. Gabriel Zuchtriegel, che ha subito precisato come quanto accaduto sia stato inaccettabile e ingiustificabile. A seguito di verifiche congiunte con i Carabinieri, è stato inoltre appurato che la persona protagonista delle volgari espressioni omofobe e discriminatorie non era un dipendente del Parco, bensì una visita guidata autorizzata dalla Regione Campania. A carico della guida, prontamente individuata, saranno avviati tutti i possibili percorsi sanzionatori previsti dalla legge e dai regolamenti.

Siamo felici e soddisfatti dal lungo e costruttivo confronto con il Direttore, felici e soddisfatti della pronta reazione della Direzione, delle Istituzioni, ma anche delle Forze dell’Ordine. Ci auguriamo che la Regione Campania possa far proprio un Codice Etico per le Guide turistiche, così come già presente per i lavoratori e le lavoratrici del Parco, contro ogni forma di odio, di pregiudizio e di discriminazione“, ha commentato Antonello Sannino, fondatore Pride Vesuvio Rainbow.

Il Direttore Gabriel Zuchtriegel ha inoltre dato la propria piena disponibilità per costruire una visita insieme a Pride Vesuvio Rainbow, con un percorso dedicato, rinnovando la piena volontà nel realizzare future collaborazioni con il Parco Archeologico di Pompei, luogo di cultura, arte e di accoglienza.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24

Hai già letto
queste storie?