Foto

E’ arrivata la primavera, soprattutto a Zurigo

Belle giornate e tanti eventi: il programma stagionale della città è WOW!

E' arrivata la primavera, soprattutto a Zurigo - Scaled Image 82 - Gay.it
4 min. di lettura

Zurigo è una delle mete più divertenti, aperte e tolleranti d’Europa, per di più a pochi passi dal nostro paese. Quale miglior periodo per visitarla, se non in primavera?

Zurigo è una meta vivace, dove la comunità LGBT può vantare un’accettazione totale e ricca di opportunità sul piano della giustizia sociale e degli eventi a tema. Sono tante le associazioni locali che si impegnano nella direzione di maggiori diritti ed eguaglianza per gay, lesbiche, bisessuali e transgender, e quello che oggi può sembrare ormai scontato ha in realtà profonde radici storiche. Un weekend a Zurigo in primavera è l’occasione migliore per testare le numerose iniziative in prima persona.

Zurigo, pioniera nella lotta per i diritti della comunità LGBT

L’accettazione e la tolleranza della città affondano le radici in una lunga storia, nella quale la Svizzera è stata esemplare nella battaglia per i diritti civili. Nel 1942, la Svizzera ha decriminalizzato gli atti sessuali tra individui dello stesso sesso, agendo controcorrente rispetto a tutto il Vecchio Continente. Ma già agli inizi del XX secolo, i primi movimenti per i diritti civili si erano mossi proprio a favore della comunità LGBT. “Der Kreis” è il nome della prima organizzazione gay&lesbian, che ispirò associazioni a venire dagli anni ’40 agli anni ’70 in tutto il mondo occidentale. Dopo lo scioglimento della Der Kreis, i membri fondarono il “Club 68”, più tardi confluito nella “Schweizer Organisation der Homophilen”. Questa associazione, insieme ad altre, fu la responsabile del primo Christopher Street Day al parco Platzspitz di Zurigo, nel 1978. L’odierna federazione “Pink Cross” è nata dall’unione di queste organizzazioni e continua strenuamente a battersi per i diritti della comunità. Inoltre, dal 2007, le coppie same sex svizzere possono iscriversi al registro delle unioni civili.

Zurigo, una vivace scena arcobaleno

La città ospita numerosissimi ritrovi per la comunità LGBT, l’intrattenimento arcobaleno scorre nelle sue vene. Soprattutto nel quartiere Niederdorf, dove ha sede il gay bar più antico d’Europa, il “Barfüsserbar”, ora frequentato da gente molto eterogenea ed amato per il suo sushi. Altri bar celeberrimi della scena sono il “Petra’s Tip Top Bar”,  il “Cranberry Bar”, il “Platzhirsch” e il “Les Garçons”, coi suoi interni in stile Art Deco anni Venti.

E' arrivata la primavera, soprattutto a Zurigo - Feste gay zurigo - Gay.it

Anche i gay party non mancano!

“Tanzleila”, coi suoi 25 anni di storia, è il ritrovo più gradito dalle ragazze della città, con musica che spazia dalla disco fox alla techno. E i format “Offstream”, dedicati agli amanti della musica rock e indie, che si tengono in location zurighesi sempre diverse. Per non parlare delle serate targate “Angels” – garanzia di serate gay&lesbian senza rivali – tra cui il Kitsch Party e il White Party. Dal 1994, i party di Angels entusiasmano zurighesi e persone da tutto il mondo ben quattro volte all’anno.

White Party: 4 – 6 maggio 2018

La prima festa imperdibile della primavera a Zurigo è il White Party, organizzata appunto dal team Angels. Dress code, ovviamente, il bianco! In tutte le sue forme. Con DJ di grande talento che si susseguono alla consolle e ballerini straordinariamente belli a intrattenere gli occhi del pubblico, al White Party si farà un tuffo nel lato più erotico e spensierato dell’antica Roma. Un’esperienza letteralmente indimenticabile. I partecipanti sono prevalentemente uomini, ma possono intervenire anche donne, eterosessuali e tutti i membri della comunità LGBT.

E' arrivata la primavera, soprattutto a Zurigo - White Party - Gay.it
White Party

Pink Apple: 2 – 10 maggio 2018

Pink Apple è il festival cinematografico gay&lesbian più importante in Svizzera, che ogni anno in questa stagione celebra bellissimi cortometraggi e lungometraggi incentrati sulla tematica omosessuale. Il festival Pink Apple è molto amato a Zurigo, sia per la qualità delle opere presentate che per la ricchezza di eventi collaterali: concerti, mostre, i “Pink Talks” e premiazioni, per un totale di più di 100 eventi. Quest’anno, il festival giunge alla sua ventunesima edizione.

E' arrivata la primavera, soprattutto a Zurigo - ZUrich Pride - Gay.it
Zurich Pride Festival

Zurich Pride Festival: 15 – 17 giugno 2018

Veniamo all’evento più importante ed imperdibile dell’anno a Zurigo: il Zurich Pride Festival! La manifestazione dura diversi giorni e attira gente da tutto il mondo, dal 1994. Il nome originario del festival era Cristopher Street Day, ma dal 2009 con l’Europride si è deciso di cambiarne il nome in quello attuale che tutti ormai conoscono. Ogni anno, a giugno, la zona dedicata all’evento si trasforma in una meravigliosa festa dove tutti sono benvenuti, sia i membri della comunità LGBT che i loro amici, parenti e chi sostiene la causa. Lo slogan di quest’anno è Same Love, Same Rightsossia “Stesso amore, stessi diritti”. È quello che chiede tutta la comunità LGTB internazionale, il riconoscimento dello statuto di uguaglianza dell’amore tra persone dello stesso genere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Da sinistra: Douglas Carolo (foto da TikTok), Andrea Bossi (foto SKYtg24) e Michele Caglioni (foto Instagram)

Perché Andrea Bossi sarebbe stato ucciso da Douglas Carolo e Michele Caglioni?

News - Redazione Milano 29.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24
Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni - Aubrey Plaza - Gay.it

Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni

Cinema - Redazione 28.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi