DA SOLO AL MARE…

di

In cerca dell'amore che non arriva mai...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1817 0

Caro Fabio,

ieri era ferragosto ero al mare… ed ero solo! Coppie di ragazzi piu o meno giovani, piu o meno felici piu o meno belli… solo io ero li come un salame a invidiare uno straccio di compagno! Nessuno mi guardava, nessuno mi fumava,… non esistevo!

Mi sono posto mille domande mille perchè… ho cinquantanni si lo so ma… non sono male certo non sono piu un ragazzo copertina, mi reputo passabile, ma nessuno si interessa a me, sta diventanto un ossessione che mi rovina la vita, possibile che non esista la mia mezza mela? Vorrei soltanto un ragazzo normale da amare, invecchiare con lui, aiutarlo per quanto mi è possibile ma sopratutto amarlo ed essere amato.

A quanto pare non esiste… o in me c’è qualcosa che non va?… Ho un lavoro appagante sono un bell’uomo, sono gentile… sono solo disperatamente solo sempre e soltanto solo… perchè… aiutami ti prego perlomeno a capirmi, è come se io avessi qualcosa che allontana anzichè avvicinare, sta diventando una ossessione, e il tutto mi sta togliendo la voglia di vivere. Sono infelice… molto veramente… ieri è stata una giornata tremenda!

Scusami per il mio sfogo… ti abbraccio

Stefano

Carissimo Stefano, innanzitutto scusami per il ritardo con cui ti rispondo ma anche le iene vanno in vacanza… ho voluto comunque risponderti anche se fai riferimento a Ferragosto (il mio compleanno!) perchè l’argomento che affronti è comunque un evergreen… Inizierei subito a risponderti facendoti una piccolissima parte di merda: Cosa sono queste cazzate che il non avere un compagno "ti toglie la voglia di vivere!!??" Ma come ti permetti??!! Un pò di rispetto per quelli che la voglia di vivere ce l’hanno eccome e magari per qualche stronzata spariscono dal mondo! Non so se mi spiego… bello mio… tiè!! (piccolo gesto di stizza..)

Detto questo veniamo al nocciolo della questione. Dal tono della tua lettera mi sembra di vedere un mio amico che si lamenta sempre perché nessuno se lo fila. Ma caro mio non c’e’ scritto da nessuna parte che gli altri devono venire da te, mia bella del reame… ! Puoi anche tu fare una mossa, no? A volte, credimi basta un sorriso, un saluto, una banalità sul tempo, su un bonazzo che passa per instaurare una complicità (se pur da spiaggia). Il fatto è che se tu non parli con nessuno, nessuno parlerà con te! Magari la pensano esattamente come te! La timidezza a volte fa brutti scherzi, sembra che la persona accanto a noi se la tiri ed invece più semplicemente non ha il coraggio di rivolgerci la parola. Basta rompere il ghiaccio ed è fatta!!

Certo da lì poi a trovare l’uomo della nostra vita ce ne vuole, però è già il primo passo. Capisco anche che per un gay è molto difficile essere accettati dal "branco" (specialmente su una spiaggia), se non sei bello, muscoloso, rasato, depilato (comprese le soppraciglia..che orrore!!) giovane e possibilmente con un costume dell’ultima collezione Dolce & Gabbana!! Credo proprio che il termine inglese "stoobing" sia stato coniato proprio per un certo comportamento gay… "stoobing" significa guardare dall’alto verso il basso, tirarsela, sentirsi (come dicono a Roma) ‘sti cazzi!, umiliare. Ma fortunatamente non tutti sono (siamo, cazzo!!) così. Anche perchè poi le persone di cui stiamo sparlando, quelle che sulla spiaggia non rivolgono la parola a nessuno, sono le prime ad entrare nelle varie pinete e boschetti dietro la spiaggia e la dietro abbassano di molto il tiro, credimi…

Certo è, caro Stefano, che non puoi far variare il tuo umore per una cosa del genere, come se fossi l’unica persona alla quale accade una cosa del genere. Guarda che capita a tutti, anche ai bellissimi (non quelli di rete4…) di sentirsi trasparenti, rifiutati, è normale, è la vita! Sei troppo critico nei tuoi confronti, troppo lamentoso… cerca di credere un pò di più in te stesso (si lo so, è una cosa difficile e banale da dire… lo so) se non ti vogliono (cosa da appurare comunque!) è perchè non ti meritano! Quelli che tu descrivi come "più o meno felici" chi ti dice che lo fossero veramente? Io non posso darti dei consigli molto più seri, spero di esserti di aiuto perlomeno a farti capire che non sei un caso unico e raro. Magari, chissà, la tua anima gemella ha letto proprio qui il tuo sfogo… L’ultima cosa che volevo dirti, Stefano è di non passare da un estremo all’altro. Mi spiego meglio: La prossima volta che andrai al mare, non prendermi troppo alla lettera ti prego, non cominciare a parlare con tutti e di tutto sfoggiando sorrisi a 360 gradi! ..ti prenderebbero per una pazza che ha preso un’insolazione!!!! :))

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...