Monkey Man e gli hijra, Dev Patel e il terzo genere indiano: “Un inno per i senza voce, gli emarginati”

"Il mio è un revenge movie sulla fede, sulla bellezza della fede. Dovremmo combattere l’uno per l’altro, non l’uno contro l’altro”.

ascolta:
0:00
-
0:00
Monkey Man e gli hijra, Dev Patel e il terzo genere indiano: "Un inno per i senza voce, gli emarginati" - dev - Gay.it
4 min. di lettura

Un esordio folgorante, nonché a dir poco sorprendente. Il candidato all’Oscar® Dev Patel (Lion – La strada verso casa, The Millionaire) ha debuttato come regista, protagonista, co-sceneggiatore e produttore di Monkey Man, action thriller che racconta la ricerca di vendetta di un uomo contro i leader corrotti che hanno ucciso sua madre e continuano a vittimizzare sistematicamente i poveri e i deboli di Mumbai.

Ispirato alla leggenda di Hanuman, simbolo di forza e coraggio, Monkey Man vede Patel nei panni di Kid, un giovane anonimo che si guadagna da vivere in un fight club clandestino dove, notte dopo notte, indossando una maschera da gorilla, viene picchiato a sangue da lottatori più famosi in cambio di denaro. Dopo anni di rabbia repressa, Kid scopre un modo per infiltrarsi nell’enclave della sinistra élite della città. Mentre il suo trauma infantile ribolle, le sue mani misteriosamente sfregiate scatenano una esplosiva ondata di vendetta per regolare i conti con gli uomini che gli hanno tolto tutto.

Ricco di spettacolari scene di combattimento e inseguimento, Monkey Man ha incassato 10 milioni di dollari al debutto americano, mentre in Italia è partito con 157.120 euro al suo primo fine settimana di programmazione. Acclamato dalla stampa, il film vede la comunità transgender indiana co-protagonista.

Il personaggio di Patel, gravemente ferito, viene accolto e guarito da una comunità di hijra all’interno di un tempio. Conosciuti come il terzo genere indiano, gli hijra sono un gruppo sociale e culturale che spesso include persone trans, intersessuali e di genere non conforme. Gli hjira, che sono menzionati anche nell’antico testo del Kama Sutra, preferiscono il termine “terzo genere” piuttosto che transgender, semplicemente perché non si considerano nè maschi nè femmine, ma piuttosto qualcosa di distinto e separato. Si stima che in India vivano dai due ai tre milioni di hijira. Nel 2014  sono stati riconosciuti dalla Corte Suprema dell’India come comunità minoritaria e da 10 anni hanno diritto all’occupazione, al welfare e ai servizi sanitari.

Monkey Man e gli hijra, Dev Patel e il terzo genere indiano: "Un inno per i senza voce, gli emarginati" - Monkey Man Hjira - Gay.it

Saranno loro,  gli hijra, ad aiutare Kid, affiancandolo nella sua sete di vendetta.

Intervistato da Variety alla première del film a Los Angeles, Dev ha precisato: “Questo è un inno per i perdenti, i senza voce, gli emarginati. Volevo prendere questa vecchia mitologia, prendere questi personaggi… questo eroe, Hanuman, che aveva perso la fiducia in se stesso. Non si rendeva conto di chi fosse e aveva bisogno che qualcuno glielo ricordasse. Insieme combattono questa guerra per il bene e il giusto. Per quanto mi riguarda, volevo davvero includere la comunità hijra, il terzo genere in India”. “Questo, in sostanza, è un revenge movie sulla fede, sulla bellezza della fede. Dovremmo combattere l’uno per l’altro, non l’uno contro l’altro”.

Patel ha ricordato come tutto si sia irrigidito, nel tempo. “Guardi queste antiche incisioni nei templi, in India, e la libertà, la sessualità, la filosofia erano così in anticipo sui tempi. Volevo immergermi in questo e farne parte centrale del film”.

In Monkey Man, che omaggia dichiaratamente titoli come John Wick, troviamo anche Sharlto Copley (District 9), Sobhita Dhulipala (Made in Heaven), Pitobash (Million Dollar Arm), Vipin Sharma (Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio), Ashwini Kalsekar (Ek Tha Hero), Adithi Kalkunte (Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio), Sikandar Kher (Aarya) e Makarand Deshpande (RRR). In cabina produttiva, al fianco di Dev Patel abbiamo Jomon Thomas, il premio Oscar® Jordan Peele, Win Rosenfeld, Ian Cooper, Basil Iwanyk, Erica Lee, Christine Haebler e Anjay Nagpal. I produttori esecutivi sono Jonathan Fuhrman, Natalya Pavchinskya, Aaron L. Gilbert, Andria Spring, Alison-Jane Roney e Steven Thibault.

Riuscire a realizzare il film è stato un vero inferno, per Patel, perchè la produzione ha incrociato l’arrivo del Covid-19 in India.

Ho perso il mio direttore della fotografia e il direttore della produzione iniziali e il film era praticamente morto, poi abbiamo cambiato rotta e siamo andati in una piccola isola in Indonesia dove abbiamo potuto creare una bolla in un hotel vuoto per l’intera troupe di quasi 500 persone. Sono stati nove mesi estenuanti di gioia assoluta e caos totale. Tutte le location che avevamo preparato per mesi — le abbiamo perse all’ultimo minuto — quindi abbiamo dovuto adattarci in extremis”. “Anche i confini si sono chiusi, quindi non ho potuto far arrivare molti dei personaggi secondari. Alla fine ho dovuto far recitare davanti alla telecamera ogni sarto, tecnico luci, contabile, ecc. Parlando di telecamere, la maggior parte del nostro equipaggiamento si è rotto e non potevamo far arrivare materiale nuovo quindi abbiamo girato letteralmente con il mio telefono cellulare, con GoPros — quando si è rotto un argano abbiamo finito per creare questa struttura per la telecamera fatta di corda che ho chiamato ‘pendulum cam’, che oscilla su una grande folla di persone e poi si stacca e gli operatori corrono attraverso la folla mentre riprende. È stata la cosa più impegnativa che abbia mai fatto nella mia vita“. “Ogni giorno affrontavamo catastrofi assolute“.

Ma il risultato è stato a dir poco sorprendente. E straordinariamente inclusivo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24

Leggere fa bene

Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale? - GLAMOROUS 110 Unit 00895RC - Gay.it

Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale?

Culture - Redazione 23.1.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2, il sequel è ufficiale. Tornano Nicholas Galitzine e Taylor Zakhar Perez - foto Rosso bianco e sangue blu 2 - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2, il sequel è ufficiale. Tornano Nicholas Galitzine e Taylor Zakhar Perez

Cinema - Redazione 10.5.24
David di Donatello 2024, Milena Vukotic Premio alla Carriera - Milena Vukotic Credits ph. Fiorenzo Niccoli - Gay.it

David di Donatello 2024, Milena Vukotic Premio alla Carriera

Cinema - Redazione 10.4.24
Drive-Away Dolls, le prime recensioni dalla folle e sboccata commedia queer di Ethan Coen e Tricia Cooke - Drive Away Dolls - Gay.it

Drive-Away Dolls, le prime recensioni dalla folle e sboccata commedia queer di Ethan Coen e Tricia Cooke

Cinema - Redazione 23.2.24
Pillion, Harry Melling e Alexander Skarsgard motociclisti innamorati nel perverso film queer di Harry Lighton - Pillion - Gay.it

Pillion, Harry Melling e Alexander Skarsgard motociclisti innamorati nel perverso film queer di Harry Lighton

Cinema - Redazione 9.5.24
Cinque film di culto di Pedro Almodóvar tornano nei cinema d'Italia - Pedro Almodovar Rossy de Palma e Veronica Forque sul set di Kika – Foto di Jean Marie Leroy © El Deseo - Gay.it

Cinque film di culto di Pedro Almodóvar tornano nei cinema d’Italia

Culture - Redazione 10.5.24
Rustin, il film sul celebre attivista LGBTQIA+ è arrivato su Netflix - RSTN 20220808 29938 R f - Gay.it

Rustin, il film sul celebre attivista LGBTQIA+ è arrivato su Netflix

Cinema - Federico Boni 30.11.23