UNA LESBICA ALL’UNIVERSITA’

di

A Pavia, per le elezioni universitarie, Ivan Zoni realizza una cartolina elettorale con due ragazze che si baciano. E' Living Together, il suo fumetto online, che fa scandalo.

957 0

L’Italia non è certo rinomata per la sua apertura mentale nei confronti dell’omosessualità.

O meglio: quando si tratta tollerare l’omosessualità come “fenomeno di costume” (vedi gli opinionisti dei talk show televisivi, piuttosto che i locali in cui i gay possono esprimersi più o meno liberamente) la situazione è relativamente accettabile, ma basta ampliare lo sguardo per verificare come il panorama può essere desolante. Se si considerano i gay come una “minoranza” (seppur relativa) allora si deve anche constatare che la loro “integrazione”, perlomeno in buona parte del nostro paese, è ben lungi dall’essersi compiuta. Altrimenti non si spiegherebbe il gran numero di gay che -oggi come cinquant’anni fa – hanno paura delle ripercussioni sociali di un loro eventuale “coming out“.

Sicuramente questo stato di cose è in buona parte merito dei media, che hanno sempre puntato l’accento sul lato “trasgressivo” dell’essere gay, omettendo – più o meno volutamente – di fare dei gay un veicolo di valori positivi. Questo, tra l’altro, spiegherebbe perchè in Italia la pubblicità è ancora “eterosessuale” e le campagne pubblicitarie gay-friendly vengono debitamente evitate dalle stesse aziende che ne fanno uso in altri paesi. Fortunatamente, laddove non arriva il coraggio delle grandi aziende pubblicitarie (e dei loro commitenti), arrivano l’inventiva delle generazioni meno legate agli stereotipi e la duttilità di un media come il fumetto.

Il 24 e il 25 marzo si è votato nelle Università Italiane per il rinnovo del CNSU (Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari). Quest’organo è una delle poche sedi istituzionali dove gli studenti universitari di tutta Italia cercano di dare un fondamentale contributo per risolvere i tanti problemi delle università e della vita studentesca universitaria nelle varie città. Quest’anno la campagna elettorale è stata molto sentita e combattuta e non sono mancati segnali di apertura al mondo gay e in generale alla libertà di amare senza discriminazioni e giudizi da parte della società.

Un importante segnale in questo senso è arrivato da Pavia, città che ospita migliaia di studenti grazie alla prestigiosa e storica università. Qui, infatti, il Coordinamento per il Diritto allo Studio (UDU) e la Sinistra Studentesca hanno ideato per la campagna elettorale del candidato Daniele Giordano (collegio Lombardia, Piemonte e Liguria) una serie di cartoline disegnate dal fumettista emergente Ivan Zoni che affrontano molti temi cari agli studenti, dal diritto alla casa e allo studio all’abolizione degli ordini professionali, etc. Una di queste cartoline affronta il tema della libertà di amare senza discriminazioni nello studio e nel lavoro. Il bellissimo disegno rappresenta due ragazze che si baciano dolcemente sulla bocca. Gli slogan affiancati all’immagine inneggiano alla libertà di amare e provocano la parte conservatrice del centro-destra con una frase “+ AMORE – DESTRA”. La cartolina è stata stampata in migliaia di copie (più di 2.000) e distribuita con allegato un preservativo nelle Università di Pavia e anche in altre importanti sedi sia in Lombardia che in Piemonte e Liguria.

E’la prima volta che un gruppo studentesco così affermato nelle Università Italiane come l’UDU utilizza con coraggio e fermezza un tema così importante in una campagna elettorale del CNSU. Il successo della campagna è stato notevole, apprezzatissimo da tanti giovani sia per la portata del messaggio che per l’originalità della forma scelta. L’autore della cartolina, Ivan Zoni, non è nuovo a questo tipo di disegni. Dalle pagine internet di un suo visitatissimo fumetto online aveva già nei mesi scorsi affrontato il tema di un amore gay (esattamente lesbo) con parole e disegni molto delicati dimostrando una grande capacità di comunicazione e sensibilità. Living Together è un fumetto a puntate gratuito che narra appunto le vicende di quattro giovani (Alex, Gioara, Manuel e Pamela) che per vari motivi si trovano a convivere nella stessa casa, condividendo le loro vite e le loro esperienze. Questa situazione è molto comune agli studenti universitari ed è per questo che all’Università di Pavia hanno subito pensato di utilizzare i personaggi di questo fumetto per diffondere messaggi e battaglie care a tutti gli studenti.

La testimonial scelta per la campagna pubblicitaria, non a caso, è stata proprio Gioara, l’unica protagonista lesbica dichiarata del fumetto; vale la pena notare che, se da una parte i giovani lettori sono rimasti conquistati dalla sua caratterizzazione, non sono mancate le lettere di protesta (se non di minaccia) da parte di genitori irritati dopo aver visto il primo bacio lesbo di Living Together (che, giustamente, è stato il tema ripreso per la campagna dell’UDU). Probabilmente ci vorrà ben altro per rendere più aperta la nostra società, ma l’importante è avere cominciato.

Il sito di Living Together è www.livingtogether.it

Il sito di Ivan Zoni è www.ivanzoni.com

di Valeriano Elfodiluce

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...