“Transformer” di Nicoz Balboa, è queer il fumetto dell’anno a Lucca Comics 2023: intervista

In quel pasticcio mediatico che è stato quest'anno Lucca Comics & Games è arrivata, alla fine, una bella notizia.

ascolta:
0:00
-
0:00
Transformers Nicoz Balboa fumetti queer
Transformers Nicoz Balboa fumetti queer
5 min. di lettura

Nicoz Balboa è un tattoo artist e fumettista italiano che usa gli eventi della sua vita come ispirazione per opere che vanno dal disegno al tatuaggio, passando per il diario grafico, la pirografia e la pittura. Ma da qualche giorno è anche il fumettista dell’anno, avendo vinto con “Transformer” il Premio Yellow Kid a Lucca Comics & Games.

In quel pasticcio mediatico che è stato quest’anno Lucca Comics & Games è arrivata, alla fine, una bella notizia: è queer il miglior fumetto dell’anno, ossia “Transformer” di Nicoz Balboa. Per la giuria:

“l’autore racconta, senza pudori né ipocrisia, la sua transizione da femmina a maschio. Seguito spirituale del precedente Play with Fire, in cui l’allora autrice si interrogava sulla sua identità di genere, Nicoz Balboa entra nei dettagli del processo di transizione, senza tacere di ormoni, di protesi estetiche e soprattutto dell’ansia nel ricostruire le sue relazioni. Per Nicoz un duplice percorso, di scoperta e costruzione di sé; per gli altri una lettura illuminante”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da comics+illu+tat2 (@nicoz_balboa)

E come leggiamo nel sito della casa editrice Oblomov:

Transformer è un libro da leggere per comprendere di cosa parliamo quando parliamo di identità e transizione di genere, ma soprattutto come diventare se stessǝ, ringraziando il passato e camminando verso il futuro. Perché mai come ora dobbiamo comprendere e ricordare che la libertà e la felicità autentica di unǝ porta con sé la libertà e la felicità di moltǝ.

Nello stesso sito si trova una bella presentazione di Transformer scritta dal suo autore:

Ho sempre pensato che fare la transizione fosse un tragitto, un percorso, seguire una traiettoria. Come se un sagittario infuocato avesse lanciato una freccia alla quale potermi aggrappare per farmi portare sull’altra sponda, sull’‘altro’ genere, opposto a quello assegnatomi alla nascita. Immaginavo che dopo aver assunto la prima dose di testosterone mi sarei trasformato in The Rock con la stessa velocità con la quale si trasformano i Power Rangers (balletto compreso). Immaginavo sarebbe stata una trasformazione violenta ed eclatante. Quello che non avrei mai immaginato, invece, è che una “transizione di genere” è esattamente l’opposto. È l’immobilità che mi ha permesso di scendere verso di me, è lo smettere di correre lontano da quello che sono, inseguendo altre identità. La transizione di genere è entrare nel proprio corpo, finalmente, senza fuggirlo, e iniziare a vivere la propria vita.”

"Transformer" di Nicoz Balboa miglior libro di fumetti a Lucca Comics 2023
“Transformer” di Nicoz Balboa miglior libro di fumetti a Lucca Comics 2023

Abbiamo intervistato Nicoz Balboa.

Transformer è parte di una trilogia. Sono cambiate tante cose nella tua vita dal primo libro, ed è cambiato anche il tuo modo di raccontarle come autore. Come descriveresti questo cambiamento?

Credo sia normale cambiare nella vita, in generale, e nel lavoro. Nel mio caso forse il cambiamento è più eclatante per via della transizione di genere, forse. Anche se, sotto molti punti di vista – sia personali che professionali – sono sempre io.

I tuoi libri parlano di libertà e di auto-accettazione. Disegnarti ti ha aiutato a diventare te stesso?

Direi di sì: disegnarmi mi aiuta sempre a capirmi. Disegnare ciò che vivo mi aiuta a prendere le distanze e ad avere uno sguardo critico su cosa provo o faccio. Sono da poco stato diagnosticato come persona nello spettro autistico ad alto funzionamento e con disturbo dell’attenzione e iperattività, e mi rendo conto che disegnare la mia vita mi ha salvato la pelle.

Sei noto da molti anni negli ambienti indipendenti e delle autoproduzioni, e ora arriva un premio dal festival più mainstream, Lucca Comics & Games. Come ti trovi in ambiti così diversi?

Per me non cambia granché, il mio approccio al lavoro è lo stesso: ho bisogno di raccontare cosa mi sta a cuore, nel modo e nella forma che voglio. Mi ha fatto molto piacere questo premio, ma, se di sicuro non cambierà il mio modo di lavorare, non so se cambierà il pubblico che fruirà il mio lavoro.

"Transformer" di Nicoz Balboa miglior libro di fumetti a Lucca Comics 2023
“Transformer” di Nicoz Balboa miglior libro di fumetti a Lucca Comics 2023

 

E qual è il tuo rapporto con Igort? Lui è uno degli autori più importanti in assoluto e aveva molto voluto il primo libro di questa tua trilogia. Ora pubblichi con la sua casa editrice.

Sì, ho pubblicato tre libri con Igort [uno con la casa editrice Coconino e due con la sua Oblomov] e sono molto felice di questo incontro. Lavorare per Igort in qualità di editore mi ha fatto crescere. Dandomi sempre assolutamente libertà ma dandomi anche consigli, pochi e giusti, mi ha fatto sentire supportato e libero di esplorare la mia creatività.

"Transformer" di Nicoz Balboa miglior libro di fumetti a Lucca Comics 2023
“Transformer” di Nicoz Balboa miglior libro di fumetti a Lucca Comics 2023

 

Lucca quest’anno ha avuto un’edizione indimenticabile, non solo per te, ma perché le defezioni causate dal patrocinio di Israele proprio mentre è in corso un genocidio Gaza ha fatto parlare moltissimo del festival, ma ha anche scatenato il disprezzo che alcuni commentatori – da Francesco Merlo a Guia Soncini, fino ai politici – covavano per fumettisti e eventi legati al fumetto. Come guardi a questi eventi (i festival dei fumetti etc)?

Ognuno si approccia e reagisce come gli permette il suo bagaglio emotivo e politico – che per me sono la stessa cosa, perché l’intimo è politico.
Non c’è un modo giusto di battersi, o un modo sbagliato di farlo. Stimo molto Zerocalcare, perché è una figura integra e pura. Mi piacciono un po’ meno giornalistə e politicə che, pur con il diritto di dire la loro, soffiano sulla fiamma del battibecco, creando un rimpallo di commenti aridi e spostando totalmente l’attenzione delle questioni iniziali. Ma forse è fatto proprio per questo? I battibecchi mi atterriscono, preferisco non entrarci. È possibile portare nel proprio cuore il cordoglio per i popoli malmenati senza dover entrare in dibattiti mediatici.

“Bisogna scegliere attivamente di lottare contro la violenza dentro di noi. E oggi aggiungerei che c’è (in egual misura) bisogno di scegliere attivamente di lottare contro la violenza fuori da noi.”, hai scritto su Instagram.

Sì, sono le parole che ho pronunciato quando mi è stato rimesso il Premio Yellow Kid a Lucca, ma ero talmente stressato che poche persone hanno davvero capito cosa stessi blaterando!

So che hai firmato la lettera di Virginia Tonfoni e Rodolfo Dal Canto, che è anche una risposta a chi pensa che chi ama i fumetti non abbia una coscienza politica.

Ohibò, ma la coscienza politica non ha mestiere!

Come consideri le scelte di chi non ha partecipato, come Fumettibrutti e Zerocalcare?

Ognunǝ è liberǝ di gestire la propria vita e la propria presenza come meglio crede. Ogni persona deve aver il diritto d’azione, o inazione. Non sta a me né a nessnǝ parlare delle loro scelte.

Nella trilogia erano inizialmente presenti due pagine in cui ci sei tu che leggi un libro di Paul B. Preciado, il quale ha recentemente esordito alla regia. Ti piacerebbe se la storia che hai disegnato diventasse un film, tuo o diretto da qualcun* altr*?

Sarebbe molto divertente, soprattutto per le scene «olé olé». Mi immaginerei anche le scene con le sirene fatte tipo in stop motion, à la Gondry. Michel se ci leggi, scelgo te come regista!

"Transformer" di Nicoz Balboa miglior libro di fumetti a Lucca Comics 2023
“Transformer” di Nicoz Balboa miglior libro di fumetti a Lucca Comics 2023

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

andrea pinna lato b polare

Storia del mio bipolarismo: intervista ad Andrea Pinna

Culture - Federico Colombo 2.11.23
Transgender triptorelina

Giovani trans* e gender diverse: la scienza difende l’impiego di triptorelina: “Basta disinformazione”

Corpi - Francesca Di Feo 31.1.24
Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer - Laura Dean continua a lasciarmi - Gay.it

Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer

Cinema - Redazione 13.12.23
Brianna Ghey con Esther gay (gay times)

La mamma di Brianna Ghey lancia una campagna per supportare la salute mentale dellə ragazzə

News - Redazione Milano 8.9.23
Echo, la regista Sydney Freeland spiega come il suo essere donna trans l'abbia aiutata a girare la serie Disney Marvel - Echo foto - Gay.it

Echo, la regista Sydney Freeland spiega come il suo essere donna trans l’abbia aiutata a girare la serie Disney Marvel

Serie Tv - Redazione 11.1.24
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
xfactor morgan salute mentale

X-Factor, Morgan e la rappresentazione della salute mentale

Musica - Giuliano Federico 21.11.23
fedez-torna-a-casa

Fedez torna a casa, l’intervento d’urgenza, la salute mentale e X-Factor: forza Federico!

Musica - Redazione Milano 7.10.23