È boom per il botox anale: fino a 25mila dollari per tornare ad essere passivi

di

Il dottor Goldstein: "Non pensavo che avrei lavorato con i sederi tutto il giorno, ma è successo".

15080 2

Alcuni uomini gay spendono fino a 25mila dollari per il botox anale e altre procedure volte a migliorare il loro lato B, come lo svecchiamento anale, servizi sbiancanti, restringimenti e allentamenti.

Evan Goldstein, chirurgo attivo a New York, racconta al magazine Moneyish: “Non pensavo, sinceramente, che avrei lavorato con i sederi altrui tutto il giorno”. Dopo aver aperto il suo centro di chirurgia estetica nel 2010, specializzato comunque anche nel trattamento di emorroidi e altre questioni di natura non estetica, il giro d’affari è aumentato a dismisura: circa il 20% di anno in anno, tanto da aver aperto una seconda clinica a Beverly Hills.

Un paziente ha dichiarato di aver speso oltre 70.000 dollari per recuperare da un grave problema di emorroidi che da anni aveva messo in crisi la sua vita sessuale. Le iniezioni di botox, utilizzate per ritonificare i muscoli attorno all’ano, lo hanno portato a una seconda vita: “La gente ride e mi chiede se il mio buco sembra più giovane adesso. Probabilmente sì, ma è una questione seria: io identifico me stesso con la mia sessualità e non ho potuto fare sesso anale per anni. È stato un grande problema per me”. Il compagno, dopo il primo rapporto post-operazione, gli ha fatto i complimenti: “Era quello che volevo, fin dall’inizio: è piccolo, ma deve essere bello”.

Per quanto riguarda la chirurgia estetica in generale, i numeri continuano progressivamente a crescere: i dati forniti dall’American Society of Plastic Surgeons parlano di oltre 1.300.000 procedure cosmetiche nel solo 2016 in territorio americano (+ 3% rispetto al 2015).

Leggi   Perugia, attivisti gay a processo per disturbo della quiete pubblica
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...