ALESSANDRO, MAGNO E GAY (MA NON SI VEDE)

“Alexander”: una delle serie animate più innovative degli ultimi anni, bollata dalla critica come serie gay: in effetti l’ostentazione dei corpi maschili è una delle sue caratteristiche più rilevanti , ma chi spera di trovare una sequela di ammiccamenti e scene esplicite si troverà alle prese con tutt’altro genere di prodotto…

Ci sono pochi personaggi storici che possono vantare il fascino e la popolarità di Alessandro il Grande, il giovane condottiero che nel quarto secolo a.C. costituì il primo grande impero che la storia ricordi, e che nonostante una morte prematura (aveva solo 33 anni) riuscì a sottomettere praticamente tutto il mondo allora conosciuto (un immenso territorio che andava dalla Grecia all’India).

Pare sia storicamente appurato che Alessandro fosse omosessuale ( o perlomeno bisessuale ) e che nonostante due matrimoni “politici” in realtà fosse legato ad Efestione , uno dei suoi guerrieri più valorosi… Alcuni sostengono addirittura che fu proprio in seguito alla morte di quest’ultimo che la sua stella tramontò ( Alessandro si ammalò e morì nel giro di un anno a partire da quella data ).

Probabilmente questi particolari sono stati tenuti in debito conto dai produttori e dagli ideatori di

La trama dei tredici episodi che compongono la serie segue abbastanza fedelmente le tappe della vita di Alessandro , dalla nascita alla morte , ma con alcune sostanziali differenze : in primo luogo l’ambientazione che con la Grecia classica non ha nulla a che spartire…Ci troviamo infatti in una sorta di luogo al di la del tempo e dello spazio , che alterna distese desolate ad immense città dalle architetture impossibili e dai colori sgargianti , dotato di tecnologie avanzate e di un alone di misticismo che sembra avvolgere ogni cosa…I personaggi indossano abiti ed armature che sembrano uscire da un balletto ( se non addirittura da qualche parata gay ) , anche se , in effetti , questo non fa altro che accentuare il contrasto con la loro psicologia tormentata , che di gaio ha davvero poco.

In realtà tutta la storia ruota attorno ad una profezia apocalittica legata ad Alessandro stesso , partorito dalla madre Olimpiade ( sacerdotessa folle di un culto demoniaco e nichilista ) col preciso scopo di farne il distruttore del mondo : per fare questo Alessandro deve anche venire in possesso del “solido platonico” un misterioso artefatto che può dominare le leggi matematiche che governano il creato… E in effetti in questa serie le dottrine filosofiche e matematiche hanno un peso determinante , in quanto possono dare il potere di fare e di essere qualsiasi cosa: non a caso nella serie compaiono filosofi come Platone , Aristotele e Diogene , nella veste di veri e propri ” guru ” dai poteri pressochè divini.

Le stesse battaglie passano in secondo piano di fronte allo scontro in atto fra la natura demoniaca e umana di Alessandro , e rispetto agli scontri con le sette filosofiche ( i cui rappresentanti hanno l’aspetto di mostruosi para-ninja levitanti ) che vogliono annientarlo prima che possa distruggere tutto ciò che esiste.

Per il resto i personaggi che hanno circondato l’Alessandro “storico” ci sono proprio tutti , compreso Efestione , che stranamente è il più silenzioso si tutti…

Forse proprio per lasciare allo spettatore la possibilità di intuire quello che non è “politicamente corretto” mostrare.

In effetti di sesso esplicito non se ne può proprio parlare , ma d’altra parte questo vuole essere un prodotto essenzialmente rivolto a chi pensa che ” l’animazione per adulti ” non debba vertere necessariamente su tematiche pornografiche , fermo restando che “l’erotismo” in senso lato non manca di certo.

La serie , prodotta in America ma realizzata in Giappone , si avvale della caratterizzazione grafica di Peter Chung , già responsabile delle bizzarrie presenti nella serie di AEON FLUX , un “cult” dell’animazione e della fantascienza che , come ALEXANDER , è stato presentato in Italia sull’emittente MTV in versione integrale e senza censure.

Leggi   50 anni fa lo 'scandalo Lavorini'. Per la prima volta in Italia i gay vennero demonizzati e considerati mostri

Per chi si fosse perso la messa in onda e non avesse voglia di aspettare un ipotetica replica sono disponibili le quattro videocassette che raccolgono l’intera serie : sono edite da DYNAMIC ITALIA , si possono richiedere nelle fumetterie o nelle migliori videoteche e costano £ 39.900 caduna ( nella versione home-video sono presenti anche i trailers , le sigle originali e il film-pilota inedito ).

Se non riuscite a trovarle potete ordinarle direttamente all’indirizzo e-mail dynit@tin.it.

Se invece vi interessano maggiori informazioni sulla serie il sito ufficiale si trova all’indirizzo www.ani-alexander.com

Il sito è disponibile solo in inglese , giapponese e coreano ma è davvero esauriente e ben fatto , con tanto di informazioni sull’Alessandro storico , biografie degli autori , schede dei personaggi e quant’altro.

Il copyright delle immagini è di DYNAMIC ITALIA /AleXAnder Committee

di Valeriano Elfodiluce

LEGGI ANCHE

Gay life

In arrivo il primo fumetto con protagonista una supereroina trans

Chalice può manifestarsi con la sua identità femminile solo quando indossa il costume. In arrivo a settembre, The Alters, si...

di Redazione | 19 Luglio 2016

Storie

Disney: in sviluppo la storia di Rosarossa, sorella di Biancaneve

"Rose Red" il titolo della pellicola, che rivedrà il classico originale con taglio inedito

di Andrea Semenzato | 2 Aprile 2016

Storie

I Simpsons: coming out in arrivo nel cartone tv più...

C'è poco da dire: i creatori de I Simpsons sono sempre avanti.

di Andrea Semenzato | 21 Marzo 2016