Ergastolo al ‘più pericoloso stupratore in Uk’ e il dramma delle violenze sessuali sugli uomini

195 vittime, uomini eterosessuali. Perché le violenze sessuali riguardano anche gli uomini.

violenze sessuali omofobia transessualità
Mario Giordano vergognoso nel parlare di transessualità.
3 min. di lettura

Reynhard Sinaga è un ragazzo 36enne, studente indonesiano, figlio di una ricca famiglia, che viveva e studiava a Manchester. Il suo volto sempre sorridente e il suo stile di vita lo dipingevano come un bravo ragazzo, di cui potersi fidare senza ombra di dubbio. In realtà, Reynhard Sinaga era uno stupratore seriale. Il più pericoloso di tutto il Regno Unito, secondo la giudice che lo ha dichiarato colpevole e condannato all’ergastolo. In due anni e mezzo, il 36enne è riuscito a depistare investigatori ed esperti del Paese, compiendo violenze sessuali su 195 persone. Molti di queste devono ancora essere identificate, poiché come indizio gli inquirenti hanno solamente le foto e i video che lo stupratore conservava nel suo cellulare.

Sinaga può essere definito uno stupratore seriale per il modo in cui sceglieva le sue vittime, prevalentemente uomini eterosessuali. Il 36enne indonesiano viveva a Manchester, e proprio qui metteva in atto il suo piano. Aspettava fuori da locali e discboteche della città. In attesa di un uomo troppo ubriaco, senza soldi e senza un amico a cui chiedere un passaggio. Approfittava della vulnerabilità per offrire il suo aiuto. Ubriaca o sotto l’effetto di stupefacenti, la vittima non aveva il buonsenso di rifiutare l’aiuto di uno sconosciuto.

Ma è a questo punto che iniziava l’incubo. L’uomo drogava e stuprava le sue vittime, faceva loro foto e si riprendeva durante le violenze sessuali. La droga utilizzata non faceva ricordare nulla alla vittima, che il giorno dopo di risvegliava pensando di aver semplicemente esagerato.

La scoperta delle violenze sessuali e l’arresto

Sebbene le immagini e i video di Sinaga ritrovate dagli investigatori erano risalenti solo agli ultimi due anni, si pensa che era lo stupratore seriale compiesse crimini da 12 anni. A denunciarlo una delle vittime, nel 2017. Il ragazzo, risvegliatosi durante le violenze sessuali, riuscì a fuggire e a chiamare la Polizia.

Perché ha potuto agire indisturbato per così tanti anni?

Gli stereotipi. Anche questa potrebbe essere una risposta alla domanda. Gli effetti della droga che utilizzava e il fatto che gli uomini sono per lo più gli stupratori e non le vittime, hanno consentito a Reynhard Sinaga di perpetrare i suoi crimini. E avrebbe continuato a farlo.

Solo dopo l’arresto e a seguito dell’identificazione da parte della Polizia, è stato possibile trovare la causa di traumi e sofferenze che le vittime riportavano dopo l’incontro con lo stupratore seriale. Tutte patologie riconducibili a un abuso, di cui però nessuno aveva ricordo, per via della droga che l’uomo somministrava alle sue prede, a loro insaputa.

Ma il dramma degli uomini stuprati non è un fatto nuovo. Anche se è certo che il numero di donne vittime di abusi sia purtroppo altissimo, in particolar modo quando la vittima è un uomo il fatto viene nascosto, messo in secondo piano. Perché non può esistere un uomo vittima di abusi sessuali. Come spiega Pier Cesare Notaro in un articolo de Il Grande Colibrì, a seguito di uno stupro l’uomo cerca solo di nascondere quanto successo:

Gli uomini violentati non subiscono soltanto danni psicologici e fisici. Ma devono affrontare anche lo stigma di una società machista ed omofobica. Quando riescono, tengono segreta la violenza e non chiedono aiuto a nessuno, perché, se la notizia diventa pubblica, sono additati come omosessuali, emarginati dalla comunità, abbandonati dalla famiglia. 

Una “tattica” utilizzata anche dai soldati in alcuni Stati, dove lo stupro su leader politici o attivisti viene visto come una perdita di dignità, un danno peggiore della morte. Ma la cosa peggiore, è che secondo il rapporto “Nel mainstream: affrontare la violenza sessuale contro uomini e ragazzi in guerra” realizzato da Refugee Law Project, Plan e War Child UK i cittadini di 62 stati non pensano che possano anche solo esistere violenze sessuali verso uomini.

Non ci sono dati certi sui numeri di queste violenze, poiché lo stupro viene nascosto e dimenticato, una tecnica di difesa che utilizza la nostra mente, indistintamente dal genere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Papa Francesco - Vescovi - Cei

Papa Francesco tradito e punito dai vescovi: la ferocia omofobica della Cei, le chat interne e i pochi sacerdoti coraggiosi

News - Marco Grieco 30.5.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
Blood and Ashes, il sequel gay di 300 con Alessandro Magno gay diventa serie tv? - 300 - Gay.it

Blood and Ashes, il sequel gay di 300 con Alessandro Magno gay diventa serie tv?

Serie Tv - Redazione 30.5.24
Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell'ultimo capitolo: "Almeno 18 mesi per disegnarlo" - Heartstopper - Gay.it

Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell’ultimo capitolo: “Almeno 18 mesi per disegnarlo”

Serie Tv - Redazione 28.5.24
Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans - Bingham Cup 2024 a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans 5 - Gay.it

Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans

News - Redazione 29.5.24
Grande Fratello 2023 - Alfonso Signorini

Al via i casting per la nuova edizione del Grande Fratello: il prossimo potresti essere tu!

Culture - Luca Diana 29.5.24

Leggere fa bene

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio - Sessp 15 - Gay.it

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio

Culture - Federico Colombo 1.1.24
Justin Bieber a 15 anni con Diddy-Puff Daddy

Perquisite le ville di P. Diddy: quel video con Justin Bieber quindicenne

Musica - Mandalina Di Biase 29.3.24
Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché - revengeporn - Gay.it

Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché

News - Francesca Di Feo 7.2.24
stati-uniti-bridget-christian-ziegler-violenza-sessuale

Stati Uniti, accusato di violenza sessuale il marito di Bridget Ziegler, leader del collettivo conservatore “Moms for Liberty”

News - Francesca Di Feo 4.12.23