Coronavirus, store per feticisti del medical contattato dal Servizio sanitario inglese: “Avete camici?”

È presto montata la polemica nei confronti del governo britannico, che ha evidentemente sottovalutato la pandemia da Covid-19.

Coronavirus, store per feticisti del medical contattato dal Servizio sanitario inglese: "Avete camici?" - Coronavirus - Gay.it
2 min. di lettura

Il Coronavirus ha travolto il mondo, mettendo a dura prova tutte le realtà sanitarie del Globo. Se in Italia è caccia alle mascherine e a New York gli infermieri sono costretti a proteggersi con le buste della spazzatura, anche in Inghilterra è carenza assoluta di attrazzature basilari per affrontare la pandemia.

MedFetUK, store on line di Manchester specializzato in accessori medici per feticisti, ha infatti svelato su Twitter di aver ricevuto contatti diretti dal Servizio sanitario nazionale inglese, la scorsa settimana, che chiedeva forniture essenziali per proteggere infermieri e medici al lavoro per contenere il contagio. A loro, solitamente cliccati da innamorati dei giochi di ruolo sessuali.

Non ne avevamo molti, perché non disponiamo di grandi scorte, ma erano disperati, quindi li abbiamo inviati gratuitamente.

Un tweet che è presto diventato virale, anche perché la polemica sulla mancata preparazione inglese alla pandemia va avanti da giorni, soprattutto dopo gli ineziali sberleffi di Boris Johnson, premier poi risultato positivo. Non a caso dal MedFetUK hanno picchiato durissimo contro l’esecutivo.

Quando vedete qualcuno del governo dire che il SSN sta ottenendo ciò di cui ha bisogno, questa è una BUGIA. Quando noi, una piccola azienda creata per servire una piccola parte della comunità kink, ci ritroviamo a essere contattati in qualità di fornitori ultimi dal nostro Servizio sanitario nazionale in un momento di crisi, qualcosa di seriamente sbagliato è accaduto. In effetti, è scandaloso. Questo è il risultato di un decennio di finanziamenti insufficienti e tagli cronici che hanno lasciato il SSN a malapena in grado di lavorare in circostanze normali, tanto meno di fronte ad una pandemia globale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24

Hai già letto
queste storie?