8 opere di street art gay dedicate al mondo Lgbt

di

Esistono opere di street art gay? Certo, e ce ne sono ben 8 che non puoi perdere!

Street art gay
CONDIVIDI
257 Condivisioni Facebook 257 Twitter Google WhatsApp
6894 1

La street art è nata con l’uomo. Impariamo a disegnare e scarabocchiare già da piccoli, e se tra mille bellezze artistiche e architettoniche d’Italia è stata scelta la pittura rupestre della Val Camonica come primo patrimonio UNESCO ci sarà un perché. Attraverso la pittura e la street art, gli artisti comunicano emozioni, portano avanti battaglie e si fanno promotori di messaggi molto importanti. Ma esistono opere di street art gay?

Certo che sì! Melbourne, New York, Philadelphia, Milano ma anche il quartiere hippie di Christiania a Copenaghen e tanti altri: ecco quali sono le opere di street art a tematica LGBT più belle.

Philadelphia

Street gay art Philadelphia
Street gay art Philadelphia

Il grande edificio che ospita la William Way è interamente ricoperto da un murales che celebra l’amore. Il centro di supporto per la comunità LGBT è un’importante realtà di Philadelphia e qui vengono organizzate mostre e incontri.

Milano

Street gay art Milano
Street gay art Milano

C’è stato un tempo in cui gli omini rosa di Aluà avevano invaso il centro di Milano. Si possono vedere ancora qua e là, soprattutto in zona Nolo. Ma è in Largo Bellintani che si trova la vera street art gay: qui infatti ci sono due piccoli omini rosa che stringono un cuore arcobaleno e danno il benvenuto a tutti coloro che passeranno la serata nella gay street di Via Lecco.

Dublino

Street gay art Dublino
Street gay art Dublino

Il The George è uno dei bar gay storici e più amati d’Irlanda. Qui si fanno spettacoli con tutte le drag più famose di RuPaul e ogni domenica va in scena l’irriverente bingay. L’ingresso laterale di questo locale è stato per molto tempo sulle prime pagine di ogni giornale irlandese. Proprio qui infatti un grande murales si è fatto promotore del Sì al matrimonio egualitario.

Brighton  

Street gay art Brighton
Street gay art Brighton

Banksy è fra i più famosi street artist del mondo, noto per la sua street art gay. Nonostante questo però la sua opera a Brighton con i 2 poliziotti che si baciano aveva fatto discutere a tal punto che doveva essere rimossa, oggi è ancora visibile ed è protetta da un plexiglass.

Street gay art Brighton
Street gay art Brighton

Bruxelles

Street gay art Bruxelles
Street gay art Bruxelles

Il quartiere gay di Bruxelles non è famoso solo per i bar e le serate, ma anche per le tantissime opere di street art gay presenti in giro. L’ingresso al quartiere gay è segnato dal grandissimo murales in pieno stile Tin Tin che apre il quartiere a tante altre opere presenti nella via Rue du Marché au Charbon.

Copenaghen

Street gay art Copenaghen
Street gay art Copenaghen

Della sua arte si sente tanto parlare ultimamente, forse perchè spinta e di sicuro perchè non passa inosservata. Lui si chiama EDES e le sue tele preferite sono vagoni dei treni, lampioni, sottopassi e i muri del quartiere hippie di Christiania. Tutti i murales sono riconoscibili dall’immancabile bandiera arcobaleno, unita a giganti peni rosa.

Melbourne

Street gay art Melbourne
Street gay art Melbourne

Qui si può ammirare una delle opere più famose di David Lee Pereira: il gigante YES. È stato creato in occasione del recente referendum sul matrimonio gay in Australia ed è diventato uno dei simboli di tutta la campagna per il sì. La street art gay potrebbe essere un buon strumento per le elezioni! 

New York

Street gay art New York
Street gay art New York

Non sarebbe un elenco completo senza Keith Haring. Lo street artist di New York ha sempre unito omosessualità e arte. Uno delle tantissime opere è quella presente al Gay Center di New York, riaperta al pubblico nel 2012.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...