Le street artist Lediesis ci raccontano la loro arte come omaggio a tutte le donne

In occasione dell'8 marzo, festa della donna, abbiamo conosciuto Ledies, la coppia di street art più famosa in Italia.

lediesis
3 min. di lettura

Lediesis, anonima coppia di street artist, ci ha raccontato cosa significa per la street art e in particolare la loro decisione di abbellire le città con le immagini di figure femminili, famose e non, che ammiccano al passante.

Lediesis: un nome che è omaggio a tutte le grandi signore

Le street artist Lediesis ci raccontano la loro arte come omaggio a tutte le donne - lediesis gay 00003 - Gay.it

Ecco cosa ci hanno raccontato.

Come avete deciso e da dove deriva il nome lediesis? 

L’idea delle Superwomen è nata quasi per scherzo durante la visita all’Arte Fiera a Bologna, a gennaio dello scorso anno. La scelta del nome che usa l’hashtag gioca sia sul linguaggio social sia su quello musicale, il diesis è un’alterazione della nota di base. Inoltre già nel pronunciare Lediesis (ladies) è chiaro che si vuole rendere omaggio a delle grandi signore, ma anche a tutte sisters, le sorelle. Pensa quante sfumature in una sola parola!!!

Avete deciso di restare anonimi/e: nessuno conosce il vostro volto, i vostri nomi, il vostro genere. Perché avete scelto questa segretezza?

In realtà abbiamo detto che siamo due donne, ma preferiamo restare anonime proprio perché in un mondo in cui grazie ai social tutti conoscono tutto di tutti, per noi l’invisibilità è un superpotere.

Com’è nata l’idea di dedicare la vostra street art alle supereroine?

Le street artist Lediesis ci raccontano la loro arte come omaggio a tutte le donne - lediesis gay 00001 - Gay.it

Abbiamo fatto la prima incursione a Firenze, città capofila della street art italiana, in occasione dell’8 marzo attaccando 8 donne in altrettante finestre cieche del centro storico. E’ un omaggio alle donne e come un momento di riflessione per tutti. Sinceramente non ci aspettavamo il successo mediatico che abbiamo avuto. Questo ci ha incoraggiato per uscire con altrettante icone a Roma dove abbiamo disseminato di donne il Ghetto e Trastevere. Da Anna Magnani alla Sora Lella. Da Eva Kant a Barbie. 

Scegliamo in base alle vibrazioni che ci procurano i soggetti. Le eroine disegnate hanno lasciato in eredità esempi e pensieri che è giusto condividere, ricordare, omaggiare. Tutte hanno la S di superman sul petto per giocare sul ribaltamento dei ruoli e tutte fanno l’occhiolino.

Le street artist Lediesis ci raccontano la loro arte come omaggio a tutte le donne - lediesis gay 00002 - Gay.it

L’occhiolino dei personaggi non è un caso, vuole creare un rapporto con chi guarda. Ma che tipo di rapporto? Qual è il messaggio?

L’occhiolino delle Superwomen per noi rappresenta un gesto di complicità con chi le guarda, come per dirgli  “anche tu sei come me, anche tu hai i superpoteri!” 

Lediesis e 8 marzo: come vedete questo binomio?

Il numero otto è una costante. Otto marzo, otto donne in altrettante città italiane. Otto è anche il  numero  che rappresenta l’infinito, l’incommensurabile e l’indefinibile, il numero dell’eterno ritorno e della completezza, tutte caratteriste insite nella natura femminile. 

Però, avete raffigurato anche degli uomini, come Martin Luther King, i magistrati Falcone e Borsellino, Pietro Bartolo.

Le street artist Lediesis ci raccontano la loro arte come omaggio a tutte le donne - lediesis gay 00004 - Gay.it

Recentemente abbiamo realizzato, in collaborazione con la Fondazione Il Cuore si scioglie onlus, la campagna  #ilmomentoèadesso per la raccolta fondi dei progetti di solidarietà (alcuni anche nel Rione Sanità) e per cercare di dare un’opportunità a quanti non l’hanno mai avuta. Insieme abbiamo selezionato 7 persone che hanno cambiato e stanno cambiando la storia e abbiamo realizzato dei superhumans come Martin Luther King, Falcone e Borsellino, Greta Thumberg, Liliana Segre… quindi non solo donne, ma personaggi molto attuali, eroi dei nostri tempi che hanno a cuore la giustizia, l’integrazione, il coraggio.

Avete in programma qualche “incursione artistica” per l’8 marzo? 

Abbiamo appena avuto l’onore di inaugurare la mostra Superwomen #Super8x8Città nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli che sarà visitabile fino al 13 aprile. Rappresenterà la mostra più importante per la Festa della Donna anche perché attraverso i volti di 8 artiste connette 8 città italiane in cui abbiamo attaccato le copie delle opere al MANN. 

In particolare a Milano abbiamo creato l’omaggio alla tormentata poetessa Alda Merini. Tra i canali di Venezia, si trova il volto di Peggy Guggenheim, regina laica dell’arte contemporanea in Laguna. A Bologna, brilla la stella di Marlene Dietrich. A Firenze, Marina Abramovic, di casa nel capoluogo toscano. A Roma ammicca il volto di Lina Wertmuller. A L’Aquila troneggia il viso inconfondibile di Frida Kahlo, mentre a Bari trionfa Maria Callas, nume tutelare del Teatro Petruzzelli.

Per tutte le opere di Lediesis, il canale social: Instagram.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24

Leggere fa bene