Ungheria: sindaco vieta la presenza di gay e musulmani in paese

"Qui siamo tutti bianchi, europei e cristiani, vogliamo mantenere questa situazione e non vogliamo immigrati o omosessuali".

Ungheria: sindaco vieta la presenza di gay e musulmani in paese - ungheria - Gay.it
2 min. di lettura

In Ungheria, nella cittadina di Asotthalom, a un passo dalla frontiera ungherese-serba e dalla barriera che la chiude per arginare la grande migrazione, il sindaco Laszlo Toroczkai (di estrema destra) ha varato dure leggi contro la residenza dei musulmani, e anche severe restrizioni contro le coppie omosessuali. Provvedimenti che risultano contrari alle leggi ungheresi e alle stesse direttive del governo di maggioranza nazionalconservatore.

Per ordinanza del giovane sindaco, è vietato ad Asotthalom indossare abiti strettamente musulmani, è vietato a qualsiasi muezzin lanciare appelli alla preghiera, è vietato anche costruire moschee. Anche se i musulmani residenti siano appena due, e descritti come integrati e pacifici dagli abitanti intervistati dalla Bbc.

Siamo tutti bianchi, europei, cristiani, vogliamo mantenere questa tradizione“, ha detto il sindaco, aggiungendo di ritenere che è in corso una “guerra contro la cultura musulmana“. E ancora: “Vogliamo dire benvenuto prima di tutto a gente dall’Europa occidentale che non vuole vivere in una società multiculturale, non vorremmo attirare musulmani nella nostra città, per la quale è molto importante preservare le proprie tradizioni; se un gran numero di musulmani arrivasse qui sarebbe incapace di integrarsi nella comunità cristiana“.

Il sindaco ha aggiunto anche: “Vediamo che esistono in Europa occidentale vaste comunità di musulmani che si sono mostrate incapaci di integrarsi, e non vogliamo vivere la stessa esperienza qui… Vorrei che l’Europa appartenga agli europei, l’Asia agli asiatici e l’Africa agli africani“.

Asotthalom fu investita dalla grande ondata migratoria nel 2015 e il premier Orbàn decise di reagire blindando il confine.

La nuova legislazione cittadina vieta di indossare lo hijab e altri indumenti musulmani o islamisti, vieta la preghiera e l’appello alla preghiera del muezzin, e anche la manifestazione pubblica di amore tra coppie omosessuali. Quest’ultima disposizione in particolare è in contrasto con la prassi della vita quotidiana nella vivace, giovanile capitale di tendenza Budapest e di altre città del paese.

Il governo di Orbàn non ha mai adottato simili misure.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Zio Satana 23.2.17 - 17:07

I veri nemici dei gay non sono gli ungheresi, ma gli stessi gay...il mondo culattone non prevere la maturita' ma solo la giovinezza affiancata dalla bellezza e dal cazzo duro da far finire direttamente nei culi ingordi delle finocchie.Non è un caso che i gay muoiano da soli nelle loro case delle bambole quando non hanno piu' un eta' compresa tra i 18 e i 30 anni e nelle dark non li caga piu' nessuno !

    Avatar
    Claudio Di Gennaro 23.2.17 - 17:19

    Che ne sai tu delle dark gay? Ci vai spesso? Comunque benvenuto, eravamo a corto di stronzi e sei arrivato tu.

Avatar
alessio 17.2.17 - 23:27

Ma adesso siamo al punto che il primo cittadino di una città, responsabile, per la comunità di cui è sindaco, della salute fisica e dell'igiene morale dei suoi concittadini, non ha neanche più la potestà, corrispondente a un preciso e correlato diritto/dovere, di prendere le misure perché gli abitanti, tra i quali anche molti minori, siano posti al riparo dalla corruzione della pederastia, dalla turpitudine della sodomia e dalla ripugnante abiezione del vizio contro natura, disponendo divieto di ingresso e allontanamento di ogni pervertito dai confini della sua giurisdizione? Egli si comporta come si comporterebbe ogni buon padre di famiglia

    Avatar
    Giovanni Di Colere 18.2.17 - 14:16

    Sodomia.. pederastia... ma si eccita da solo a scrivere usando termini desueti o pensa di essere Savonarola? Il pervertito sessuale è Lei che utilizza parole ridicole

    Avatar
    Ruki 18.2.17 - 17:24

    Si, che a voi piaccia o meno adesso siamo al punto in cui non si può più discriminare le persone e un buon padre di famiglia non discrimina i propri figli per motivi stupidi, un buon padre di famiglia li amerebbe e farebbe di tutto per proteggerli da quelli come te

    Avatar
    Maurizio 19.2.17 - 6:08

    La tua presenza è gradita come una diarrea di cinghiale.

Avatar
gedeone lo stilita 17.2.17 - 17:16

Quando dà il benvenuto agli intolleranti dei paesi occidentali mi piace. Magari Adinolfi & co si trasferissero in Pannonia!

Avatar
Giovanni Di Colere 17.2.17 - 14:40

Ma se è contrario alle leggi ungheresi allora come fa un provvedimento amministrativo del sindaco o delibera comunale ad essere valida? Gerarchia delle fonti di diritto questa sconosciuta o traduzione dellla notizia sbagliata?

Avatar
Luigi C 17.2.17 - 14:31

Venga presa solo come ironia il fatto che gli Ottomani invasero l'Ungheria e la tennero sottomessa per un paio di secoli. In cambio lasciarono splendide saune. Ma tant'è. Per la seconda parte l'Ungheria di Orban ha riconosciute le Unioni Civili omosessuali ben prima della nostra Italia.

Trending

Simona Fatima Cira Aiello

Chi è Simona Aiello donna trans candidata con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia alle comunali

News - Mandalina Di Biase 28.5.24
Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell'ultimo capitolo: "Almeno 18 mesi per disegnarlo" - Heartstopper - Gay.it

Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell’ultimo capitolo: “Almeno 18 mesi per disegnarlo”

Serie Tv - Redazione 28.5.24
pride di modena, terni e alessandria

Come sono andati i Pride di Alessandria, Terni e Modena il 25 maggio – GALLERY

News - Gio Arcuri 28.5.24
teramo-estorsione-uomini-gay-grindr

Reggio Calabria, uomo gay adescato tramite app picchiato, insultato e derubato da tre ragazzi

News - Redazione 28.5.24
Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans - Bingham Cup 2024 a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans 5 - Gay.it

Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans

News - Redazione 29.5.24
Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso - carcere amnistia - Gay.it

Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso

News - Redazione 29.5.24

Leggere fa bene