Bologna: omosessuali aggredite al Cassero

di

Quattro avventori al Cassero di Bologna hanno insultato e poi aggredito con schiaffi e spintoni quattro persone, fra cui tre donne, che stavano apprestandosi ad uscire dalla sala.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


BOLOGNA – Quattro avventori al Cassero di Bologna hanno insultato e poi aggredito con schiaffi e spintoni quattro persone, fra cui tre donne, che stavano apprestandosi ad uscire dalla sala. Il fatto è avvenuto venerdì scorso, al termine della serata, a luci accese e musica spenta.
Secondo il resoconto di Sandro Mattioli, del Circolo Arcigay Il Cassero, l’aggressione è avvenuta dopo che per tutta la sera i quattro avevano preso di mira una delle ragazze, ed è scaturita dal fatto che la ragazza non aveva ceduto alle loro profferte. «E’ incredibile che ancora oggi – afferma Mattioli – in centro gay-lesbico di provata fama e ventennale esperienza come il Cassero, le donne debbano essere maltrattate, se non addirittura aggredite, e non possano ballare tranquille. Evidentemente la strada che come uomini e donne omosessuali dobbiamo percorrere per fare accettare il nostro orientamento sessuale è ancora lunga, perfino nella civilissima Bologna».
«Arcigay Cassero è ovviamente solidale con le persone così maltrattate, colpito nel suo intimo dal disprezzo dimostrato dagli aggressori e sosterrà le decisioni degli aggrediti in qualunque sede. Sarà cura del circolo – continua Mattioli – attrezzarsi per limitare eventi del genere e moltiplicare i proprio sforzi per far capire che le differenze sono un valore, che il Cassero non è solo una discoteca di tendenza ma una associazione di uomini e donne omosessuali con buona pace dei misogini idioti dell’altra sera».

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...