Mario Fortunato rimosso perché gay?

di

Berlusconi lo vorrebbe rimuovere dalla direzione dell'Istituto Italiano di Cultura a Londra, ma gli intellettuali inglesi si mobilitano. Interrogazione parlamentare di Franco Grillini.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
590 0
590 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il deputato Ds Franco Grillini, presidente onorario Arcigay, ha presentato ieri una interrogazione parlamentare al ministro ad interim per gli Esteri Silvio Berlusconi sulla vicenda legata alla mancata nomina di conferma di Mario Fortunato a direttore dell’Istituto di Cultura Italiano a Londra. Secondo quanto riportato dall’Observer, Mario Fortunato «starebbe per essere licenziato da Berlusconi a metà del suo mandato come direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra, perché, affermano i sostenitori, è apertamente gay e troppo di sinistra per i gusti di Berlusconi».

Mario Fortunato, recentemente intervistato da Gay. it (clicca qui), ha assunto la direzione dell’Istituto due anni fa. La sua carica dura quattro anni, e generalmente viene confermata per altri quattro. Ma alcune fonti affermano che Fortunato potrebbe venire rimosso persino prima del termine del primo periodo.

A sostegno della sua permanenza alla direzione dell’istituto, si sono mobilitati numerose personalità della cultura britannica, coordinati dall’attore Colin Firth: Salman Rushdie, Hanif Kureishi, Ian McEwan, Doris Lessing, Nick Hornby, Michael Nyman e Harold Pinter sono tra coloro che hanno sottoscritto l’appello indirizzato al ministro degli esteri ad interim Berlusconi perché riconfermi Fortunato.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...