Parlamento Europeo, Daniele Viotti nominato presidente per i diritti LGBT

di

"Mi impegnerò anche per l'Italia, perché non ci si fermi alla legge Cirinnà" dice.

CONDIVIDI
147 Condivisioni Facebook 147 Twitter Google WhatsApp
5325 0

Daniele Viotti (Pd) è stato nominato presidente dell’intergruppo per i diritti LGBT del Parlamento Europeo.

La notizia è di pochi minuti fa. Queste le sue prime parole: “Per me è un grande onore assumere questo incarico e sostituire Ulrike Lunacek, alla quale vanno i ringraziamenti per tutto il lavoro svolto”. Nel corso del suo mandato Viotti promette di concentrarsi su tre grandi temi: salute e prevenzione, attenzione ai Paesi Ue dove i diritti non sono ancora completamente acquisiti e attenzione ai Paesi al di fuori dell’Europa dove “impegnarsi per i diritti LGBT significa lavorare per ottenere diritti umani e diritti alla vita”.

E l’Italia?Dal punto di vista italianocontinua l’europarlamentaremi impegnerò perché sul tema non ci si fermi alla legge Cirinnà sulle unioni civili. Quello è stato un punto di partenza. Bisogna andare avanti verso la piena uguaglianza. Lavorerò per portare un po’ più di Europa, quella buona dei Paesi più avanzati, in Italia”.

Leggi   Unioni civili, le coppie gay superano nettamente quelle lesbiche (nei primi anni)
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...