L’eurodeputata leghista Basso contro i manifesti pro famiglie arcobaleno di Ravenna: “Chiederò spiegazioni a Bruxelles”

Polemiche insensate.

ascolta:
0:00
-
0:00
L’eurodeputata leghista Basso contro i manifesti pro famiglie arcobaleno di Ravenna: "Chiederò spiegazioni a Bruxelles" - Leurodeputata leghista Basso - Gay.it
Ravenna, manifesti pro diritti lgbtqia+
3 min. di lettura

Lo scorso novembre a Ravenna ha preso forma la campagna “Insieme si può“, a promozione del Centro Antidiscriminazioni LGBTQIA+ cittadino, realizzata da Arcigay con il sostegno di Unar – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali.

Nei manifesti affissi in città si vedono Maria, madre di un adolescente trans che non sa come supportarlo; Karim, che ha paura di fare coming out con la sua famiglia musulmana perché teme di essere buttato fuori di casa; Fra, una persona trans che prima di intraprendere il percorso di transizione giocava a calcio ed ora ha paura di essere bullizzata dai compagni di squadra; e infine Chiara e Giovanna, che stanno per avere un bambino ma non sanno se il Comune trascriverà il suo certificato di nascita.

Ed è al cospetto di questa innocua immagine che si è scatenata l’eurodeputata leghista Alessandra Basso. Dinanzi a simile campagna, che è stata realizzata grazie anche al Fondo Sociale Europeo (Fse), Basso ha tuonato:

«Diciamo basta a un’Europa che, dopo essersi spesso dimostrata poco rispettosa delle nostre tradizioni, ora lo è di fatto anche delle nostre leggi, sostenendo finanziariamente una campagna di comunicazione, come quella veicolata dai manifesti apparsi a Ravenna, che propongono apertamente un modello che la nostra normativa non consente. In Italia non è consentita la registrazione nell’atto di nascita dei bambini nati da coppie dello stesso sesso. In Italia il ricorso alla maternità surrogata è vietato dall’articolo 12, comma 6, della legge 40/2004 e la Camera ha già votato la proposta di legge che introduce il reato universale per questa pratica. Queste sono le leggi del nostro Paese e l’Ue deve portare loro il dovuto rispetto. Le donne non si noleggiano, i figli non si comprano: questi sono per noi principi inderogabili. Non è accettabile che i soldi dei cittadini europei vengano utilizzati così: io stessa chiederò spiegazioni Bruxelles e inviterò tutte le istituzioni coinvolte a fare chiarezza».

A darne notizia il sito RavennaEDintorni. Da Bruxelles, molto probabilmente, nessuno mai replicherà alla 56enne Basso, eurodeputata dal 2019, membro della Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori, membro della commissione AIDA, Intelligenza Artificiale, e membro sostituto nelle commissioni JURI e DEVE. D’altronde lo stesso Consiglio d’Europa ha pubblicamente criticato l’Italia, sottolineando come “gli attacchi alla comunità LGBTQIA+” siano “violazioni dei diritti umani”, mentre la Commissione UE ha ribadito come sia fondamentale “riconoscere le famiglie arcobaleno in tutta Europa”. Bel Paese compreso.

L’eurodeputata leghista Basso contro i manifesti pro famiglie arcobaleno di Ravenna: "Chiederò spiegazioni a Bruxelles" - Leurodeputata leghista Basso 1 - Gay.it L’eurodeputata leghista Basso contro i manifesti pro famiglie arcobaleno di Ravenna: "Chiederò spiegazioni a Bruxelles" - Leurodeputata leghista Basso 2 - Gay.it L’eurodeputata leghista Basso contro i manifesti pro famiglie arcobaleno di Ravenna: "Chiederò spiegazioni a Bruxelles" - Leurodeputata leghista Basso 4 - Gay.it L’eurodeputata leghista Basso contro i manifesti pro famiglie arcobaleno di Ravenna: "Chiederò spiegazioni a Bruxelles" - Leurodeputata leghista Basso 3 - Gay.it

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24

Continua a leggere

Donald Trump e il trionfo in Iowa, cosa succede ora con le primarie repubblicane? - Donald J. Trump - Gay.it

Donald Trump e il trionfo in Iowa, cosa succede ora con le primarie repubblicane?

News - Federico Boni 17.1.24
Belgrado Pride 2023, migliaia di persone in piazza sfidano l'omobitransfobico presidente Vučić - Belgrado Pride 2023 migliaia di persone in piazza sfidano lomobitransfobico presidente Vucic - Gay.it

Belgrado Pride 2023, migliaia di persone in piazza sfidano l’omobitransfobico presidente Vučić

News - Redazione 12.9.23
Alessandro Zan, l'intervista: "Il governo Meloni normalizza l'intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire" - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, l’intervista: “Il governo Meloni normalizza l’intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire”

News - Federico Boni 19.1.24
romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23
alessia-crocini-paolo-mieli-nichi-vendola-gpa

“Parole di Paolo Mieli vergognose”, la reazione di Alessia Crocini dopo l’attacco a Vendola

News - Francesca Di Feo 28.11.23
L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco come Giorgia Meloni: “Teorie gender pericolosissime, GPA da proibire a livello universale”

News - Redazione 8.1.24
bandiera progress pride

Le conquiste internazionali sui diritti LGBTQIA+ del 2023

News - Federico Boni 19.12.23