Europee 2024: quali sono i partiti al Parlamento di Strasburgo e come si collocano quelli italiani?

L'8 e il 9 giugno voteremo per le elezioni Europee. Ma cosa votiamo e chi? All'Europarlamento siedono gruppi diversi che esprimono maggioranze e opposizioni

ascolta:
0:00
-
0:00
Unione Europea - Partiti al Parlamento Europeo
Unione Europea - Partiti al Parlamento Europeo
6 min. di lettura

Tra il 6 e il 9 giugno tutti i cittadini europei saranno chiamati alle urne per votare il Parlamento Europeo, gli italiani sabato 8 e domenica 9. Questa è l’unica istituzione europea ad essere elettiva ed è, quindi, di notevole importanza. Tra le altre cose, il Parlamento ha potere legislativo e vota il Presidente della Commissione, il Capo del Governo dell’Ue. Oggi questo ruolo è ricoperto da Ursula von der Leyen. La Commissione ha bisogno di una maggioranza all’Europarlamento, oggi la maggioranza che appoggia von der Leyen è una grande coalizione tra Ppe, S&D (moderati e progressisti) e ALDE (con un commissario di ECR).

L’Europarlamento ha sede a Strasburgo, in Francia, e conta 705 membri eletti a suffragio universale, compreso il Presidente, che adesso è Roberta Metsola. Questo significa che tutti i cittadini dell’Unione possono votare per un proprio rappresentante che lo rappresenti in sede europea. Ogni paese ha una propria legge elettorale e a ogni paese spetta un numero preciso di membri, numero deciso sulla base della popolazione di ogni stato.

Come in ogni parlamento, anche in quello di Strasburgo esistono dei partiti, che sono federazioni dei vari partiti dei paesi membri. Solitamente i partiti politici dei paesi si collocano tra le grandi famiglie europee, ma esistono anche alcuni indipendenti.

Quali sono i partiti presenti nel Parlamento Europeo?

il Partito Popolare Europeo (Ppe), di cui fa parte Forza Italia

l’Alleanza progressista di Socialisti e Democratici (S&D), in cui siede il Partito Democratico

Renew Europe, con Italia Viva e Azione

Verdi/ALE, di cui fa parte Europa Verde

Conservatori e Riformisti Europei, del quale è presidente Giorgia Meloni e di cui fa parte Fratelli d’Italia

Identità e Democrazia, che vanta la Lega tra i suoi fondatori

La Sinistra al Parlamento Europeo (GUE/NGL).

Analizziamoli uno per uno.

Partito Popolare Europeo Eurpee

PARTITO POPOLARE EUROPEO – PPE

Il Partito Popolare Europeo, spesso chiamato Ppe, è la più grande coalizione di partiti moderati, conservatori liberali e cristiano democratici, oltre a essere il più longevo dell’emiciclo. Rappresenta il centrodestra dell’Unione, al suo interno troviamo Forza Italia. Tra i partiti più importanti ricordiamo la CDU e la CSU, i due grandi partiti di centrodestra tedeschi (di cui faceva parte la Merkel), i Repubblicani francesi (di cui fa parte Sarkozy) e Nea Demokratia in Grecia.

Il presidente del Ppe è Manfred Weber, esponente del CSU, il partito cristiano democratico bavarese. I popolari esprimono la Presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, oltre a esprimere diversi commissari (i ministri dell’Ue). Il più conosciuto è Valdis Dombrovskis.

Tra i partiti che facevano parte del Ppe ricordiamo Fidesz di Viktor Orban. Come abbiamo già raccontato, Orban entrò nel Ppe prima che l’Ungheria entrasse nell’Unione, quando ancora esprimeva una posizione di centrodestra liberale e non criminalizzava le minoranze, tra cui quella Lgbtq. Il Ppe, però, non fu in grado di abbandonare Fidesz, i popolari lo espulsero solo dalle riunioni decisionali nel 2019. Nel 2021 fu lo stesso Orban a uscire dal Ppe.

Tra i partiti italiani, oltre a Forza Italia, troviamo: Alternativa Popolare, Popolari per l’Italia, Unione di Centro (Udc), il Partito Autonomista Trentino Tirolese e il Südtiroler Volkspartei (SVP).

europee s&D

GRUPPO DELL’ALLEANZA PROGRESSISTA DI SOCIALISTI E DEMOCRATICI AL PARLAMENTO EUROPEO – S&D

L’S&D è la più grande federazione di partiti progressisti di centrosinistra, è il diretto erede del PSE, il Partito Socialista Europeo. Nato nel 2009, il Partito Democratico è entrato a farne parte nel 2014. Per quanto riguarda i numeri, S&D è il secondo gruppo più numeroso dopo il Ppe. Ne fanno parte il Partito Socialista Operaio Spagnolo (PSOE) di Pedro Sanchez, l’SPD tedesco e il Partito Socialista portoghese. L’S&D riunisce in sé il PSE (Partito Socialista Europeo) e altri esponenti indipendenti, non affiliati ai partiti “classici” europei.

La presidente dell’S&D è Iratxe García Pérez, spagnola, di origine basca e appartenente al PSOE, da sempre interessata ai temi Lgbtq. L’S&D fa parte della maggioranza che esprime la Commissione, in una Grande Coalizione, insieme al Ppe. Tra i Commissari più famosi vi è Frans Timmermans, Josep Borrell e Paolo Gentiloni (ex Primo Ministro italiano).

I partiti italiani che formano l’Alleanza progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo sono: Possibile, Democratici di Sinistra e Partito Socialista Italiano, oltre al Partito Democratico.

renew europe europee

RENEW EUROPE (ALDE + PDE)

Tra i liberali non ci sono solo gli esponenti del Ppe. Fino al 2019 il centro si trovava riunito sotto il grande cappello dell’ALDE (Alleanza dei Liberali e dei Democratici per l’Europa). Con l’ascesa di Macron all’Eliseo questo gruppo si è unito al Partito dei Democratici Europei e a Renaissance. È stato fondato così, Renew Europe, all’interno del quale si trovano, tra gli altri, il partito di Macron, Italia Viva di Renzi e Azione di Calenda.

Renew Europe è presieduto da Valerie Hayer, del partito francese Renaissance. Anche Renew Europe fa parte della maggioranza che esprime la Commissione. Sarebbe più corretto dire che è l’ALDE il partito presente all’interno del governo dell’Unione. Tra i commissari troviamo, infatti, Margrethe Vestager e Věra Jourová.

I partiti italiani che formano Renew Europe sono appartenenti sia al PDE che all’ALDE. Fanno parte del PDE: Italia Viva, L’Italia C’è, Tempi Nuovi – Popolari Uniti di Giuseppe Fioroni. Fanno, invece, parte dell’ALDE: Azione di Calenda, +Europa, Radicali Italiani e Liberali Democratici Europei di Andrea Marcucci (ex Pd e Iv)

verdi ale europee

VERDI/ALE

Una grande alleanza nata nel 1999 per raggruppare insieme diversi partiti europei dell’area progressista e ambientalista. Raggruppa in sé il PVE (il Partito dei Verdi Europei), l’ALE (Alleanza Libera Europa), il Partito Pirata Europeo e Volt. Al contrario dei precedenti, questo partito non sostiene la Commissione, ma ha un suo rappresentante tra i commissari. Si tratta del lituano Virginijus Sinkevičius, Commissario all’ambiente e appartenente al partito Unione dei Contadini e dei Verdi di Lituania.

Il Gruppo Verdi/ALE è presieduto dal belga Philippe Lamberts e co-presieduto dalla tedesca Terry Reintke. Lo statuto del gruppo vuole che l’Alleanza sia guidata da un uomo e da una donna.

A fare parte del gruppo, per l’Italia, sono Europa Verde (che è ormai conosciuta con il nome Alleanza Verdi-Sinistra Italiana) e Volt Italia.

Europee 2024: quali sono i partiti al Parlamento di Strasburgo e come si collocano quelli italiani? - id1 - Gay.it

IDENTITÀ E DEMOCRAZIA – ID

È uno dei gruppi più giovani (è nato nel 2019) e in maggiore crescita, tanto che si pensa possa diventare il terzo o il quarto partito dell’Europarlamento. Ha una posizione tradizionalista, conservatrice e populista. Al suo interno si trovano i partiti più a destra in Europa, tra questi i neonazisti di Alternative Für Deutschland (AfD), il Rassemblement National di Marine Le Pen, il Partito per La Libertà olandese di Geert Wilders e la Lega di Salvini (ve ne abbiamo parlato a dicembre per la convention di Firenze).

Il partito è presieduto da Marco Zanni della Lega. Due i vicepresidenti: il 28enne Jordan Bardella, presidente del Rassemblement National, e Gunnar Beck dell’Afd. Il gruppo è il principale esponente dell’opposizione al Parlamento Europeo. Oggi consta di 58 membri, ma potrebbe incrementare alle elezioni di giugno.

La Lega è uno dei partiti fondatori e l’unico rappresentante in Italia.

Europee 2024: quali sono i partiti al Parlamento di Strasburgo e come si collocano quelli italiani? - ecr - Gay.it

CONSERVATORI E RIFORMISTI EUROPEI – ECR

È nato nel 2009 come alleanza dei partiti di destra e di estrema destra contrari al federalismo europeo. Nazional-conservatori, sono tra i più a destra nell’emiciclo di Strasburgo, insieme a Identità e Democrazia. Ne fanno parte, oltre a Fratelli d’Italia, Vox, i Democratici Svedesi e Noi Cittadini (i fuoriusciti dall’Afd nel 2015).

A presiedere ECR è Giorgia Meloni, la nostra Presidente del Consiglio. Ha ottenuto questo ruolo nel 2020. ECR esprime un Commissario all’interno della Commissione Europea presieduta da Ursula von Der Leyen. Si tratta di Janusz Wojciechowski, Commissario all’agricoltura e appartenente al partito Diritto e Giustizia polacco. Interessante notare che ECR non fa parte della maggioranza che sostiene la Commissione all’Europarlamento.

Negli ultimi giorni si parla di un ingresso sempre più probabile in ECR di Fidesz, il partito di Orban. Anche il partito europeo presieduto da Meloni sarà in crescita nel 2024, grazie ai successi di Fratelli d’Italia e al possibile ingresso di Fidesz.

the left gue ngl europee

SINISTRA AL PARLAMENTO EUROPEO – LA SINISTRA – GUE/NGL

A sinistra dell’S&D siedono i parlamentari di La Sinistra – GUE/NGL. Fanno parte di questa grande coalizione tutti i partiti di sinistra radicale. Tra i più famosi ci sono La France Insoumise di Melenchon e la Linke tedesca, oltre allo spagnolo Podemos e a Syriza di Alexis Tsipras. GUE/NGL è un’alleanza di vari partiti: SE (Sinistra Europea), Alleanza della Sinistra Verde Nordica, gli Animalisti Europei e Ora il Popolo.

Il partito è presieduto da due esponenti, la prima è Manon Aubry di La France Insoumise e il secondo è Martin Schiderwan della Linke. Anche gli appartenenti a La Sinistra-GUE/NGL sono considerati euroscettici, ma non sono contrari all’Unione in sé. La loro contrarietà nei confronti dell’attuale gestione e struttura europea si accompagna a un sostegno all’integrazione europea, ma alla contrarietà al neoliberismo e a un’istituzione non pienamente democratica.

I partiti italiani che fanno parte di GUE/NGL sono Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana (ma solo come partito osservatore) e ilo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24

Leggere fa bene

lgbt european union

Il Parlamento UE verso il riconoscimento universale delle famiglie omogenitoriali

News - Francesca Di Feo 8.11.23
matteo salvini roberto vannacci elezioni europee

Salvini vuole candidare Vannacci alle Europee

News - Redazione Milano 19.10.23
orban ungheria

Come l’Ungheria è diventata illiberale, Orban e l’attacco alla democrazia

News - Lorenzo Ottanelli 1.2.24
meloni orban

Ungheria, Orban sfida l’UE: “Inammissibile l’ingresso dei propagandisti LGBTIA+ nelle nostre scuole” – VIDEO

News - Redazione 22.1.24
polonia-riconoscimento-coppie-omosessuali-cedu

Polonia, negare il riconoscimento alle coppie omosessuali viola la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo

News - Francesca Di Feo 14.12.23
TikTok Commissione Europea indagine

TikTok ci riduce a conigli intrappolati nella tana, manipola la salute mentale di minori e giovani, e crea dipendenza: l’Unione Europea apre indagine

Culture - Mandalina Di Biase 21.2.24
Matteo Salvini a Firenze per il meeting di Identità e Democrazia

Gli imbarazzanti alleati europei di estrema destra della Lega di Salvini

News - Lorenzo Ottanelli 4.12.23
15 Febbraio 2024 la Grecia approva il matrimonio egualitario

La Grecia legalizza il matrimonio egualitario, Italia ultimo paese dell’Europa Occidentale a discriminare le coppie omosessuali

News - Giuliano Federico 15.2.24