UN FILM RACCONTA ANGELO PEZZANA

di

Si intitola "Dentro e fuori" e racconta la vita dell'intellettuale torinese che ha fondato il "Fuori", primo movimento omosessuale italiano: è l' ultimo film di Ugo Nespolo, presentato...

607 0

TORINO – Si intitola “Dentro e fuori” e ben racconta la vita di Angelo Pezzana, un torinese in prima linea nel mondo culturale italiano da più di 40 anni, avendo fondato il “Fuori”, il primo movimento omosessuale italiano, collaborato a fondare il Partito Radicale e tanto altro: è l’ ultimo film del pittore Ugo Nespolo, presentato oggi a Torino.
Si tratta di un corto di 16 minuti, molto toccante, animato da racconti e interviste di Fernanda Pivano, Fiamma Nirenstein, Enzo Cucco, Elena Loewewntal, Marco Silombria, Ehud Gol. Una breve ma intensa carrellata di immagini che racconta la cultura torinese degli ultimi 30 anni, ma anche la vita di un uomo che è sempre stato molto “dentro” le cose della cultura, ma anche ‘fuori” dalle consuetudini e dalle banalità.
Angelo Pezzana è ebreo e i suoi ultimi anni sono dedicati a cercare la verità nella questione ebraica-palestinese. Per questo ha creato, come ben racconta il film di Nespolo, prodotto dal Museo del Cinema di Torino, in collaborazione con la Regione Piemonte e Film Commission Torino Piemonte, un sito (www.informazionecorretta.com) per tutti coloro che vogliono saperne di più di questa materia e non si accontentano degli articoli dei giornali italiani.
Il film di Nespolo racconta le varie tappe dell’ intensissima vita di Pezzana, che insieme alla Pivano ha contribuito a portare in Italia la letteratura beat americana e il cinema americano d’ allora. Tra le date della vita da Pezzana, da non dimenticare, vi sono il ’70 quando fondò il “Fuori“, l’ ’88 quando ideò il Salone del Libro di Torino (oggi sempre più importante e prima fiera italiana capace di coniugare la realtà commerciale del libro con l’ alta cultura dei tanti incontri e convegni), il ’77 quando venne arrestato a Mosca in seguito ad una manifestazione per la liberazione di un dissidente, gli anni della fondazione del Partito Radicali, ma anche il ’63 quando aprì la sua prima libreria. Oggi Pezzana gestisce la libreria Luxemburg uno dei “luoghi” della cultura torinese, dove chiunque può trovare libri anche difficili da reperire altrove e dove si può ascoltare sempre un messaggio di intelligenza.
Il film è stato presentato oggi alla stampa nel nuovo atelier di Nespolo, un modernissimo tempio dedicato all’ arte contemporanea di questo pittore-scultore che ha esportato le sue coloratissime creazioni in tutto il mondo; questa sera verrà presentato alla città al Museo del Cinema.

Leggi   Colton Haynes contro l'omofobia di Hollywood: "Ruoli da macho? Ci scartano a priori"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...