Foto

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

"Quello che sta succedendo in Russia può essere qualcosa che a piccoli passi può arrivare anche in Italia", l'allarme lanciato da Alessia Crocini, presidente di Famiglie Arcobaleno.

ascolta:
0:00
-
0:00
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi
3 min. di lettura

Da ieri in Russia il cosiddetto “movimento LGBT internazionale” è ufficialmente considerato fuori legge: dopo la sentenza della Corte Suprema chiunque sia solo sospettato di aver messo piede in un ‘locale gay’ o di aver fatto parte di una qualche associazione potrà infatti essere arrestato e trattato da terrorista. La Russia di Vladimir Putin si è di fatto schierata con i 70 Stati che criminalizzano l’omosessualità nel mondo.

Per questo motivo nella giornata di ieri a Roma si è svolto nei pressi dell’Ambasciata russa il presidio di protesta a cui hanno aderito e partecipato le associazioni Gaynet, Agedo, Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, Rete Genitori Rainbow, Agapanto, Nudi, Famiglie Arcobaleno, Dì Gay Project, Plus Roma, Libellula, Arcigay Roma, ARCO, Certi Diritti, GayCenter, Gender X APS, Differenza Lesbica, oltre all’onorevole Laura Boldrini e Marilena Grassadonia, Coordinatrice dell’ufficio Lgbt+ di Roma Capitale.

Boldrini ha confermato l’impegno a difendere le tutele delle persone Lgbt+ richiedenti asilo in Italia, rilanciando la battaglia per rivedere il decreto Paesi sicuri, che attualmente include anche nazioni che puniscono l’omosessualità: “Dopo le leggi contro la cosiddetta propaganda Lgbt e la cancellazione delle persone trans a livello normativo, la persecuzione si sposta adesso dal pubblico al privato. Quando accaduto è un pericolosissimo precedente che dimostra la capacità dell’estremismo globale di far regredire i diritti delle persone Lgbtqia+”.

Mario Colamarino, presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, ha ricordato che “dobbiamo rifiutare e combattere la propaganda dell’odio volta a distruggere le nostre esistenze, con cui vengono giustificate persino delle guerre. In Italia purtroppo alcune forze politiche si sono accodate a questa retorica pericolosa che va contrastata giorno dopo giorno”.

Doveroso anche l’appello della piazza. A chi si schiera per la causa LGBT+ nel mondo sono richiesti fatti concreti: l’appello alle istituzioni è quello di favorire in tutti i modi l’accoglienza delle persone in fuga dalla Russia e di agevolare la tutela delle persone richiedenti asilo discriminate per orientamento sessuale e identità di genere nel loro Paese.

Dopo le leggi contro la cosiddetta “propaganda LGBT” e la cancellazione delle persone trans a livello normativo, la persecuzione russa si è ufficialmente spostata dal pubblico al privato. Questa sentenza rende infatti impossibile l’esistenza di qualsiasi club privato, come dimostra la chiusura dello storico ‘Central Station’ locale a San Pietroburgo.

Abbiamo portato in piazza lo slogan ‘Diritti per tutt3’, in italiano e in russo, in solidarietà a chi sta resistendo al regime di Putin, comprese le donne che protestano per la convocazione dei riservisti in guerra“, il commento di GayNet. “L’odio e la propaganda distruggono la democrazia, generano guerra e morte: rifiutiamo qualsiasi tipo di propaganda sui nostri corpi, sia per distruggere le nostre esistenze, sia per giustificare operazioni militari sbagliate, come sta accadendo a Gaza. A chi si schiera per la causa LGBT+ nel mondo chiediamo fatti concreti: l’appello alle nostre istituzioni è quello di favorire in tutti i modi l’accoglienza delle persone in fuga dalla Russia e di agevolare la tutela delle persone richiedenti asilo discriminate per orientamento sessuale e identità di genere nel loro Paese”.

Quello che sta succedendo in Russia può essere qualcosa che a piccoli passi può arrivare anche in Italia“, il commento di Alessia Crocini, presidente di Famiglie Arcobaleno. “In Ungheria e Polonia è già arrivata. Quando sentiamo dire che il problema è solo che i gay non devono adottare nè fare figli, se potessero ci metterebbero in galera anche solo perché esistiamo. Anche quei pochi diritti che abbiamo potrebbero essere cancellati in un niente. La Russia può essere uno specchio di quello che potrebbe accadere. Manteniamo alta la guardia”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

B&B rifiuta coppia omosessuale a Busca in provincia di Cuneo

B&B di Busca che rifiuta omosessuali scovato da Gay.it: Booking.com non elimina l’annuncio, la titolare fornisce nuove versioni omofobe ai quotidiani

News - Giuliano Federico 16.7.24
Omar Rudberg, la "salatissima" vacanza social della star di Young Royals - Omar Rudberg 0 - Gay.it

Omar Rudberg, la “salatissima” vacanza social della star di Young Royals

Culture - Redazione 17.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Lil Nas X - Rodeo Gay

Da Lil Nas X a Orville Peck: sei mai stato in un rodeo gay? VIDEO

Culture - Mandalina Di Biase 16.7.24
tormentoni queer dal 2000 al 2023

Tormentoni queer, dal 2000 al 2023 le canzoni che hanno reso indimenticabili le nostre estati

Musica - Emanuele Corbo 15.7.24
Discorso di Re Carlo terapie di conversione farmaci bloccanti

Gran Bretagna, Re Carlo “Divieto assoluto alle terapie di conversione incluse le persone trans”: il discorso scritto dai Laburisti vincitori alle elezioni

Corpi - Redazione Milano 17.7.24

Continua a leggere

Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno - Arcigay Livorno - Gay.it

Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno

News - Redazione 8.3.24
Alleanza Verdi e Sinistra, exploit alle elezioni europee. Boom tra i giovani, eletti Ilaria Salis e Mimmo Lucano - Marilena Grassadonia Nicola Fratoianni e Mario Colamarino alla Pride Croisette di Roma - Gay.it

Alleanza Verdi e Sinistra, exploit alle elezioni europee. Boom tra i giovani, eletti Ilaria Salis e Mimmo Lucano

News - Federico Boni 10.6.24
pride bandiera arcobaleno rainbow flag Pic by Jose Pablo Garcia, Unsplash.

Pride Month 2024, in un mese oltre 40 attacchi a simboli LGBTQIA+ in 21 Stati USA

News - Redazione 2.7.24
bielorussia-omosessualita-pedofilia-zoofilia

La Bielorussia paragona le identità LGBTQIA+ a pedofili e zoofili: saranno punibili col carcere duro

News - Francesca Di Feo 12.4.24
GPA reato universale, 2 emendamenti Lega per inasprire DDL Varchi. 10 anni di carcere e 2 milioni di euro di multa - Matteo Salvini e Roberto Vannacci - Gay.it

GPA reato universale, 2 emendamenti Lega per inasprire DDL Varchi. 10 anni di carcere e 2 milioni di euro di multa

News - Redazione 21.6.24
Europee 2024, Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano: "Figura divisiva, sarebbe un errore candidarlo" - Europee 2024 Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano: “Figura divisiva, sarebbe un errore candidarlo”

News - Federico Boni 2.4.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
joe biden pride month 2023 gay pride stati uniti lgbtiq+ trans kids

Joe Biden celebra il Pride Month 2024: “In America siamo tutti uguali, promuovere l’uguaglianza è prioritario”

News - Federico Boni 3.6.24