MALATI DI SESSO

di

Farlo tanto, farlo spesso, non significa esserne dipendenti. Ma farlo con ansia, per riempire un senso di vuoto, o solo per noia, forse sì… Ecco come affrontare un...

1730 0

Dopo un weeekend o un paio di settimane in cui hanno fatto "solo moooolto sesso", alcuni uomini possono buttarla sul ridere dicendo: «eh, eh, forse sono sesso-dipendente…!»

Ma la realtà dei cosiddetti "sex addict", o "malati di sesso" è in realtà piuttosto sconvolgente. «La dipendenza dal sesso non riguarda ciò che fai a letto o quanto spesso lo fai – afferma Matthew, un sessuologo del Terence Higgins Trust Gay Men’s Counselling – riguarda soprattutto ciò che senti prima, durante e dopo il sesso e come vedi la tua vita sessuale».

Come un sacco di altre dipendenze, il sesso viene spesso usato dai "sex addict" come un modo per sentirsi meglio quando sono giù o per trovare qualcosa da fare quando si annoiano. Solo che in genere non funziona, e la cosa li lascia in uno stato d’animo persino peggiore.

La dipendenza dal sesso è nella maggior parte dei casi una conseguenza di traumi infantili come una perdita, una violenza o un abuso. «Ci sono spesso eventi traumatici nello sviluppo sessuale del bambino, come venire umiliato o preso in giro per i suoi genitali, per il genere, per la forma fisica, l’orientamento sessuale e per la masturbazione, la minzione… tutto ciò che disturba l’integrità del nostro corpo o della nostra auto-stima» dice Matthew. Essere gay in una società omofobica può amplificare tutto ciò.

Ci sono diverse motivi di preoccupazione per la salute dei gay dipendenti dal sesso, a partire dai rischi sanitari più ovvi in cui incorrono coloro che hanno molti partner sessuali (primo fra tutti le Malattie Sessualmente Trasmissibili, MST). Chi soffre di dipendenza ha anche alti livelli di ansietà e depressione. Questo può portare a disfunzioni sessuali, problemi allo stomaco, altri dolori o sonno agitato e problemi relativi alla nutrizione.

Dal momento che la dipendenza dal sesso è spesso causata da un senso di vuoto, riempire questo vuoto è l’ovvia soluzione a ciò. Tuttavia, mentre i malati usano il sesso per questo, si tratta solo di un palliativo che non funziona fino in fondo; come mangiare mezzo panino quando si ha bisogno di un intero pranzo domenicale.

Da cosa è composto questo "pranzo domenicale"? Ce lo spiega Matthew: «Sviluppare una relazione affettiva soddisfacente, capace di sostenerci e in cui ci si aiuta a vicenda. I dipendenti dal sesso sono spesso molto severi con se stesso. E hanno un modo di vedere il mondo tutto o bianco o nero. Si sentono spesso spaventati o intimiditi dalla gente e temono in genere di esserne respinti».

Un’azione efficace e facile da reperire può essere quella di rivolgersi a un centro di counselling. Parecchie organizzazioni sanitarie per uomini omosessuali offrono un servizio di consulenza personale su un gran numero di questioni.

A volte vengono usati degli anti-depressivi per calmare alcuni dei sintomi fisici, come l’ansietà, ma vengono ridotti e a volte eliminati non appena la dipendenza comincia ad essere sconfitta.

di Gay.com UK

Leggi   Sesso gay nei bagni pubblici: inaugura la mostra
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...