TV: I GAY SBARCANO SU MARTE

di

Dal 7 ottobre, sarà Fabio Canino a condurre su Italia 1 il talk show "Cronache Marziane". «Parlerò senza censure, anche se Mediaset non è Gay.tv». E Berlusconi? «Ormai...

581 0

PISA – La Jena più gaya d’Italia torna a Italia 1. A partire dal 7 ottobre, ogni giovedì e venerdì alle 23.45, Fabio Canino condurrà “Cronache Marziane”, un originale talk show notturno ricco di sorprese. E già il fatto che a condurlo sia un omosessuale dichiarato e combattivo, dimostra che di argomenti scottanti, approcci disinibiti e notizie insolite ce ne saranno tante…
Cronache Marziane riprende un format spagnolo, che riscuote da sette anni un grandissimo successo: «è l’after hour dei talk show – ci spiega Fabio Canino – molto disinibito. In Spagna, dove è uno dei programmi più amati della TV, ci sono due conduttori, di cui uno gay, che fa quello che vuole affrontando gli argomenti come se il programma fosse rivolto a un pubblico esclusivamente omosessuale. Italia 1 ha deciso di riunire le due figure in me. Naturalmente sono molto contento di poter condurre questo programma; ti confesso che erano in tanti a volerlo fare».
Beh, dopo l’esperienza di “Voci” su GAY.tv, sei un esperto in talk show notturni…
Vero. E infatti i produttori di Italia 1 mi hanno voluto perché hanno seguito il mio lavoro a GAY.tv e sono rimasti molto colpiti dalla sobrietà con cui riusciamo a trattare gli argomenti, senza eccessi o volgarità.
Raccontaci meglio come funzionerà Cronache Marziane.

In studio, intorno a un tavolone, ci saranno oltre a me alcuni ospiti più o meno fissi, che affronteranno vari argomenti anche con l’aiuto di inviati, servizi e altri ospiti occasionali. Il programma è tutto rigorosamente in diretta, e questo ne aumenta il fascino. Un aspetto importante è dato dal pubblico non sarà la solita platea pronta ad applaudire a comando, ma spettatori veri che potranno intervenire, dire la loro su ogni argomento.
Pensi che si tratteranno anche temi legati al mondo dell’omosessualità?
Beh, visto che hanno scelto me come conduttore… Affronteremo argomenti gay liberamente, senza censure. Certo, so che Italia 1 non è GAY.tv, dove puoi dare per scontato che chi ti segue ha già un’idea di cosa stai parlando. In questo caso bisognerà anche informare, affrontare gli argomenti in maniera più “divulgativa”.
Non temi censure da parte di Mediaset, dunque. Tu hai avuto anche esperienze in RAI: ti sembra che ci siano differenze rispetto alle due reti riguardo al coraggio con cui trattano questi argomenti?
Nella mia esperienza in Rai, dove ho partecipato a Macao o a L’Isola dei Famosi, non ho mai subito censure, forse proprio grazie al mio modo di fare lontano da ogni volgarità. Io credo che sia importante arrivare a tutti. Certo, penso che Italia 1, da dove vengo dopo l’esperienza con le Jene, sia l’emittente più coraggiosa, insieme a La 7, su queste tematiche.
Nel frattempo hai aperto un tuo sito personale, www.fabiocanino.it, colorato e vivace…

Sì, magari cambierà nel corso del tempo, ma in questo momento il sito mi corrisponde (ride). Mi sento allegro e colorato e così è il sito… L’ho fatto innanzitutto perché oramai ce l’hanno tutti, cani e porci, un sito personale. E poi perché dopo il mio – spero momentaneo – abbandono di GAY.tv, c’erano molte persone che desideravano continuare ad avere un contatto. Se a Italia 1 mi sarà più difficile mantenere il filo diretto che avevo con gli spettatori di GAY.tv, almeno attraverso il web potrò parlare, avere un rapporto privilegiato con chi mi segue.
A proposito del tuo abbandono di GAY.tv…
No, no; non è un abbandono. GAY.tv è casa mia, la mia famiglia e spero di poter sempre tornare e trovare spazio. E’ vero, cambio medium, passo a una emittente che viene vista da molte più persone, ma è come se tutte le persone che mi seguivano cambiassero con me. A GAY.tv c’è il conduttore e il pubblico, che fanno il programma insieme, e questo fa la differenza. Ora, è come se tutti fossimo passati a Italia 1; anche le persone che mi seguivano sono contente del cambiamento, è come se si sentissero più “ufficializzate”. Poi, c’è anche chi mi critica perché dopo aver tanto parlato male di Berlusconi, vado a lavorare per lui. Ma oramai ho capito che ovunque vada, c’è sempre Berlusconi di mezzo. Meglio combatterlo in casa…
Visita il sito www.fabiocanino.it

Leggi   Descendants 2, censura della Disney: tagliato un bacio gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...