I TORI DI CHICAGO

di

Feste, spiagge, bar leather e adoni di colore

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1177 0
1177 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Parlane nel Forum Vacanze 2001!

Quando I Blues Brother cantavano "Sweet Home Chicago", sapevano ben quel che dicevano. La coinvolgente atmosfera di questa enorme, ma allo stesso tempo accogliente città, non defrauda nessuno, né i suoi abitanti, né i suoi visitatori.

Anche se, infatti, la capitale dell’Illinois, terza metropoli americana dopo New York e Los Angeles, non è tra le mete piú comuni per un viaggio negli Stati Uniti, tutti coloro che ci sono stati, (anche grazie alle tariffe di volo abbastanza economiche che si possono incontrare) ne serbano un ottimo ricordo.

Già solo atterrare all’areoporto O’Hare, considerato come uno dei piú belli del mondo, dà un’idea di quello che incontreremo nel down-town: un’architettura mozzafiato, forse la collezione di edifici e costruzioni moderni piú interessante del pianeta (a proposito, la Chicago Architecture Foundation organizza un divertente tour a piedi tra questi splendidi giganti di vetro e acciaio).

Appena fuori della giungla di grattacieli, peró si estende il mare di Chicago, che in realtà é il lago Michigan, un massa d’acqua che si perde fino all’orizzonte e che nei giorni di vento (molto frequenti) alza dei veri e propri cavalloni sulle spiagge cittadine. Il Chicago River che taglia il centro delle città per sfociare nel lago, divide il distretto commerciale dalle aree dello shopping e del divertimento del North Side, e qui si trova la zona che piú ci interessa: "Boys Town".

La cosidetta "Città dei ragazzi" é infatti il centro della vita gay di Chicago, e lungo Halsted si trovano la maggioranza dei bar e delle discoteche che fanno di questa Città un paradiso degli amanti della vita notturna.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...